UHD? Pff! Ecco il primo schermo 8K da 17.3 pollici al mondo

Dopo la presentazione del Sony Xperia Z5 Premium e del suo utile/inutile display 4K, in Giappone si pensa al futuro: una compagnia nipponica sarebbe in procinto di presentare un innovativo schermo con la strabiliante risoluzione di circa 7600 x 4300 pixel.

Non riconoscete la definizione? Beh, diciamo che l’8K non è poi così comune…

8k-image-6130d89312ff61a5710d17c95ed42f3e2

Japan Display è l’azienda in questione. I suoi laboratori avrebbero infatti realizzato il primo pannello LCD da 17.3 pollici con risoluzione 8K: questo implica la bellezza di 7680 colonne e 4320 righe per un totale complessivo di 33 177 600 singoli pixel.

A questo si aggiunge la densità media di 510 PPI, che nulla può contro gli 806 dell’ Xperia Z5 Premium.

 

La frequenza di aggiornamento, pari a 120 Hz, completa la scheda tecnica e fa di questo nuovo pannello un dispositivo perfetto non solo per il Gaming ma anche per la visualizzazioni dei video.

Grazie alla comunque elevata densità di pixel, all’ampio angolo di visione e ad un contrasto assolutamente alto, Japan Display ritiene che questo innovativo schermo implementerà il livello di profondità, attualmente disponibile presso i principali concorrenti.

Benché la diagonale sia troppo elevata per trovare applicazione su un dispositivo mobile (state pensando anche voi al Samsung Galaxy View, vero?), questo display ad altissima risoluzione in un piccolo fattore di forma suggerisce una vicinanza sempre maggiore agli schermi compatti (6 pollici e inferiori) con quantità di pixel affine.

 

Per concludere, credo che questo articolo debba essere letto attraverso due mentalità: la prima, crede nel progresso della tecnologia e ritiene l’impresa una tappa fondamentale nella sua lunga e inesorabile evoluzione; l’altra presenta due livelli, e spazia da chi ritiene inutile il formato QHD, senza contare l’essenza della stupidità umana del display 4K, fiero possessore di un FHD e chi invece si ferma al UHD e lo ritiene un limite invalicabile.

Detto questo, spero abbiate scelto la vostra mentalità, che non necessariamente deve corrispondere alle tre sopra riportate (e in questo caso commentate) e vi siate goduti la notizia!

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *