Meizu M2 Note: Recensione con pareri, opinioni ed impressioni [Video]

Non tutti vogliono spendere una quantità esagerata di denaro per uno smartphone, ma in molti casi questo può rivelarsi tutt’altro che un problema grazie ad alcuni produttori

tra cui Meizu con il suo ottimo Meizu M2 Note, che abbiamo avuto la possibilità di provare grazie a Grossoshop.net

Premetto che è stato il primo cinafonino da me provato e credevo di rimanere deluso, invece sono stato totalmente smentito da una serie di fattori del quale vi parlerò nella mia recensione completa.

 

Video Recensione

 

Confezione

Nonostante si parli di uno smartphone di fascia medio-bassa la scatola è davvero elegante e ben fornita.

Al suo interno troveremo oltre al Meizu M2 Note stesso la “spilletta” per la nanoSIM, caricabatterie, cavo dati Micro-USB e addirittura un paio di auricolari di buona fattura.

Meizu M2 Note (1)

Ovviamente sono presenti anche tutte le “scartoffie” che non interessano a nessuno. Da elogiare in ogni caso la casa cinese che ha fatto un ottimo lavoro sul Meizu per quanto riguarda la confezione ed il suo contenuto nella versione Internazionale.

 

Design & Costruzione

E’ inutile negarlo! Il Meizu M2 Note si ispira chiaramente ad iPhone per il suo design, di fatto è un’azzeccata unione di iPhone 6 e iPhone 5c molto minimale, elegante, ma nello stesso tempo giovanile.

Ovviamente non è una copia spudorata e Meizu ci mette del suo per quanto riguarda la forma del tastino e la posizione della fotocamera.

Nonostante sia un telefono realizzato completamente in policarbonato la sensazione di solidità che trasmette ci ha pienamente soddisfatti ed anche il grip è davvero ottimo sebbene la back cover plastica sia completamente liscia.

 

La disposizione dei tasti purtroppo non è ottimale, il bilanciere del volume ed il tasto power si trovano sullo stesso lato posizionati poco distanti uno dall’altro e questo ha portato nella mia esperienza spesso il blocco dello schermo quando invece volevo soltanto abbassare il volume.

Degno, davvero di nota, il tastino frontale caratterizzato da un frame finto-metallico, che è essenziale per l’utilizzo ad una mano in quanto esegue diverse opzioni grazie alla buona ottimizzazione software.

Ricapitolando il design è nel suo complesso molto piacevole e la costruzione molto solida, sicuramente anche grazie al fatto che la cover non sia removibile.

Specifiche tecniche del device
Displayda 5,5 pollici con una risoluzone fullHD (1920 x 1080 pixel)
Processore MediaTek MT6753 Cortex-A53, 8 core da 1.3 GHz
GPUARM Mali-T720 MP3
RAM2 GB
Fotocamera posteriore13 megapixel con risoluzione di 4160 x 3120 pixel con doppio flashLED
Fotocamera anteriore5 megapixel
Memoria interna32GB espandibile tramite MicroSD Fino a 128 GB
Batteria3.100 mAh
Dual SIMSi
Supporto aLTE e Bluetooth 4.0
Sistema operativoFlyme 4.5.2i basato su Android 5.1 Lollipop
Dimensioni150.9 x 75.2 x 8.7 mm
Peso149 grammi
Altro---

 

Software

A bordo troviamo l’interfaccia proprietaria Flyme OS 4.5.2i basata su Android Lollipop 5.1 che personalizza pesantemente l’interfaccia utente e di conseguenza l’esperienza d’uso del robottino verde.

Già dall’accensione potremo notare le prime differenze, infatti ci verrà subito chiesto un account Flyme al posto di quello Google (che potrà essere inserito anche dopo), nulla di grave in realtà solo che, di fatto dovremo scaricare tutte le nostre applicazioni ed importare i contatti manualmente, una noia insomma ma è comprensibile visto che l’M2 Note è un device cinese.

La prima cosa che si nota nella Home è sicuramente la completa assenza dell’app drawner, la barra delle notifiche, i toggle rapidi e tante altre piccole cose che sono chiaramente ispirate da Apple, ma non per questo sgradevoli.

 

L’utilizzo di Android con questa skin è abbastanza piacevole poiché tutto risulta molto minimal ed intuitivo. Comunque se quest’interfaccia non vi dovesse piacere potrete sceglierne molte altre nello Store di Meizu, che purtroppo è ancora completamente in cinese.

Un consiglio potrebbe essere quello di installare un Launcher alternativo come Google Launcher oppure il più perfezionato Nova Launcher.

Vi chiederete sicuramente come può funzionare Android con un solo tasto, ma in realtà è tutto molto semplice, basterà sfiorare il tastino per tornare indietro, schiacciarlo per tornare alla Home o tenerlo premuto per bloccare il device.

Purtroppo non è assegnabile alcuna opzione al doppio tap che sarebbe utilissimo per accedere al multitasking che invece viene avviato con un swipe verso l’alto nella parte inferiore.

Assolutamente degne di nota anche tutte le gesture eseguibili a schermo spento che permettono di avviare applicazioni a nostra scelta senza tralasciare la possibilità di effettuare il root del device dalle impostazioni.

Generalmente il sistema gira in maniera molto fluida ma sono presenti sporadici lag ed impuntamenti che non sono colossali ma che potrebbero dare qualche fastidio agli utenti abituati a smartphone di fasce alte.

 

Batteria

La batteria da 3.100 mAh permette di ottenere ottimi risultati sia con l’utilizzo sia tenendo il telefono in stand-by. Noi lo abbiamo messo sotto stress e comunque siamo riusciti a mantenere 4h 45min di schermo attivo.

Quindi un’autonomia davvero ottima per il Meizu M2 Note relazionata al suo prezzo, ma anche a telefoni di fasce e prezzi nettamente superiori.

 

Multimedialità

Il display da 5,5 pollici ha una resa davvero ottima anche grazie alla possibilità di tarare la temperatura dei colori attraverso le impostazioni, ottima la luminosità in generale ma perde sotto la luce diretta del sole com’è intuibile per questa fascia, ma in complesso davvero un ottimo pannello.

Il comparto audio di questo M2 Note mi ha davvero stupito, audio davvero molto pulito e ricco di bassi anche ai volumi più alti.

Meizu M2 Note (4)

Il reparto gaming che a tanti interessa parecchio regge a testa alta tutti i giochi più pensati, al massimo del dettaglio seppure con qualche sporadico mini-lag.

Per quanto riguarda il comparto della fotocamera non è davvero niente male sia in modalità automatica sia in quella manuale che di solito non è mai presente in terminali di questa fascia, mi ha stupito soprattutto la presenza di una modalità slow motion che realizza filmati discreti. Qui sotto potete vedere una mini galleria:

Foto Meizu M2 Note (4)

Purtroppo come molte altre fotocamere di altri produttori, quella di Meizu lascia desiderare con la presenza di poca luce. Discreta comunque la fotocamera frontale dedita ai vostri autoscatti.

 

Conclusioni

In conclusione posso dirvi che reputo questo Meizu M2 Note davvero un “Best Buy”; ottime prestazioni in un prezzo contenuto; ovviamente bisognerà abituarsi alla FlymeOS ma è davvero un gioco da ragazzi.

Il prezzo comunque si aggira sui 190€ e qui sotto vi lasciamo il link per l’acquisto diretto da GrossoShop.

Articolo scritto e redatto da Andriy Chovgan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *