Play Store si aggiorna con feature Android M: permessi, impronte e altro [APK]

Stanotte un nuovo aggiornamento del Google Play Store è stato rilasciato da BigG, vediamo i miglioramenti e, sopratutto, cosa porta di nuovo!

Android M

L’aggiornamento è rivolto sopratutto ad una preparazione ad Android Marshmallow 6.0 con alcuni “segni” che riportano le finestre pop-up per la richiesta dei permessi ed il supporto agli acquisti ed al download tramite impronta digitale.

Inoltre, viene aggiunto un “gestore di spazio” che va ad intervenire nel momento in cui si è a corto di memoria per l’installazione di nuove applicazioni.

C’è anche una nuova interfaccia per la richiesta dei rimborsi (eseguibili da un’ora dall’acquisto) ricevendo, anche informazioni ben precise riguardo a posizione di acquisto ed altre informazioni che permettono di capire se siamo stati noi o, chi per noi, ad acquistare l’applicazione.

Se non riuscite ad aspettare il nuovo aggiornamento sul vostro smartphone potrete scaricare direttamente la versione 5.9 del Play Store ed installarla tramite il link del APK che trovate in calce all’articolo.

Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio quali sono le migliorie.

 

Android M (API 23) e Permessi

Se utilizzate Android M Developer Preview ed andate a controllare qualche applicazione, vedrete che il “modello” di autorizzazione dei permessi delle applicazioni che è leggermente diverso dal solito.

Ovviamente, le applicazioni che hanno tale “modello” utilizzano le ultime API di livello 23 e LastPass è proprio una di queste!

lastpass Android M

Secondo le stringhe di codice inoltre vengono aggiunti nuovi permessi come Lettura degli SMS, dell’elenco dei contatti, ed un permesso per l’utilizzo delle impronte digitali.

 

Integrazione con il lettore di impronte

Come abbiamo detto precedentemente c’è la nuova integrazione con il sensore di impronte digitali all’interno della nuova versione del Google Play Store.

Abbiamo visto anche come alcune foto trapelate ed informazioni indichino che nei prossimi Nexus (LG e Huawei) ci sarà la presenza di un lettore biometrico e quindi non possiamo che immaginare che tale sensore sia integrato alla perfezione anche nelle prossime Google Apps.

 

Anche le stringhe di codice presenti nella nuova versione del Google Play Store ne confermano la veridicità di tale informazione.

Le impronte digitali verranno utilizzate per effettuare acquisti sul Play Store ed integrate alla perfezione, con le nuove API, anche per effettuare degli acquisti tramite le applicazioni.

 

Unistallar Manager (Gestire lo spazio)

Tra fotocamere da 20 megapixel e giochi che in media occupano 400 MB è molto facile esaurire lo spazio disponibile sopratutto se si è dotati di 400 MB di spazio.

Google per questo viene incontro agli utenti inserendo una nuova funzionalità chiamata “Unistall Manager” e che permetterà in tutta semplicità di individuare ed eliminare le applicazioni che occupano maggiore spazio.

Unistallar Manager è molto probabile che apparirà quando non si riuscirà a scaricare ed installare un’applicazione a causa della carenza di spazio con un layout semplice ed immediato, con un ordinamento per “peso”, per individuare immediatamente le applicazioni che occupano maggiore spazio.

Tale nuova feature si concentra solamente sulle applicazioni e non riuscirà ad individuare foto, musica o video che saranno presenti sul nostro dispositivo.

 

Uso del GPS per le Raccomandazioni

Sembrava essere sparito invece nella nuova versione del Google Play Store appaiono delle stringhe che mostrano l’implementazioni di raccomandazioni, per il download delle applicazioni, in base alla nostra posizione.

Non si sanno altri dettagli su questa funzionalità ma sicuramente trapeleranno in futuro con le prossime release.

 

APK è firmato da Google e aggiornerà la vostra applicazione esistente. La firma crittografata garantisce che il file è sicuro e non è stato manomesso in nessun modo.

[fonte Android Police]