Nokia C1: il primo smartphone Android sarà un entry level?

In molti sanno che la divisione mobile di Nokia è stata acquisita da Microsoft, al contrario ben pochi sono a conoscenza del Nokia C1!

La compagnia finlandese sarà infatti presto legalmente in grado di commercializzare un nuovo smartphone, e sembrerebbe aver scelto il robottino verde come sistema operativo. Per questa ragione starebbe progettando un modello di telefono noto come Nokia C1: dopo il tablet presentato quasi un anno fa, l’azienda avrebbe quindi intenzione di rilasciare il suo primo smartphone Android.

Nelle ultime ore sono emerse in rete alcune immagini ritraenti il futuro device della casa finlandese, nonostante si tratti di semplici rendering (nulla dunque di ufficiale).

Il Nokia C1 si preannuncia uno smartphone assai sottile, con ciò che pare essere un rapporto screen-to-body decisamente migliore rispetto a quello visibile nei dispositivi di recente commercializzazione. Solitamente questa peculiarità implica un design unibody, caratteristica già citata da altre fonti.

Andando ad analizzare le specifiche tecniche, si rimane un po’ sconcertati: non si tratta di un medio gamma, o destinato alla fascia alta del mercato, bensì un entry level tutto da scoprire. Nella parte anteriore, Nokia avrebbe posizionato un display da 5.0″ di diagonale con risoluzione HD (1280 x 720 pixel), mentre all’interno della scocca trova posto un chipset Intel Atom, accoppiato a ben 2 GB di RAM. Per concludere la fotocamera anteriore è di 5 megapixel mentre quella posteriore presenta un sensore fotografico da 8 megapixel, non male se dovesse rientrare nella fascia bassa.

Nokia-C1-Android-phone-render

Dunque, nulla di veramente entusiasmante. Se le intenzioni di Nokia fossero quelle di assestare un colpo al mercato attuale presentando uno smartphone capace di attirare un cospicuo numero di utenti, forse il C1 potrebbe non essere il dispositivo in grado di restituire alla società la fama del passato. Tutto dipende ovviamente dal prezzo di lancio.

Non siamo a conoscenza di ulteriori informazioni circa l’eventuale data di presentazione, ma è assai probabile (se non certa) una disponibilità europea.

 

Siamo tuttavia curiosi di conoscere le vostre impressioni circa questo nuovo terminale, non dimenticatevi quindi di commentare!

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *