Q Terra: scocca in lega, tre fotocamere e 3600 mAh per battere Note 5 e S6 Edge Plus

Ormai è evidente che anche in Cina le startup esistono, e sono forse le uniche in grado di assestare colpi pesanti al mercato degli smartphone: aziende come Samsung, LG, HTC e simili sono ormai affermate, e non hanno bisogno di attirare l’attenzione con schede tecniche mostruose e prezzi scandalosamente bassi. 

Al contrario chi si vuole far conoscere deve suscitare desiderio, smuovere il settore. Qiku, società probabilmente sconosciuta in Occidente, sembra aver trovato la strategia corretta.

Nella giornata di ieri ha presentato a Pechino tre nuovi device, uno per fascia; ma è il fiore all’occhiello dell’azienda, soprannominato Q Terra, ad essere tanto interessante.

 

Design | Scocca in lega

Qiku-Q-Terra (2)

Il design del nuovo smartphone cinese è assai accattivante, e i materiali impiegati per realizzare la scocca non possono che essere definiti Premium. Non solo la società ha considerato scadente la plastica, ma a quanto pare non ha nemmeno preso in considerazione l’idea di una scocca in semplice metallo e retro in vetro. Il telaio è infatti composto da una lega di alluminio e magnesio con un rapporto screen-to-body incredibile: ben 83% della superficie è occupata dallo schermo.

 

Hardware | Da paura!

Qiku-Q-Terra (1)

Il Q Terra presenta un pannello anteriore da ben 6 pollici, sufficienti per classificarlo come phablet. Il display, realizzato da Sharp con tecnologia 2.5D, ha una risoluzione QHD (1440 x 2560 pixel) e 490 PPI.

Q Tera è alimentato da un potente processore Snapdragon 810 con architettura a 64 bit, mentre la GPU è una Adreno 430. Il SoC è poi coadiuvato de ben 4 GB di memoria RAM. La batteria è infine un’unità da 3.600 mAh ed è dotata di ricarica rapida.

Come se questo non bastasse, Qiku ha incluso uno scanner biometrico, un sistema operativo basato su Android ma modificato per essere più sicuro, e un sistema audio ad alta fedeltà.

 

Fotocamera | Doppio sensore da 13 megapixel

Qiku-Q-Terra

Per gentile concessione di Sony, il nuovo device di Qiku monta la bellezza di due sensori, ciascuno dei quali presenta una risoluzione nominale di 13 megapixel. Sono leggermente differenti:

  • un’unità Exmor RS IMX278 per catturare luce e colori
  • un’unità IMX214, mono per catturare solo le tonalità bianche e nere

Le lenti avrebbero un’apertura focale di ben f/1.8 equiparabile a quella del G4, e molteplici modalità di scatto (ovviamente sarà possibile riprendere a 4K). La fotocamera anteriore è da “soli” 8 megapixel.

 

Prezzo e disponibilità | Cina a 560$

Qiku-Q-Terra (3)

Il costo di questo gioiellino ammonta a circa 562 dollari (460 euro al nostro cambio).  La data esatta di rilascio non è ancora stata comunicata, ma il device potrebbe raggiungere molti paesi anche europei. E voi cosa ne pensate? 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *