Esiste lo smartphone Android perfetto? Analizziamo tutti i top gamma

Durante il corso degli anni abbiamo assistito alla nascita degli smartphone con sistema operativo Android e alla loro evoluzione fino ai giorni attuali, una repentina progressione in termini di design, funzionalità e produttività. 

Esistono device per tutti i gusti, per tutte le grandezze e per ogni tasca eppure ancora oggi nel 2015 non possiamo affermare di averne a disposizione sul mercato uno perfetto, un terminale che soddisfi ogni aspettativa ed esigenza di qualsiasi utente e magari anche alla portata di tutti. Certamente il livello generale degli smartphone top di gamma in circolazione ha raggiunto livelli elevatissimi ma nonostante ciò ognuno di essi lascia sempre l’amaro in bocca per qualcosa.

Nell’anno corrente abbiamo visto tecnologie di visualizzazione del display eccezionali come quella presente sui dispositivi Samsung, processori che raggiungono potenze di calcolo ed efficienza simili a quelle di un PC, memorie RAM capienti fino ai 4 GB di RAM (al momento), memoria storage velocissime e altrettanto estese, fotocamere ultra performanti che regalano scatti nitidissimi.

Per non parlare poi delle raffinate tecniche di costruzione e di assemblaggio dei materiali che si spaziano dalla plastica al vetro fino al metallo, le quali fanno apparire lo smartphone come un gioiello agli occhi di chi lo guarda.

Ma se le case produttrici sono capaci di così grandi creazioni, per quale motivo non esiste ancora un device perfetto?

A tutti noi appassionati e, di conseguenza, più esperti in materia, sarà certamente capitato di rimanere per qualche momento silenziosi e titubanti alla richiesta, da parte di un amico, di consigliarlo sullo smartphone giusto da acquistare.  Questo succede perchè non c’è una risposta corretta a questa domanda, pertanto prima ci informiamo riguardo le esigenze del nostro interlocutore e solo poi possiamo dare, forse, una risposta adeguata.

Nel 2015 quindi non esiste ancora uno smartphone definitivo che non faccia storcere il naso per via di qualche sua caratteristica.

Vediamo di analizzare i vari top di gamma Android per vedere se è davvero così:

Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge

galaxy s6_wallpaper

Dispositivi dal design impeccabile, secondo il mio parere il più bel smartphone in circolazione al momento, caratteristiche tecniche elevatissime alle quali pochi altri cellulari danno filo da torcere, tuttavia hanno una batteria che si scarica abbastanza velocemente, non hanno più, come la vecchia generazione, lo slot per la micro-SD e la possibilità di rimuovere la batteria, non sono impermeabili e per finire l’interfaccia TouchWiz non è delle più gradevoli secondo la mia modesta opinione.


 

Samsung Galaxy Note 5

galaxy-note5-h3

Probabilmente possiede le migliori specifiche hardware del pianeta e un design altrettanto ricercato e stilisticamente notevole così come le migliorate funzionalità della S Pen in metallo, ma anche qui Samsung ha abbandonato il carrello per la micro-SIM e la batteria removibile, tolto l’IR Blaster (porta infrarossi per comandare set-top box) e negli ultimi giorni è anche spuntato fuori un difetto di fabbrica a causa del quale l’inserimento al contrario della S Pen danneggerebbe lo smartphone. Inoltre la disponibilità è limitata solo al mercato USA.

 

Moto X Style

Gestisce un esperienza “pura” di Android affiancata ad un’impressionante suite software di Motorola, può essere personalizzato a proprio piacimento, dotato di slot micro-SD e di un comparto fotocamera che finalmente Motorola sembra aver preso sul serio, tutto ad un prezzo ragionevole. Ciò nonostante è privo di uno scanner d’impronte digitali e non sappiamo se davvero la fotocamera implementata sarà veramente all’altezza visti i precedenti della casa americana.

 

OnePlus Two

OnePlus 2 Ufficiale 11

Il prezzo è eccezionale ed anche le specifiche interne ed i materiali premium utilizzati per la realizzazione del telaio, che tra l’altro possono essere personalizzati a proprio gusto ma l’azienda produttrice ha avuto la “buona idea” di non equipaggiare questo smartphone con chip NFC e slot per micro-SD oltre al fatto che è letteralmente impossibile entrare in suo possesso in tempi brevi a causa del ridicolo metodo di acquisto basato su invito. Ora ci sono circa 4 milioni di persone prima di voi!

 

LG G4

LG_G4(1)

Harware di tutto rispetto, bellissimo display pur essendo enorme e fotocamera eccellente ma creato con una scadente plastica o in alternativa una pelle che a mio avviso è davvero antiestetica. In aggiunta ha il supporto software di LG che sappiamo non essere ineccepibile.

 

Nexus 6

Google_Nexus_6_by_Motorola

Lo smartphone che forse più mi ha deluso. Da vecchio possessore di Nexus 5, terminale davvero ben fatto, aspiravo di cambiarlo con Nexus 6 ma alla sua presentazione ufficiale ci ho ripensato all’istante. La sua grandezza smisurata, la fotocamera sottotono, il design anonimo (per i miei gusti personali) e il prezzo di lancio troppo alto rispetto agli standard Nexus mi hanno fatto desistere dall’acquisto.

 

Sony Xperia Z3 Plus

Sony xperia z3 plus

Bello nelle linee, nelle forme e nei materiali pregiati, anche le caratteristiche tecniche  sono all’avanguardia, processore e fotocamera potente, 3 GB di RAM, possibilità di espandere la memoria tramite micro-SD ed impermeabilità ad acqua e polvere sono i punti cardini di questo terminale ma soffre di problemi di surriscaldamento che minano l’esperienza d’utilizzo e che sono inaccettabili quando il prezzo è così alto e, per finire, è troppo simile al predecessore Xperia Z3.

 

HTC One (M9)

HTC-One-M9-front-profile-gold-on-silver-Edited

 

 

Dal design molto curato ed elegante e una scheda tecnica che regala performance da top, inutile poi ricordare i potenti altoparlanti BoomSound frontali. D’altro lato purtroppo la fotocamera è davvero deludente pur possedendo un sensore da ben 20 megapixel, il prezzo è alto e le implementazioni software aggiuntive sono soltanto marginali e potrebbero non giustificarne l’acquisto a coloro i quali posseggono il modello precedente HTC One (M8).

 

Questi sono i migliori smartphone Android disponibili oggi e come potete vedere tutti hanno pecche più o meno gravi che fanno rinunciare alla loro compera gli acquirenti. In data odierna nel 2015 lo smartphone definitivo non c’è e purtroppo chiunque potrebbe pentirsi della propria scelta.

Ma tutti più o meno immaginiamo per quale motivo i produttori non si sbilancino nella creazione di uno smartphone perfetto! Semplicemente perchè se lo facessero non ci sarebbe più mercato, esso si fermerebbe e questo potrebbe essere controproducente per loro, non sarebbe conveniente per il loro portafogli, un affare di soldi dunque.

Beh certamente non è il primo! Voi cosa ne pensate?