Alphabet, la nuova società che soppianta Google, dalla A alla Z

E’ ormai ufficiale che: Google ha scorporato Google, ed è stata rinominata Alphabet, società che ora possiede Google… Un mezzo casino con risultati ancora da vedere.

I fondatori di Google (ho già scritto questa parola?) Larry Page e Sergey Brin sono divenuti rispettivamente CEO e presidente di Alphabet, mentre Sundar Pichai, l’uomo a capo del progetto Android, è ora nuovo CEO di… Google! Ok, ora basta giochi logici che mettono alla prova la nostra mente, parliamo di Alphabet!!

Incominciamo col notare un piccolo dettaglio circa il nuovo sito della società. Purtroppo l’URLAlphabet.com” era già occupato da un altro sito pertanto i fondatori hanno dovuto optare per una soluzione leggermente stravagante: abc.xyz, ovvero le prime e le ultime tre lettere dell’alfabeto.

E’ ancora presto per associare ad ogni lettera una società, benché alcune siano perfettamente collegate. Inoltre non sappiamo bene a quale carattere saranno associate divisioni come Google Auto e simili. Senza ulteriori indugi, andiamo quindi ad analizzare nel dettaglio, lettera per lettera, il nuovo alfabeto di Google!

 

A | Alphabet

alphabet

Questa è la società principale, l’ “Alfa“. Al di sotto di essa sono poi presenti tutte le divisioni, inclusa Google

B | Boston Dynamics

Società  di ingegneria e robotica che ha prodotto anche robot per l’esercito americano, poi acquistata da Google il 13 Dicembre del 2013. Attualmente il direttore è Andy Rubin, un’informatico statunitense.

CCalifornia Life Company

CALICO

Abbreviato in Calico, questa divisone di Google rappresenta l’interesse che il gigante della ricerca pose sulla salute e sul benessere delle persone, con particolare attenzione circa l’invecchiamento e le patologie tipiche dell’età avanzata. Il CEO, in questo caso è Arthur Levinson, nome noto nel panorama tecnologico e non solo.

C | Capital

capital

 

Seconda opzione per la lettera “C“. Si tratta di una divisione specializzata in investimenti.

D / E | Ignoto

F | Fiber

fiber

Google Fiber è un ambizioso progetto di Google, sviluppato in sole due città americane al momento (Kansas City, Kansas e Missuri, e San Antonio), volto alla creazione di una rete sperimentale a banda larga per la connessione ad Internet.  I dati diffusi dagli utenti sono sbalorditivi con valori sino a 500Mb/s in download!

G | Google

google-wifi

Ovviamente questa lettera non poteva che essere collegata alla società che ha scritto la storia di internet. Fondata nel 1998 e in breve tempo divenuta il gigante informatico del 21 esimo secolo, soppiantando Yahoo e gli altri principali concorrenti: una leggenda vivente, o quasi.

H | Hooli

hooli_google

Ragazzi: Ok scherzare, ma quando si tratta di pubblicare una lettera redatta dal fondatore di una società multimiliardaria che annuncia una nuova azienda dall’importanza quasi incalcolabile, non potete aggiungere un Ester Egg! Eppure i lavoratori di Google non devono averla pensata allo stesso modo, poiché nel paragrafo riguardante Google X (all’interno della lettera recante il nome di Larry Page) vi è una frase, il cui punto rimanda alla pagina di… Hooli, divisione di ricerca messa nelle mani… di una figura sbagliata!

google_hooli

I -> K  | Ignoto

L | Life Sciences

Si occupa prevalentemente delle ricerche su una nuova tipologia di lente a contatto avente a che fare con il glucosio, il composto organico più diffuso in natura. Fa parte di Google X Labs

M | Ignoto

N | Nest

Nest

L’ormai celebre termostato digitale firmato Google, o forse sarebbe meglio dire Alphabet. Circolare, snello pulito e accattivante!

O -> U | Ignoto

VVentures

ventures

Altra società possedimento di Alphabet che si occupa di finanziamenti e investimenti.

W | Ignoto

X | X Lab

Google-X

La struttura segreta gestita in precedenza da Google, e ora di proprietà di Alphabet, supervisionata da Sergey Brin. Pochi sanno cosa accada realmente all’interno dell mura, secondo alcuni fonti attendibili si tratta di ricerca tecnologica avanzata.

Y / Z | Ignoto

Ed eccoci giunti alla fine. Tenete presente che è stato impiegato l’alfabeto inglese,  tradotto ovviamente in italiano (le lettere sono uguali). Non è detto però che Google decida di adottare questo alfabeto: potrebbe optare per il latino antico, per esempio. Inoltre potrebbero essere apportati cambiamenti circa la corrispondenza tra le lettere e le divisioni/società di Alphabet (guardate la “C“, con due collegamenti nel nostro articolo).

In attesa di sapere le prossime mosse della nuova azienda, rimanete collegati e non dimenticatevi di commentare facendoci sapere le vostre opinioni!

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *