Windows 10: Svelati i requisiti di sistema ufficiali, riuscirete a farlo girare?

Microsoft, sulla propria pagina web, ha pubblicato i requisiti minimi necessari a far girare il nuovo OS senza intoppi. Come possiamo vedere questa volta Windows ha davvero fatto centro, proponendo un sistema leggero e fluido anche su configurazioni datate.

Ecco cosa occorre per eseguire l’aggiornamento a Windows 10 su PC o Tablet Windows:

Sistema operativo più recente:

  • Assicurati di disporre della versione più recente di Windows 7 SP1 o Windows 8.1 Update. Se non sapete quale versione del sistema operativo avete, non disperate basterà recarvi a questo link per controllarlo subito.

windows-10

 

Processore e requisiti minimi:

  • Processore da almeno 1 GHz o superiore oppure SOC, il che lascia davvero ben sperare visto la leggerezza del sistema che a livello di processore resta invariato rispetto ai requisiti di Windows 7
  • RAM: 1 GB per sistemi a 32-bit o 2 GB per sistemi a 64 bit, anche la quantità di RAM richiesta è nella norma, praticamente la stessa usata da Windows 7 ed 8

  • Hard Disk: Lo spazio richiesto su disco è abbastanza elevato, quantificabile in 16 GB per sistemi a 32 bit, 20 GB per sistemi a 64 bit, gli stessi di Windows 7 e qualcosa in meno rispetto a Windows Vista e Windows 8. Rircordiamo però che lo spazio varia di molto in base agli update successivi all’installazione.
  • Scheda video: DirectX 9 o versioni successive con driver WDDM 1.0, anche qui requisiti decisamente alla portata di tutti.
  • Display:  Risoluzione minima 800×600, ormai penso che nessuno di noi abbia un Monitor che viaggia a quella risoluzione massima, quindi i requisiti sono perfettamente abbordabili, gli stessi di Windows 8.

 

L’azienda ci tiene a precisare che:

Per eseguire l’aggiornamento è richiesta una connessione Internet, in quanto Windows 10 è un file di grandi dimensioni (circa 3,5 GB), il cui download è soggetto ai normali costi del servizio Internet. Oltre che dalla conformità alle specifiche minime di sistema per Windows 10, l’effettiva possibilità di aggiornare un dispositivo dipende da fattori quali il supporto di driver e firmware, la compatibilità delle applicazioni e le funzionalità supportate dal proprio sistema.

Concludendo, Microsoft è sicuramente riuscita nell’impresa di snellire e rendere fruibile a tutti il suo nuovo sistema Windows, con requisiti minimi praticamente identici alle tre precedenti versioni del sistema operativo quali:

Il mai troppo rimpianto Windows 7, il sicuramente dimenticabile Windows Vista, e l’ottimo ma scomodo Windows 8.1. Sicuramente la strada è ancora lunga per raggiungere la perfezione e Microsoft sta già duramente lavorando con nuovi fix e miglioramenti (i Primi previsti già verso la fine di Agosto).

 

Per tutti quegli utenti che hanno macchine datate e che erano titubanti riguardo i requisiti di Windows 10possiamo dire di aggiornare al nuovo sistema senza esitazione.

windows10

Attualmente lo sto testando su tre PC, uno con Intel i7 2600K, 16GB di RAM, 250GB SSD e una 970 EVGA, su un portatile con 8600M, Intel Core-Duo di vecchia generazione e 4 GB di RAM, ed infine su un AMD Atlhon 64+ 4200×2, una 6600GT e 4GB di RAM. Su tutti e tre i sistemi Windows 10 gira egregiamente anche a dispetto delle configurazioni più datate. Il sistema è piuttosto leggero e fluido sia in avvio che nell’uso quotidiano.

 

Continueremo a testare per voi il nuovo sistema operativo e vi aggiorneremo al più presto su ulteriori novità di Windows 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *