Moto X 2015 Style e Play: presentato il nuovo Top Gamma Motorola in due vesti differenti

A circa un anno dall’ufficializzazione del Moto X 2014 dopo tanta attesa, decine di immagini trapelate in rete nemmeno si trattasse della Bellucci nuda e con l’ansia degli utenti a livelli di un mondiale di calcio, la casa alata – nello stesso giorno in cui OnePlus ha mostrato al mondo il suo nuovo flagship (OnePlus 2 Ufficiale! Caratteristiche, specifiche, prezzo e data uscita) – ha finalmente presentato, ad un evento dedicato nella città città di New York, il suo nuovo top di gamma di terza generazione: Moto X 2015 (3rd Generation) anzi, i suoi DUE nuovi top di gamma: Moto X Style e Moto X Play.

Senza ulteriori attese andiamo a scoprire questo nuovo smartphone tanto atteso!

Motorola sorprende un po’ tutti, presentando non un solo nuovo flagship, ma due: Moto X Style e Moto X Play. Le differenze vengono suggerite già dal nome, il primo più attento all’estetica, con delle opzioni che riguardano le finiture, mentre il secondo è la versione più “Google friendly”, meno estremo e più concreto. Esaminiamone nel dettaglio le specifiche:

 

Design | Piccole modifiche ma nulla di rivoluzionario

L’estetica dei nuovi Motorola Moto X 2015 richiama molto da vicino quella dei predecessori e del Google Nexus 6 (che ricordiamo essere realizzato da Motorola) con linee morbide caratterizzato da un telaio in alluminio stondato che ne consentirà un miglior presa nonché un utilizzo con una sola mano.

La cover posteriore è realizzata invece in materiale “gommato ruvido“, mentre ai due estremi della parte frontale troviamo gli speaker audio; questi, a differenza del Moto X 2014, sono entrambi funzionanti e lavoreranno in sinergia per produrre un suono ricco e ben definito in pieno stile BoomSound di HTC.

La novità però riguarda una delle prime differenze importanti tra i due modelli: Il Moto X style avrà la possibilità di avere, oltre alla parte posteriore disponibile in diversi colori, le prestigiose finiture in pelle e in legno. Forse molto pregiate, non lo mettiamo in dubbio, ma probabilmente un pelino esagerate per uno smartphone. Comunque, LG ce lo insegna, potrebbe essere al contrario una scelta vincente.

moto-x-2015-style-play

 

 

Display | Schermo AMOLED QHD da 5,7 pollici

Scordatevi di immaginare il Moto X 2015 come un Phablet, perché grazie alle sue dimensioni – il rapporto scocca / display e i tasti fisici a schermo aiutano – potrete agilmente inserirlo in tasca: troviamo infatti un pannello AMOLED da 5,7 pollici di diagonale con risoluzione QHD (2560 x 1440 pixel) per il Moto X Style e un 5,5 pollici FHD (1920 x 1080 pixel) per il Moto X Play. Motorola ha calcato pesantemente la mano sul discorso delle proporzioni: lo schermo è più grande, ma il telefono è più piccolo, vantando il miglior rapporto di densità dello schermo rispetto al corpo sul mercato.

moto-x-2015-style-play

 

 

Hardware | Snapdragon 808 e 3 GB di RAM

Contrariamente alle aspettative, che vedevano l’S810 come processore, il SoC montato a bordo del nuovo Motorola Moto X Style è il Qualcomm Snapdragon 808 a 1,8GHz, lo stesso presente sul potente LG G4 che, a differenza del fratello maggiore, non dovrebbe avere problemi di surriscaldamento. Scelta molto azzeccata a nostro parere, molto meglio di gran lunga uno smartphone senza problemi, piuttosto che uno con caratteristiche da urlo (sulla carta) e temperature roventi (sulle dita).

Il fratello più smart, il Moto X Play, dovrà invece accontentarsi di uno Snapdragon 615 da 1,7GHz.

La GPU è infine l’Adreno 418. Un buon processore è però nulla in assenza del corretto quantitativo di memoria volatile disponibile. Ecco la seconda vera differenza hardware: 2GB di Ram per Moto X Play, mentre il più eclettico Style ospiterà ben 3GB di ram.

Per quanto riguarda la memoria a bordo, Motorola ha deciso di tagliare la testa al toro mettendo a disposizione di entrambi i modelli i tagli da 16 e 32 GB, mentre il solo Moto X Style avrà anche il taglio da 64GB. Tutti comunque espandibili tramite slot Micro-SD.

moto-x-2015-style-play

 

 

Foto e video | Alta qualità grazie ai 21 megapixel accompagniato dal doppio flash LED

Il sensore fotografico posteriore, definito da Adrienne Hayes (SVP Marketing di Motorola) come un best-in-class, è da 21 megapixel con autofocus integrato che consentirà di scattare foto di qualità sia in modalità diurna che in notturna merito anche all’installazione del doppio flash LED dual tone che, contrariamente alle generazioni precedenti, non è circolare ma posto in una “posizione standard” sotto il sensore. Queste fotocamere avranno la capacità di riprendere video in 4K sul Moto X Style e in FullHD sul Moto X Play.

Sulla parte frontale invece troviamo un sensore da ben 5 megapixel accompagnato da un piccolo flash LED (solo su Moto X Style) che rende così il nuovo Moto X Style un “Selfie-Phone” garantendo scatti con la camera frontale perfetti – che cattureranno ogni particolare del vostro volto – anche in condizioni di scarsa luce grazie al bilanciamento dei colori del piccolo flash LED installato vicino alla fotocamera.

 

Software | Niente M: per il momento solo Lollipop

A bordo del Moto X 2015, come era ben prevedibile, non sarà presente Android M, bensì l’ultima versione disponibile del robottino verde, parliamo di Android Lollipop 5.1.1. Come sempre il livello di personalizzazione dell’interfaccia è molto ridotto consentendo un’esperienza “Stock” così come il numero di applicazioni Motorola installate. Motorola ha anche specificato inoltre che gli aggiornamenti di Android saranno pressoché immediati.

 

Batteria e autonomia | Ricarica rapida e durata prolungata

Grazie ai 3.630 mAh (Moto X Play) e 3000mAh (Moto X Style) della batteria si riuscirà ad arrivare tranquillamente a fine giornata, addirittura 2 dichiara Motorola (nel caso del Play), ma con uno schermo da 5,5 pollici ci crediamo poco. Nella spaventosa batteria vi è inserita la tecnologia di ricarica rapida progettata da Qualcomm: la QuickCharge 2.0, da Motorola ribattezzata Turbopower, che permetterà di caricare la batteria in pochi minuti, estendendone l’autonomia in pochi minuti e permettendovi di usare più a lungo le peculiarità di questo Top Gamma. Con 15 minuti di ricarica si potranno avere 10 ore di conversazione (questo l’unico dato citato, per ora nessun dato tecnico).

La batteria non è estraibile ed è tutt’uno con la scossa. Infine, il nuovo Moto X 2015 ha il supporto alla ricarica Wireless che consentirà di caricare il device senza la necessità di collegarlo all’alimentazione.

moto-x-2015-style-play

 

 

Personalizzazione | Moto Maker

Come i precedenti device anche il nuovo Motorola Moto X 2015 avrà un Moto Maker dedicato che consentirà all’utente di scegliere tra moltissimi colori, materiali dando libero sfogo alla propria creatività nella realizzazione dello smartphone “che più ci piace”.

Oltre ai colori, sulla versione del Moto X denominata “Style”, avremo a disposizione materiali di pregio: pelle esclusiva (come sul G4 di LG) e legno.

 

Prezzo e disponibilità | La qualità costa

Dopo aver fatto sbavare, durante la presentazione, gli amanti dell’azienda con sede a Chicago, è ora di assestare il colpo finale che purtroppo riguarda il prezzo.

Le caratteristiche dello smartphone lo pongono nella fascia alta del mercato ed il prezzo non può essere da meno. Nonostante ciò, Motorola ha diverse volte accennato al fatto che questo smartphone dove essere anche “cheap”, ovvero economico (o quasi). Pur non fornendo prezzi, ha parlato di 2 o 300$ in meno per lo Style e addirittura 3-400$ in meno per il Play, rispetto ai top di gamma di Apple e Samsung. Quindi ci si potrebbe quasi aspettare qualcosa intorno ai 400$, che poi è il prezzo, guarda caso, del flagship di OnePlus appena annunciato. (paura?).

 

Considerazioni Finali | Ecco cosa ne penso

Premetto che quanto affermato di seguito rappresenta un semplice parere personale, non voglio scatenare polemiche o quant’altro ma ci tengo comunque a conoscere la vostra opinione. Non esitate quindi a commentare!

A mio avviso, date le specifiche tecniche, il terminale sembra un buon rivale di smartphone assai più blasonati targati Samsung, LG, HTC e simili. Tenendo a mente il livello di personalizzazione dell’interfaccia, assai ridotta, che contribuisce ad aumentare la fluidità del sistema, credo che il nuovo Moto X 2015 (in entrambi le sue incarnazioni) possa essere un’ottima alternativa da non sottovalutare anche se presenta specifiche tecniche simili ad altri smartphone sul mercato. In ogni caso, la solidità del brand Motorola, il fascino della possibilità di personalizzazione sul fronte estetico, le buone caratteristiche, il bel design e non ultimo quel flash frontale che farà la felicità degli amanti dei selfie, lo mettono sicuramente in un posto piuttosto alto nella classifica dei top di gamma in uscita.

Il Moto X Play potremmo averlo tra le nostre mani addirittura in agosto, mentre per lo Style dovremmo aspettare settembre. In entrambi i casi, comunque, non vediamo l’ora di provarli.

 

Moto Pulse

moto-pulse-moto-surround

Insieme al nuovo Moto G 2015 e ai nuovi Moto X Style e Play sono state presentate delle cuffie wireless – chiamate Moto Pulse – molto leggere e confortevoli che riusciranno ad arrivare a ben 18 ore di riproduzione musicale con una sola ricarica dedicate sopratutto a chi ama la musica e l’ascolto ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *