Google Plus “divorzia” da Google: il prossimo sarà YouTube

Quando è stato lanciato Google+ (Google Plus), l’obiettivo era quello di aiutare le persone a scoprire, condividere e collegarsi su Google come se ci si trovasse nella vita reale. Mentre su alcune cose sono stati ottenuti dei buoni risultati, per altre ci sono stati dei ripensamenti. Così nel corso dei prossimi mesi, si vedranno sicuramente alcuni importanti cambiamenti.

Molti dei servizi di Google infatti si staccheranno da Google+. Il prossimo pare essere proprio YouTube per il quale non sarà più richiesto un account sul Social.

Dopo le ripetute lamentele circa il mescolarsi tra video di YouTube e commenti del Social network, questo non accadrà più. Quanto segue è stato pubblicato sul blog ufficiale di YouTube:

“Con l’annuncio da parte di Google, vedrete più cambiamenti. I commenti che farete su YouTube verranno visualizzati solo lì e non anche su Google+ e viceversa.”

Questo cambiamento, questo tornare sui propri passi, fa parte parte di un più ampio sforzo da parte di Big G volto a facilitare il suo approccio su tutti i fronti rispetto a Google+. In particolare l’imponente Società fondata nel 1998, vuole semplificare l’utilizzo di tutti i suoi prodotti senza la necessità di utilizzare un profilo Google+ e il cambiamento dato dall’eliminazione dei commenti su YouTube è solo l’inizio.

Questo quanto dichiarato, tra l’altro, nel Blog ufficiale della casa di Mountain View che mette in chiaro quali siano le sue intenzioni:

“Le persone ci hanno detto che l’accesso a tutte le loro cose di Google con un solo account rende la vita molto più semplice. Ma abbiamo anche sentito che non ha senso che il profilo Google+ sia sempre presente in tutti gli altri prodotti Google che vengono utilizzati. Così, nei prossimi mesi, basterà semplicemente avere un account Google per condividere contenuti, comunicare con i contatti, creare un canale su YouTube e altro ancora: tutto attraverso Google.”

L’account Google, spesso considerato alla stessa stregua dell’indirizzo Gmail, sarà fondamentalmente staccato e la creazione di un nuovo indirizzo di posta non significherà più l’automatica entrata in Google+.

Ma non finisce qui perché nel blog si dice anche che gli utenti, che abbiano già creato un profilo Google+, se lo desiderano, potranno continuare ad utilizzare tutti i servizi di Google ma sarà data loro la possibilità di rimuovere il profilo pubblico del Social. Inoltre, l’account non sarà ricercabile (né sarà possible “seguirlo”), a differenza di quanto avviene con i profili pubblici di Google+. 

In pratica, invece di integrare tutti i servizi in un’unica piattaforma: vengono separati i singoli servizi permettendone un utilizzo totalmente slegato.

Questi cambiamenti in effetti hanno senso: il Social “rosso” non ha avuto il successo sperato e non tutti vogliono sentirsi obbligati ad utilizzarlo per poter usufruire dei vari servizi offerti da Google. Adesso Big G sembra dare loro quello che vogliono, tagliando i legami profondi tra Google+ e i vari strumenti e servizi ai quali è stato fino a questo momento associato.

Ora Google sarà utilizzato più come un luogo per visualizzare gli argomenti che interessano e non più come una rete social in piena regola!

 

E voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con questa mossa/ripensamento di Big G? Sarà forse possibile avere una maggiore privacy? Fatecelo sapere nei commenti.

 

Fonte: Google Blog Ufficiale | YouTube Blog Ufficiale