Pronti a dominare acqua, aria e terra?- Arrivano i nuovi mini droni Parrot

Parrot è ormai leader mondiale nella produzione di droni controllati via smartphone o tablet; la sua storia è infatti ricca di grandi successi: a cominciare dall’AR Drone 1.0, passando per i mitici rolling spider e jumping sumo (benché non sia propriamente un drone) sino ad arrivare al Bebop.

Protagonisti di questo articolo non sono però i dispositivi dal grande costo che incantano adulti e piccini, bensì i piccoli droni che uniscono prezzo ridotto e divertimento assicurato. Presentati poco più di un anno fa al CES 2014 di Las Vegas, il minuscolo quadricottero e il robot terrestre, hanno attirato migliaia di utenti che si sono cimentati in spettacolari acrobazie.

Preparatevi perché ad agosto i droni saranno aggiornati e Parrot ha in serbo alcune grandi sorprese! Senza ulteriori indugi andiamo a scoprirli insieme!

 

Nuovi Mini Droni Parrot | Il Divertimento è assicurato!

Parrot

Tecnologie avanzate e sistemi di comunicazione di ultima generazione accomunano i 13 nuovi modelli della società francese che domineranno tre dei quattro elementi: terra, aria e acqua saranno attraversati da dispositivi veloci e facilmente pilotabili.

 

Parrot Jumping | I robot terrestri molto smart

Si tratta di robot terrestri pilotabili attraverso WiFi a 2.4 o 5 GHz tramite l’app gratuita FreeFlight 3. Le loro peculiarità sono molteplici, ecco le principali:

  • Videocamera integrata: tutti i jumping sono equipaggiati con una videocamera grandangolare per il live streaming sugli schermi di smartphone e tablet. Foto e video ripresi vengono salvati direttamente sulla memoria flash interna
  • Speaker integrato: a seconda dell’umore, emettono dei ‘bip’, degli ‘ziiip’, dei lamenti, proprio come dei veri scassa mar.. ehm robot.
  • Walkie talkie: è possibile parlare e sentire attraverso i nuovi Minidrones.
  • Sistema a molla integrato brevettato: possono compiere vere acrobazie con la possibilità di saltare fino a 80 cm di altezza e di lunghezza sempre atterrando sulle loro ruote!
  • Ruote retrattili: in base alle diverse modalità di guida si può scegliere la modalità estesa o compatta.
  • Percorso programmabile: “Road Plan” permette di programmare percorsi e movimenti. L’itinerario è visibile sull’app

Questi si suddividono in due categorie: Jumping Race e Jumping Night.

 

Jumping Race | Potenti motori per toccare i 3.6 m/s

La categoria Race vanta tre fantastici droni con ruote sufficientemente larghe da garantire un’aderenza ottimale su ogni tipo di strada. I motori spingono i robot sino a 13 km/h grazie anche alla modalità boost.

L’estensione delle ruote può come al solito essere modificata:

  • Ruote aperte: per una maggiore stabilità e velocità, l’ideale per corse in pista.
  • Modalità compatta: per migliorare l’agilità e la guida nelle aree più strette.

Un riepilogo delle specifiche;

  • Velocità massima: 13 km/h
  • Salto: fino a 75 cm (altezza e lunghezza)
  • Autonomia: 20 min – Ricarica rapida in 25 minuti (con caricatore 2.6A, non incluso)
  • Prezzo consigliato: 199,90€

 

Jumping Night | Per sfidare le tenebre serve luce!

La serie Jumping è caratterizzata da un sensore fotografico che invia in streaming ad un tablet o uno smartphone ciò che vede. Quando il sole è sopra l’orizzonte non ci sono problemi, la situazioni si complica invece durante il crepuscolo e di notte: per questo Parrot ha dotato i suoi robot di due potenti LED, di luminosità modulabile dall’applicazione stessa.

Alcune specifiche tecniche:

  • Velocità massima: 7 km/h
  • Salto: fino a 80 cm (altezza e lunghezza)
  • Autonomia: 20 min – Ricarica rapida in 25 minuti (con caricatore 2.6A, non incluso)
  • Prezzo consigliato: 199,90€

 

Parrot Airborne | I droni Acrobatici 

Ultra compatti e iper-leggeri: ecco i Parrot Airborne. Questi dispositivi volanti sono pilotabili attraverso Bluetooth dall’applicazione gratuita FreeFlight 3,  la medesima dei Jumping. Non importa che li facciate volare fuori o dentro, perché anche grazie alla resistente carena, potrete andare a sbattere senza compromettere la struttura del drone.

Attenti però, dietro il loro tenero e innocuo aspetto si nasconde un vero mostro di tecnologia con sensori di ultima generazione:

  • Un accelerometro e un giroscopio a tre assi in grado di misurare e analizzare ogni movimento o inclinazione del drone;
  • Una telecamera verticale che scatta un’immagine del terreno ogni 16 millisecondi e la confronta con quella precedente per determinare la velocità;
  • Un sensore ultrasuoni che analizza l’altezza di volo fino a 4 metri, completato da un sensore di pressione.

Così come i Jumping, anche gli Airborne si suddividono in due grosse categorie.

 

Airborne Night | Per affrontare il buio notturno

Grazie ai due potenti LED, che si possono attivare dall’applicazione Free Flight 3, gliAirborne Night possono esplorare anche le zone più buie in completa sicurezza.

Velocità elevata ma ridotta autonomia per questo droni:

  • Velocità massima: 18 Km/h
  • Autonomia: 9 min senza carene — Ricarica rapida in 25 minuti (con caricatore 2.6A, non incluso)
  • Prezzo consigliato: 129,90€

 

Airborne Cargo | Trasportiamo piccole strutture in Lego

I Parrot Airborne Cargo sono droni da trasporto in grado di portare un pilota o qualsiasi tipo di carico, ma in particolare mattoncini Lego. Le specifiche sono analoghe a quelle precedenti, tranne per il prezzo di 99,90€

 

Parrot Hydrofoil | Gli ibridi tra aria e acqua

Le vere novità di quest’anno nel settore droni sono gli Hydrofoil. Come anticipato si tratta di ibridi: all’interno della confezione sarà presente un piccolo drone in rado di volare e un struttura galleggiante simile ad una barca.

Hydrofoil è priva di motori: la propulsione è data dai 4 rotori del drone che spingeranno l’imbarcazione sino 5.4 nodi. Attenti a non scaricare le batterie troppo presto però!

  • Velocità massima:
    • 18 Km/h in volo
    • 10 Km/h (5.4 nodi) sull’acqua
  • Autonomia: 7 minuti — Ricarica rapida in 25 minuti (con caricatore 2.6A, non incluso)
  • Prezzo consigliato: 169,90€

Tutti i prodotti precedentemente descritti, saranno disponibili a partire dal mese di agosto. Per sapere il giorno esatto, continuate a seguirci! Nel mentre fateci sapere cosa ne pensate!

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *