Nexus 5 2015: appare in rete il primo benchmark AnTuTu

La gamma di smartphone Nexus è stata creata da Google per mostrare al mondo la vera potenza e reattività del suo sistema operativo senza alcun tipo di personalizzazione – il cosidetto Android Stock –

Tutto è iniziato con il primo Nexus One realizzato dalla casa taiwanese HTC che, grazie al suo design ed al sistema operativo Android Eclair 2.1 ha convinto la critica e tutto il globo.

nexus gamma serie

Successivamente, Google ha collaborato direttamente con Samsung – una delle case più blasonate di quel periodo – per la creazione di Nexus S, che fu caratterizzato da uno schermo curvo che proteggeva la parte frontale ed il sistema operativo Android 2.3 Gingerbread.

Successivamente, sempre Samsung aiutò Google alla realizzazione di Galaxy Nexus, uno dei primi smartphone ad avere un display con una risoluzione HD debuttando sul mercato con Android 4.0 Ice Cream Sandwich e presentando per la prima volta i tasti a schermo piuttosto che fisici sotto il display.

E proprio da quella innovazione l’anno successivo nasce il Nexus 4; uno dei dispositivi più amati realizzato da LG offrendo un design ed un costruzione mai vista prima; vetro sia nella parte frontale che in quella posteriore con specifiche tecniche da ottimo device e Android 4.1 Jelly Bean. Il suo punto di forza fu proprio il prezzo altamente competitivo rispetto alla concorrenza che ha fatto innamorare i fans.

Così nel 2013 fu presentato Nexus 5, il device più apprezzato dagli utenti della gamma. Mentre lo scorso anno in collaborazione con Motorola, fu la volta di Nexus 6 con il nuovo sistema operativo Android 5.0 Lollipop che ha rappresentato uno dei maggiori cambiamenti “visivi” della storia del robottino verde.

Visto che Nexus 6 è stato un device che non ha sbalordito totalmente il pubblico, a causa delle sue dimensioni ed anche dal prezzo “gonfiato” e non in linea con le precedenti versioni, ora tutti gli amanti dell’esperienza “pura” di Android si aspettano grandi cose dalla prossima generazione di smartphone realizzati da Big G.

 

Le recenti fonti suggeriscono che Google abbia scelto, per la produzione di “Nexus 5 2015” la casa LG e Huawei creando due versioni ben distinte: una phablet (cosidetta Plus) e l’altra “standard”.

In rete sono apparse alcune immagini che mostrano il nuovo Nexus 5 2015 alle prese con un primo test benchmark di AnTuTu realizzando 85.530 punti ed andando ben oltre ai 68mila punti realizzati dal Samsung Galaxy S6 che al momento ne detiene il primato.

Purtroppo le immagini non provengono da una fonte ufficiale quindi perdono leggermente di credibilità anche perché, viene indicato un display con risoluzione FullHD ed è difficile credere che Google opti per questa tipologia visto che il Nexus 6 è dotato di un display QHD.

Il punteggio AnTuTu è incredibile ma, per nostra sfortuna, non vengono indicate le specifiche tecniche anche se potrebbe esserci il nuovo processore Snapdragon 820 associato a 4 GB di RAM.

A questo punto non ci resta che aspettare per scoprire se le informazioni sono vere oppure è stato tutto “montato”.

[fonte]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *