Samsung Galaxy S6 e S6 Edge: arriva l’aggiornamento a Lollipop 5.1.1

Da qualche giorno Samsung ha iniziato a rilasciare un importate aggiornamento per gli attuali Top Gamma Samsung Galaxy S6 e S6 Egde.

Come di consuetudine, il rollout dell’aggiornamento, è iniziato gradualmente, arrivando finalmente anche in Italia. Nei mesi scorsi, Samsung, aveva già rilasciato un aggiornamento per i due Galaxy, ma solo per correggere alcuni bug del sistema.

Questo aggiornamento invece è molto atteso in quanto porta nei due Top Gamma della casa coreana la versione di Android Lollipop 5.1.1.

android lollipop

Al momento sembra che l’aggiornamento, eseguibile anche tramite OTA (over the air), sia disponibile solo per i terminali No Brand, Vodafone e H3G, ma sicuramente non dovremo aspettare molto per vederli disponibili anche per le altre versioni.

Android Lollipop 5.1.1 non porterà solo l’ultima release del software sui Top Gamma di casa Samsung, ma anche dei miglioramenti per l’esperienza utente. 

Il changelog riportato in fase di update da Samsung è il seguente:

  • Aggiornamento per sistema operativo – Lollipop 5.1.1
  • Maggior sicurezza
  • Miglioramento dell’ intefaccia utente e stabilità
  • Nuove e/o migliori caratteristiche
  • Ulteriore perfezionamento delle prestazioni

Oltre a queste caratteristiche, troviamo diverse novità: impostando lo sfondo l’utente avrà la possibilità di disattivare l’effetto parallasse, potrà personalizzare il menù delle notifiche con l’eliminazione del tasto S-Finder e Connessione rapida e la regolarizzazione dell’esposizione tramite Swipe. Segnaliamo inoltre il ritorno della possibilità di ordinare in ordine alfabetico le applicazione del menù (impostazione presente nei modelli precedenti).

lollipop-nexus-shot

La versione di Lollipop 5.1.1 non permetterà il downgrade del software, quindi l’utente non avrà più la possibilità di tornare alle versioni precedenti di Android.

Gli amanti del modding, invece, con l’aggiornamento, non avranno la possibilità (almeno per ora) di effettuare il root del dispositivo o installare una recovery modificata, in quanto non esiste ancora nulla di compatibile con i nuovi firmware.

La vulnerabilità utilizzata dal tool PingPongRoot per avere il root e mantenere Knox a 0, coi i nuovi aggiornamenti è stata corretta da Samsung, ma non è detto che non se ne possa scoprire un’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *