WhatsApp Web: gestione dei gruppi, del profilo e molto altro

Il client ufficiale di WhatsApp utilizzabile sul PC attraverso il browser web riceve un sostanziale aggiornamento che integra l’eliminazione e l’archiviazione delle chat, la modifica del profilo e dello stato e la gestione dei gruppi.

Annunciato da circa un anno e mezzo, WhatsApp Web ha da sempre avuto scarne funzionalità consentendo, in maniera grossolana, solamente alcune modifiche riguardo la gestione delle notifiche e nient’altro. Poco tempo fa’, in WhatsApp Web furono aggiunte le nuove emoji che hanno caratterizzato uno degli ultimi aggiornamenti di WhatsApp per la piattaforma Android ma ha sempre tenuto un profilo basso, rimanendo solo con la peculiarità di poter usare il servizio di messaggistica anche su PC.

Leggi anche:

Da oggi, però, dopo l’aggiornamento backend del servizio, WhatsApp Web ha ricevuto una grande svolta nella sua interfaccia riuscendo a far gestire una serie di funzioni che erano disponibili solamente nelle versioni mobili di WhatsApp. Da adesso, è possibile modificare l’immagine del vostro profilo cliccando semplicemente con il mouse sulla foto o è possibile anche poter modificare il proprio stato cliccando sull’icona di modifica alla destra dello stato.

Andando avanti con le impostazioni, adesso è possibile anche eliminare o archiviare le chat singole, quelle archiviate o quelle di gruppo con la ulteriore possibilità di silenziare i gruppi o abbandonarli. Da notare anche come alcune opzioni sono anche raggiungibili attraverso scorciatoie da tastiera ma ciò è possibile solamente sporadicamente; si pensa quindi di una funzione ancora in sperimentazione.

Infine, accedendo alle informazioni di un contatto o di un gruppo, è presente adesso un grande pulsante rosso in grado di eliminare la chat o abbandonare il gruppo a cui fate riferimento. Inoltre, è possibile nei gruppi poter modificare l’icona oppure il titolo dello stesso.

Per poter ottenere tutte queste nuove funzionalità basta semplicemente accedere al client Web di WhatsApp così da ottenere l’aggiornamento back-end.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *