Google, a breve l’addio al brand Nexus per far posto ad Android Silver

Android_Aluminium_Wallpaper_by_frezorer

Dopo quasi un mese torniamo a parlare di Android Silver. Nel nostro precedente articolo, che potete trovare qui, avevamo già descritto (seppur con poche informazioni) su cosa si fondava questo progetto di Google. Oggi sono venute alla luce ulteriori news sull’argomento, tra l’altro di una certa rilevanza, infatti si vocifera che Android Silver andrà a sostituire il brand Nexus a partire dal 2015.

Gli smartphone con brand Nexus sembrano essere ormai destinati a scomparire entro il 2015, essi saranno sostituiti da una serie di smartphone di fascia alta che aderiranno ad Android Silver. Questo cambiamento sarà molto importante e soprattutto molto dispendioso per Google stessa, che finanzierà a suon di milioni, campagne mediatiche e installazioni nei negozi al fine di pubblicizzare il proprio OS e i servizi a se annessi oltre a sovvenzionare produttori ed operatori telefonici.

Android Silver permetterà a Big G di avere maggiore controllo sul software presente negli smartphone che aderiranno al progetto. Grazie a questo progetto, i suddetti smartphone potranno usufruire di aggiornamenti più frequenti e controllati da Google stessa, quest’ultima infatti sarà entusiasta di poter controllare direttamente gli aggiornamenti per gli smartphone così da poter fissare uno standard, inoltre così facendo renderà estremamente coerente l’esperienza d’uso su tutti i device aderenti al progetto.

Inizialmente il suddetto progetto sarà diretto agli Stati Uniti e agli altri “mercati sviluppati”, l’Italia dovrebbe essere compresa, ma ancora non ci è dato sapere. Resta l’incognita sul prezzo, si vocifera che questi nuovi smartphone saranno di fascia alta, e quindi il prezzo non dovrebbe essere contenuto come quello degli odierni Nexus.

Motorola ed LG saranno probabilmente i principali partner commerciali, quindi produttori degli smartphone Android Silver già a partire dal 2015, anno in cui questi particolari device verranno messi sul mercato. Samsung, Sony ed HTC hanno ancora bisogno di tempo per essere convinti del tutto, anche se le porte di Big G sembrano aperte.

In conclusione vi saranno novità importanti per Google e per Android, sia dal punto di vista dell’organizzazione che dal punto di vista comunicativo. Con l’eliminazione del brand Nexus vi sarà dunque l’introduzione di una gamma più ampia di dispositivi “Google” sempre aggiornati, garantiti e gestiti dall’azienda stessa, la quale, così facendo allargherà notevolmente la sua presenza sul mercato.

Il 2015 sarà probabilmente un anno di cambiamenti importantissimi per Google, soprattutto per il suo sistema operativo, considerando anche il fatto che si dovrà passare alle architetture a 64bit, così da non avere più niente da invidiare alla rivale Apple.