Assistenti vocali: qual è il migliore tra Siri, Cortana e Google Now?

Da qualche giorno circola in rete un video nel quale vengono confrontati tre assistenti vocali: Siri di Apple, Google Now di Android e la neonata Cortana di Microsoft. In questo video, i tre assistenti vocali vengono testati in dieci prove differenti.

siricortanagoogle-now

Nella prima prova, ai tre assistenti vocali viene chiesto di “disattivare la rete Wi-Fi”. Cortana e Siri eseguono il comando senza alcun problema, mentre Google Now effettua una semplice ricerca sul web.

Nella seconda prova, viene chiesto di fare il check-in in un luogo tramite l’app Foursquare. Cortana e Google Now eseguono il comando richiesto, mentre Siri effettua una ricerca sul web.

Nella terza prova, viene chiesto di effettuare una videochiamata utilizzando Skype. Questa prova viene superata soltanto da Cortana. Google Now effettua una ricerca sul web, mentre Siri si limita ad effettuare una chiamata standard.

Nella quarta prova, viene chiesto quando ci sarà la prossima partita di una squadra di basket e qui tutti e tre gli assistenti si comportano egregiamente.

Nella quinta prova, viene chiesto di controllare lo stato di un volo. Cortana e Google Now eseguono il comando mostrando le informazioni richieste, mentre Siri si limita ad effettuare una ricerca sul web.

Nella sesta prova, viene chiesto di trovare il ristorante più vicino, e qui i tre assistenti vocali non hanno alcun problema.

Nella settima prova, viene chiesto di trovare le indicazioni stradali per raggiungere un negozio. Anche in questa prova nulla da dire. I tre assistenti eseguono alla perfezione.

Nell’ottava prova, viene chiesto di aprire il sito della CNN. Solo Google Now riesce ad aprire il sito richiesto senza l’inserimento di ulteriori imput. Cortana e Siri invece, effettuano una ricerca sul web trovando il sito, ma per aprirlo è richiesto un “tap” sul nome del sito.

Nella penultima prova, viene chiesto di salvare una nota. Tutti e tre eseguono il comando senza nessun problema.

Nell’ultima prova, vengono chieste le previsioni meteo della zona e qui nulla da dire.

Questo è il video delle prove eseguite.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=-HJodK56EsU]

 

Da queste semplici prove è possibile determinare alcuni pro e contro dei tre assistenti vocali. Per quanto riguarda Siri è più facile elencare i “contro”. Nonostante non sia più in versione beta da molto tempo, ha ancora molto da imparare.

Visti gli attuali costi dei dispositivi su cui è installato Siri, Apple dovrebbe seriamente iniziare a pensare di aggiornare il proprio assistente vocale, con l’aggiunta di più funzioni come l’utilizzo di app di terze parti, diminuire di molto le ricerche web con il quale Siri risolve la maggior parte delle domande che gli vengono poste, cosa questa che a lungo andare può diventare molto fastidiosa, diminuire le cose futili tipo canzoni, barzellette che a mio parere servono a ben poco.

Google Now ha come pro il fatto di effettuare ricerche sul web a 360°, senza bisogno di ulteriori imput da parte dell’utente. Di contro però ne ha anch’esso molti. Non è ancora capace di eseguire operazioni semplici come effettuare chiamate, gestire le impostazioni del dispositivo e molto altro ancora. Possiamo affermare che al momento attuale Google Now è tutto, tranne che un assistente vocale vero e proprio.

Cortana invece è una vera e propria rivelazione. Nonostante sia ancora in versione beta è capace di eseguire comandi che sono fuori anche dalla portata di Siri. Interagisce con l’utente in modo fluido e soprattutto più veloce, ed è arricchita con molti più servizi degli altri due. Certo, anche Cortana ha ancora molta strada da fare, ma già così è destinata a fare grandi cose e a diventare una temuta avversaria per Siri.

In conclusione se dovessimo stilare una classifica, il primo posto sarebbe occupato da Cortana, il secondo da Siri e il terzo da Google Now.