Asus Fonepad 8 (FE380CXG) recensione completa [VIDEO]

Asus produce molti prodotti, dalle schede video agli smartphone… e tra questi si pone il Fonepad 8.

Infatti questa tavoletta da 8 pollici ha una particolarità che la differenzia dai normali prodotti della sua categoria. Ha la connessione mobile, 3G, con tanto di supporto dual SIM, e inoltre, può effettuare chiamate. Se state già pensando a gente che cammina per strada con un padellone da 8 pollici all’orecchio, avete ragione, perchè con questo tablet è possibile farlo in modo anche funzionale. Ma è giusto sottolineare come sia più naturale, con questo genere di device, usare auricolari e headset bluetooth. Cerchiamo di conoscere meglio questo Fonepad.

Specifiche tecniche

Il Fonepad 8 in prova è la versione FE380CXG, con 1 GB di RAM e 8 GB di ROM, in colorazione bianca. Il display è una unità IPS da 8 pollici. La confezione è molto compatta ma completa, troviamo al suo interno:

  • guida utente rapida
  • garanzia
  • auricolari stereo con microfono
  • cavo USB – microUSB
  • caricabatterie USB da 1A

Asus-Fonepad-8-_-1

Le caratteristiche tecniche principali si possono riassumere nelle seguenti:

  • Sistema operativo: Android 4.4 (subito dopo l’acquisto verrà aggiornato a Lollipop 5.0)
  • Display: 8 pollici LCD  WXGA (1280×800) IPS
  • CPU: Intel Atom Z3530 Quad-Core a 1.33 GHz, 64bit
  • Memoria:  1GB RAM e 8 GB ROM (è disponibile anche una versione da 2GB/16GB)
  • Reti mobili : HSPA+ UL:5.76 Mbps/DL:42 Mbps, 3G WCDMA e 2G EDGE/GSM
  • Interfacce wireless: WLAN802.11 b/g/n, Bluetooth 4.0, supporto Miracast
  • Fotocamere: 0.3 MP frontale e 2 MP posteriore senza flash e senza autofocus.
  • Connessioni : Jack da 3,5mm, Micro USB, Micro SD fino a 64GB, Micro SIM (Dual SIM)
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, sensore di campo magnetico, sensore di prossimità e luminosità
  • Batteria: 15.2Wh ai Polimeri di Litio (dichiarati 12 ore di autonomia e 21 in chiamata 3G)
  • Localizzazione: GPS, GLONASS e AGPS
  • Colori: Bianco, Blu, Rosso, Oro
  • Dimensioni: 120mm x 214mm x 9.3mm (WxDxH) per 330 g di peso.
Asus Fonepad 8 _ 10
Fonepad 8 vs Galaxy S4

 

Video Recensione

 

Design

Il tablet Asus presenta un design molto lineare e senza fronzoli, il tutto in una scocca in plastica con vetro frontale e back cover in policarbonato arricchita da una fine lavorazione della superficie che ne conferisce un piacevole senso di tessuto al tatto. Il tutto si traduce praticamente, almeno nella versione bianca in prova, nella grande facilità di rovinare il tutto con macchie di qualsiasi genere. Per quanto riguarda il vetro, non viene specificato che tipo di vetro sia, ma risulta veramente solido e quasi impossibile da flettere nell’uso quotidiano del device.

Asus Fonepad 8 _ 2

I tasti volume e accensione sono posti sul fianco sinistro, ma rivolti verso il posteriore in modo da non essere accidentalmente premuti quando si tiene in mano il dispositivo. Gli slot delle MicroSIM e della MicroSD sono protetti da un piccolo sportellino nel lato opposto.

Asus Fonepad 8 _ 5

La fotocamera posteriore, assai sobria sia nel design che nel funzionamento, è posta sull’angolo in alto a sinistra della cover posteriore. La batteria non è removibile e quindi non vi è nessun modo di accedervi.

Asus Fonepad 8 _ 7

Sul lato frontale è molto interessante la presenza di due speaker stereo, molto potenti. Il tutto è completato dai sensori di prossimità e luminosità e dalla fotocamera frontale.

Oltre che in bianco è disponibile in altri tre colori: rosso, oro e blu.

 

Software

L’Asus Fonepad 8 viene distribuito con la versione di Android Kitkat 4.4, ma fin da subito vi arriverà l’aggiornamento alla versione Lollipop 5.0, con evidente rallentamento e propensione a “prendersi delle pause” da parte di tutta l’interfaccia. Questo è dovuto anche ad una massiccia presenza di Bloatware (software preinstallato) che intasa sia la memoria RAM sia lo spazio di archiviazione interno, lasciando all’utente non più di 2 GB per immagini e filmati.


Asus-Fonepad-8-_Screenshot_2015-06-14-16-47-11

Questo crea una vera e propria necessità nel dotarsi di una microSD esterna dove conservare tutti i file multimediali, e lasciare quel poco di spazio libero per l’installazioni delle applicazioni preferite.

La conosciuta interfaccia ZenUI che caratterizza anche gli altri device ASUS si presenta sul Fonepad in tutta la sua semplicità, con personalizzazioni mirate a migliorare l’esperienza d’uso Stock senza appesantirla. Ecco quindi che ritroviamo il drawer applicazioni condiviso con i widget in un apposito Tab, e la presenza della funzione “cartelle Smart” che ho molto apprezzato vista la quantità esagerata di software che affolla il dispositivo. Questa funzione come suggerisce il nome, aiuta l’utente nella creazione di cartelle tematiche dove raggruppare le App simili.

 

Batteria

La batteria è uno degli aspetti particolari, oltre al fatto di poter effettuare telefonate “all’orecchio”. Se guardiamo la riga delle caratteristiche riguardanti questo elemento è possibile che qualcuno di voi si trovi spiazzato dalla presenza di due incongruenze con dispositivi simili.

Il primo è il fatto che la capacità della batteria viene sostituita dalla potenza dispensata all’ora e che la tecnologia di produzione è passata da una Li-Ion a Li-Plymer. Ora spieghiamo cosa cambia. La batteria è ai Polimeri di Litio, chiamate più comunemente nel campo del modellismo con l’acronimo LIPO.

Queste batterie sono notoriamente molto più costose da produrre rispetto alle Li-Ion e presentano una densità di potenza inferiore, ma possono essere costruite nelle forme più disparate e non contengono elettrolita liquido, ma solido. Cambiando tecnologia, all’ASUS hanno deciso di cambiare anche la grandezza usata per indicarci quanto è capiente e potente l’unità montata sul Fonepad. Ecco che quindi si è passati ai Wh, e nel nostro caso corrispondono a circa 4200mAh.

Asus-Fonepad-8-_Screenshot_2015-06-19-22-23-35

Come potete notare dal grafico della batteria, questo ha reso il Fonepad 8 un campione per l’autonomia. Infatti è stata sufficiente una ricarica totale per coprire l’intera giornata, passata quasi totalmente a guardare video da YouTube e dal NAS domestico. Con una breve pausa dalle 15 alle 20.

 

Prestazioni e Benchmark

Il Fonepad è dotato di un processore Intel Atom Z3530 quad core. Come ben sapete i processori Atom sono basati su architettura CIRSC x86-64 che lo rendono parte del corredo di particolarità di questo tablet. Questo lo differenzia dai concorrenti che si affidano ai più consueti ARM RISC e ci mette di fronte ad alcune difficoltà per inquadrarne la potenza reale. L’unico modo è testarli in benchmark.

Come si può constatare da questi numeri, il sistema Atom non è un mostro di potenza, ma per il target al quale è indirizzato questo Fonepad è più che sufficiente a garantire una esperienza d’uso soddisfacente.

 

Multimedialità e Galleria

Il Fonepad si mostra si da subito un dispositivo ottimo per riprodurre video, immagini e musica. Ma non disdice nemmeno i giochi con grafica 3D abbastanza particolareggiati. Ascoltare un brano o vedere un film su questo dispositivo vi lascerà veramente soddisfatti grazie ai due potenti, e ben collocati, altoparlanti frontali. Il suono non è molto profondo ma riesce a coprire tutta la gamma medio alta necessaria alla fruizione di filmati e video in steaming da internet.

Lo schermo ha dei colori molto ben bilanciati ed equilibrati e ad occhio nudo non sembra tendere ad una particolare tinta. I video FHD sono stati riprodotti senza problemi, senza nessun calo di frame-rate e con la totale libertà di muoversi nella timeline.

Il vero problema di questo Fonepad sono le fotocamere. 2 megapixel quella posteriore, senza flash e senza autofocus, impossibile da utilizzare in piccole macro, sia di oggetti ben illuminati che di piccoli testi stampati per annotazione. La fotocamera frontale con i suoi 0.3 megapixel non è altro che imbarazzante e nelle video chiamate è solo sufficiente.

 

Conclusioni

Un tablet che telefona, suona, intrattiene e ci permette di giocare per ore senza dover attaccare l’alimentatore. Il Fonepad 8 è tutto questo ad una cifra veramente contenuta. Ma non vi aspettate di avere un top di gamma tra le mani. Il reparto fotocamere è disastroso, e il quantitativo di memoria, sia RAM che di archiviazione, sono veramente stretti per un uso pesante. L’acquisto va quindi ponderato a seconda della reale esigenza.

Il Fonepad 8 FE380CXG in prova è possibile trovarlo a cifre variabili tra i 180€ ufficiali ai 130€ scontati e in offerta presso le grandi catene di distribuzione. Noi come sempre vi lasciamo il link Amazon per l’acquisto in offerta a circa 139 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *