Mandare un messaggio di testo? Attenzione, potrebbe essere vietato!

Un messaggio? perché no? Quante volte ci è capitato di prendere in mano lo smartphone mentre facciamo un po’ di shopping, andiamo a fare la spesa, a scuola o a lavoro? Sicuramente tante.

A volte per rispondere velocemente ad un messaggio, altre volte per fare una telefonata. Insomma, volenti o nolenti questo dispositivo per una ragione o per un’altra lo ritroviamo più facilmente in mano che in tasca.

E se ne fosse vietato l’uso per le strade? Se non si potessero più inviare messaggi di testo mentre si cammina liberamente sui marciapiedi?

Sembra assurdo a dirsi e c’è chi potrebbe spaventarsi al solo pensiero di non poter rispondere alla whatsappata dell’amica che le racconta i pettegolezzi della giornata o di non poter guardare tutte le foto appena postate su Facebook.

text_walking_lane

Ebbene, questo accade realmente ad Anversa. Nella cittadina belga sono comparse le “text walking line”, ossia delle corsie che sono percorribili a piedi mentre si è intenti a scrivere messaggi di testo.

Sembra si tratti di una trovata pubblicitaria, un’idea di una società, la Mlab, con sede nella stessa città, che avrebbe giustificato l’iniziativa sostenendo che la disattenzione provocata dallo scrivere SMS (per via della testa tenuta china sul device) è tale da rischiare urti tra pedoni e rottura degli schermi dei dispositivi causata dalle collisioni.

Queste corsie preferenziali sono al momento solo temporanee, ma non è esclusa la possibilità che diventino permanenti.

Fonte [bbc]

Ma ad Anversa non sono i primi a pensare ad una simile rivoluzione. Infatti, già nel settembre dell’anno scorso, i cinesi di Chongqing, avevano creato una corsia di marciapiede riservata agli smartphone, offrendo così un percorso apposito per coloro che erano assorti nella scrittura dei ben noti messaggini. Per una cinquantina di metri il marciapiede era stato  diviso in 2 corsie: una con il divieto dell’uso del cellulare l’altra con il permesso per i pedoni di utilizzarla – a loro “rischio e pericolo”.

corsia_preferenziale_2

Il responsabile della proprietà disse che si trattava fondamentalmente di uno scherzo volto a ricordare alla gente che è pericoloso twittare mentre si cammina per strada, aggiungendo che l’idea gli era venuta da un tratto di pavimentazione a Washington DC creato dalla National Geographic Television mesi prima, come parte di un esperimento comportamentale.

Chi si sarà attenuto alle regole imposte dalla segnaletica? Ovviamente, neanche a dirlo, solo i pedoni senza smartphone!

fonte: [AP]

E se in Italia succedesse lo stesso? Tu come ti comporteresti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *