Processore Qualcomm Snapdragon: 10 smartphone top gamma che non lo usano

Un’estate rovente ci sta aspettando a braccia aperte e noi con il nostro fidato smartphone siamo pronti a rosolarci sotto l’ombrellone e, a proposito di smartphone roventi vediamo un po’ chi non ha deciso di usare il SoC di Qualcomm sui propri device top di gamma, non vogliamo polemizzare e sicuramente Qualcomm non è all’inizio della fine con il suo turbolento e chiacchierato chip Snapdragon 810, ma molti altri brand hanno sentito puzza di bruciato e deciso di seguire altre piste meno torride.

 

Apple iPhone 6

migliori cloni iphone 6 e 6 plus

Apple è sicuramente nota per non utilizzare questi processori, difatti il gigante di Cupertino ha progettando il proprio chipset con l’aiuto di altre aziende dal momento che Apple non è esattamente un produttore di chip, si è fatta aiutare da TSMC e ha confezionato il SoC A8, un processore a 20 nm dual-core, 64-bit, dalle ottime prestazioni.

 

Apple iPhone 6 Plus

iphone_6_6plus_primary-100413338-orig-100413356-gallery.idge

La versione maggiore e più costosa è arricchita di un processore A8, nella stessa configurazione del suo fratellino minore, e nonostante abbia uno schermo più grane e con maggior risoluzione offre le stesse prestazioni del modello da 4.7 pollici perché è ottimizzato per funzionare perfettamente con soli due core.

 

Asus ZenFone 2

ASUS-ZenFone-2-color-line-up-792x446

Recentemente rilasciato non solo negli Stati Uniti, ma anche in molti altri paesi compreso il nostro, è uno smartphone veramente sorprendente, dal costo contenuto e offre delle caratteristiche da top player, ovviamente stiamo parlando della versione ZE551ML, che viene fornita con un processore Intel Atom Z3580 a 64-bit, con velocità di clock a 2.3 GHz, 4 GB di RAM e un display da 5,5 pollici a 1080p.

 

HTC One M9 +

HTC-One-M9-Plus-official-images (1)

Dispositivo al top del mercato mobile ma commercializzato non su tutto il pianeta è destinato solo alla Cina e ad altri mercati asiatici del sud (almeno momentaneamente). Smartphone Quad HD con scanner d’impronte digitali, dispaly da 5,2 pollici con risoluzione 2560 x 1440 pixel, interfaccia Sense 7.0 e una fotocamera posteriore da 20 megapixel Duo, 3GB di RAM e un processore MediaTek MT6795T octa-core con clock a 2.2 GHz, forse era questo il progetto più appetibile per una commercializzazione in Europa.

 

Huawei P8

huawei-p8-sample

Annunciato il mese di aprile, il P8 è tra i più recenti modelli di punta della casa cinese, e come ben sapete, i processori sono sfornati in casa, quindi non ci sono sorprese nel vedere a bordo del Huawei P8 un 64-bit HiSilicon Kirin 930 con 8 core e un clock fino a 2.0 GHz, il device ha un sottile body metallico da 6.4 millimetri, display da 5,2 pollici, una ottima fotocamera da 13 megapixel posteriore , mentre quella anteriore è da 8 MP il tutto condito da 3 GB di RAM.

 

Huawei P8 Max

p8-max huawei

Fratellone più grande del P8 e alimentato dallo stesso processore Kirin 930, display immenso da 6.8 pollici (quasi un tablet) con risoluzione 1080 x 1920 pixel, altra caratteristica importante per questo dispositivo è l’enorme batteria da 4360 Mah.

 

Lenovo Vibe X 2

Lenovo Vibe X2 3

Rilasciato alla fine dell’anno scorso e quindi un po’ “datato” è il primo smartphone ad avere un design multistrato di metallo, il che significa che se lo mettiamo di lato vediamo 3 diversi colori di metallo, il Vibe X 2 ha un processore MediaTek MT6595 octa-core con velocità di clock 2.0 GHz, display da 5 pollici, 2GB di RAM, una fotocamera principale da 13 megapixel , mentre quella frontale si allinea con lo standard da 5 MP, che quando è stato presentato era pur sempre una ottima fotocamera.

 

Meizu MX4 Pro

meizu mx4 pro

Disponibile in alcuni mercati dal mese di dicembre, questo modello è il device di punta ad oggi della casa cinese fondata nel 2003, questo smartphone è uno dei pochi non-Samsung che utilizza un processore Exynos, un octa-core con velocità 2 GHz, ed è esattamente un Exynos 5430. Display da 5.5 pollici, 3GB di RAM e fotocamera posteriore da 20 MP, batteria ottima da 3350 Mah e spazio di archiviazione da 64 GB.

 

Samsung Galaxy S6

samsung-galaxy-s6-hands-on-bn

Il Galaxy S6 non è solo un nuovo inizio da parte Samsung per quanto riguarda il design, ma anche per l’utilizzo esclusivo del chipset Exynos, mentre i precedenti modelli di punta hanno avuto almeno una variante con processore Qualcomm Snapdragon, da questo modello hanno pensato bene di usare i propri chip octa-core presentando il modello Exynos 7420, il primo processore progettato a 14 nm, vi ricordo brevemente che il modello Samsun Galaxy S6 è un 5.1 pollici Quad HD, ha 16 MP di fotocamera posteriore, equipaggiato con sensore di frequenza cardiaca, scanner di impronte digitali, 3 GB di RAM e fino a 128 GB di spazio di archiviazione.

 

Samsung Galaxy S6 Edge

Samsung-Galaxy-S6-edge-official-images

Simile al S6 anche lui sotto il cofano ha un Exynos 7420 costruito dalla casa madre, costa 100 euro in più per via del suo schermo ricurvo sui lati che gli conferisce un look veramente inusuale e unico, oltre ad alcune funzionalità supplementari via software.

Concludiamo qui questa carrellata sugli smartphone top di gamma che non usano un processore Qualcomm Snapdragon come anima pulsante con la nostra idea personale: aspettiamo con curiosità il nuovo Snapdragon 820 per vedere e capire se ci saranno reali miglioramenti o se è un’azienda destinata a una lenta e inesorabile discesa verso i bollenti.. inferi.

Leggi anche | Qualcomm Snapdragon 820: scopriamo i nuovi core Kyro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *