Gionee M5: smartphone con la doppia batteria

Come tutti ben sanno, il maggior vincolo che gli smartphone di ultima generazione si portano dietro da anni è la durata della batteria che, per alcuni device della fascia medio-bassa, è davvero scarsa con circa mezza giornata di autonomia se non di meno. Ovviamente, il sogno di tutti gli utenti che hanno molto a che fare con il proprio smartphone è quello di possederne uno la cui autonomia superi la giornata e forse l’azienda cinese Gionee potrebbe esservi d’aiuto.

Per chi non ne era a conoscenza, Gionee è un’azienda cinese di telefonia con sede a Shenzhen e fondata nel 2002 che ha ottenuto un notevole successo sia in Asia che in Europa grazie alla sua gamma di smartphone Elife di cui l’Elife E8 o l’Elife S5.1 che ha riscosso più successo di tutti grazie al suo primato di smartphone più sottile al mondo.

Leggi anche: Gionee Elife E8 ottiene la certificazione TENAA: confermate alcune specifiche

Quest’oggi, però, dal social network cinese Weibo è stato trapelato un teaser di un nuovo dispositivo della casa cinese denominato M5 che ha la particolarità di avere all’interno ben due batterie in grado di potervi garantire ben 4 giorni di autonomia, prestandosi come lo smartphone con la maggiore autonomia in assoluto.

gionee-m5

Oltre questa caratteristica, non viene trapelata nessuna caratteristica aggiuntiva di questo nuovo smartphone che sicuramente riceverà le più gradite attenzioni avendo la caratteristica più importante che al giorno d’oggi uno smartphone dovrebbe avere. Riguardo le due batterie, possiamo supporre che esse siano più grandi di 2500 mAh e possono essere ricaricate separatamente. Quindi, se una batteria dovesse scaricarsi completamente, potrete comunque usare lo smartphone con la restante batteria e ricaricare l’altra fuori uso.

In ogni modo, l’azienda deve ancora specificare quelli che sono gli ultimi dettagli di questo smartphone che ha già attratto una buona fascia di utenti che sono incentrati sulla autonomia del proprio smartphone anche se a molti utenti, la provenienza cinese fa storcere il naso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *