iPhone Android, parola di Woz

In occasione della Apps World North America, Steve Wozniak (co-fondatore di Apple) rilascia un’intervista a Wired approfittando per dare consigli alla sua ex-azienda.

Secondo il parere “modesto” di Woz (modesto fra virgolette, dato che tutti sappiamo chi è e cosa ha fatto), Apple dovrebbe produrre uno smartphone con Android.

Non c’è nessun ostacolo che impedisca ad Apple di entrare nel settore Android come segmento secondario. […] Saremmo in grado di competere alla grande, alla gente piacciono il design e la qualità dei nostri prodotti. Potremmo combattere in due arene allo stesso tempo”.

Limitazioni tecniche non ci sono, visto che Android è un sistema completamente open source basato su Apache 2.0. L’unico neo sarebbero le Google Apps (di proprietà dell’azienda di Mountain View) ma Apple potrebbe farne tranquillamente a meno (visto che le app sul Play Store e sull’Apple Store sono praticamente le stesse).

Apple potrebbe, quindi, adottare la stessa scelta di Amazon: un terminale Android-based con una forte personalizzazione grafica e l’adozione del proprio store.

“Squadra che vince non si cambia. […] Se prendi uno smartphone Samsung, puoi scattare una foto coi comandi vocali, ma questo sarebbe innovativo? Per me è solo una cascata di funzioni. Le persone non scelgono certo i dispositivi in base a funzioni del genere. Apple è superiore nella sua capacità di dire no a queste scelte”

Wozniak “punzecchia” Samsung (e le varie features in generale) con l’accusa di appesantire i propri terminali fornendo funzioni totalmente futili, al contrario di Apple che fornisce un’interfaccia totalmente pulita e basica (forse anche troppo secondo alcuni).

“A caldo” quest’intervista ha dell’assurdo. Però, in un secondo momento, ci si può rendere conto che un iPhone Android potrebbe veramente avere successo nel mercato, dato che ogni top di gamma ha delle pecche per le quali Apple potrebbe trarne vantaggio.