Recovery, Root e CyanogenMod per principianti: CM Installer [Guida]

RICORDO CHE LA PROCEDURA QUI RIPORTATA E’ AUTOMATICA E STUDIATA PER L’INSTALLAZIONE DELLA CYANOGENMOD SU ALCUNI DISPOSITIVI TESTATI MA NON E’ ESENTE DA RISCHI. CHI LA ESEGUE NE E’ COSCIENTE E SI ASSUME LA RESPONSIBILITÀ DEI POSSIBILI RISULTATI. 

Vi siete stuffati di avere uno smartphone con una versione di Android obsoleta? oppure volete dare una svolta alla esperienza d’uso che solo una custom ROM può offrirvi? Non avete mai cambiato il bootloader ne rootato un dispositivo prima d’ora? Se avete risposto affermativamente a solo una di queste domande allora la nostra guida vi potrà dare una mano a raggiungere il vostro desiderio.

La procedura è testata solo per alcuni dispositivi e vi consentirà di ottenere i permessi di root, una recovery modificata e l’ultima CyanogenMod stabile disponibile per il vostro dispositivo. La lista completa è possibile reperirla a questo indirizzo:

http://wiki.cyanogenmod.org/w/CyanogenMod_Installer

Se visitate la pagina get.cm dal vostro smartphone vi troverete davanti un invito a installare una piccola applicazione (non presente sul playstore) tramite download diretto. Questo è solo l’inizio di una procedura di installazione che guida l’utente ad eseguire piccole ma importantissime impostazioni sia sullo smartphone che sul pc.

Già per installare l’applicazione verrete esortati ad attivare le “origini sconosciute” tra quelle attendibili per l’installazione delle app. Una volta installata l’applicazione inizia la vera procedura.

Cyanogen-Installer-app-01

A questo punto, l’app vi chiede di effettuare un backup completo e di installare l’applicazione sul vostro PC, che potete trovare a questo indirizzo .

Dopo aver effettuato i preparativi e cliccato sul tasto “inizio” vi verrà chiesto di accettare un piccolo disclaimer, in inglese, che vi avvertirà della possibile instabilità del dispositivo dopo l’installazione. Logicamente questo si verifica molto raramente, ma essendo delle custom ROM è pur sempre presente una piccola probabilità di insuccesso nell’installazione, che avviene comunque tramite il flash diretto sulla memoria del dispositivo.

Cyanogen-Installer-app-02

Bene, dopo essersi presi tutte le responsabilità di un possibile BRICK del dispositivo, e aver eseguito il backup dei dati personali, possiamo andare avanti con la procedura.

Nelle due schermate successive verrà chiesto di modificare alcune impostazioni relative l’autorizzazione all’USB debug e al tipo di comunicazione USB. Infatti tutto il sistema si basa sull’invio tramite USB di comandi diretti al nostro dispositivo senza dover eseguire il ROOT.

Cyanogen-Installer-app-03Cyanogen-Installer-app-04

A questo punto dobbiamo spostarci sul nostro PC. Come sempre per queste procedure è bene utilizzare un portatile con la batteria efficiente oppure un PC desktop dotato di gruppo di continuità per scongiurare pericoli di interruzione della procedura a causa di mancata alimentazione. Inoltre, come viene anche richiesto dal programma stesso, è buona regola disattivare momentaneamente i programmi antivirus, che notoriamente hanno la brutta abitudine di interrompere qualsiasi attività senza preavviso.

Cyanogen-Installer-app-05

Ora è arrivato il momento di collegare il dispositivo al PC tramite il cavo USB. Il sistema installerà in automatico i driver di cui ha bisogno dopo aver riconosciuto il dispositivo. Se il dispositivo è tra quelli supportati dall’applicazione, verrà scaricata la Recovery CWM e la CyanogenMod stabile più recente.

Cyanogen-Installer-app-07

Al termine del download il sistema ci esorterà ancora una volta a effettuare il backup dei dati personali, ricordandoci che la procedura prevede la formattazione completa della memoria utente del dispositivo. Continuando, inizierà finalmente l’installazione del software nel nostro dispositivo, che si riavvierà in automatico in modalità download.

Cyanogen-Installer-app-08

Al termine di questa procedura il dispositivo si riavvierà e avremo finalmente sia la recovery modificata CWM, sia il ROOT, sia la nostra CyanogenMod. Ora potete decidere se tenere la Cyano installata in automatico o scaricare l’ultima Naughty dal sito… questo logicamente a vostro rischio.