KingZone N3 Plus: Recensione con specifiche, pregi / difetti e considerazioni [Video]

Sono molte le società in forte ascesa all’interno del territorio cinese grazie anche ai molti Store italiani di import/export, presenti attualmente sul web, che riescono ad offrire al consumatore, spedizioni veloci e garanzia all’interno del nostro paese.

Infatti il mercato cinese offre ottime soluzioni a prezzi totalmente ridicoli e se da una parte Samsung e sopratutto Apple stanno alzando i loro prezzi per un mercato rivolto al “lusso” e contrariamente i cinaphonini stanno prendendo quote di mercato a livello mondiale grazie a buone specifiche tecniche e a prezzi rivolti al consumatore “comune” – detto banalmente, una persona normale come tu che stai leggendo ora questa recensione non disposta a spendere un’ intera paga o forse più per un “cellulare”.

Uno dei marchi cinesi in forte ascesa è KingZone grazie ad un successo dovuto ai suoi prodotti e che si vuole consolidare nel mercato con il nuovo KingZone N3 Plus; una rivisitazione del già famoso N3 con specifiche migliorate e che, siamo riusciti a testare dandovi le nostre impressioni e pareri in una recensione completa. Ma vediamo nel dettaglio questo nuovo “cinaphonino”!

KingZone N3 Plus (1)

 

Video Recensione Completa

 

Unboxing

La confezione è abbastanza standard con l’immagine del device nella parte frontale, un doppio sigillo di chiusura e nella parte posteriore della scatola troviamo alcune specifiche tecniche complete dello smartphone.

KingZone N3 Plus (2)

All’interno, oltre alla classica dotazione che comprende la manualistica, il caricabatterie con attacco per prese italiane ed il cavo USB, viene fornita una pellicola protettiva per lo schermo, degli auricolari in-ear di ottima fattura, un bumper trasparente di protezione ed un cavo OTG per il collegamento delle chiavette USB.

 

Design e primo contatto

Appena si prende in mano il KingZone N3 Plus si viene colpiti dalla qualità costruttiva e dai materiali che sono a livello dei top di gamma attualmente presenti sul mercato. La forma è abbastanza squadrata ed anche se presenta un retro completamente smussato da un pò fastidio quando lo si tiene in mano per un lungo periodo.

Diciamo che, tutto sommato, il design è buono essendo anche molto sottile, leggero e robusto con una cover posteriore removibile che presenta una texture gommata che ne garantisce un’ottima presa e feeling anche se non è immune da segni di impronte, ditate e sporco.

Una volta acceso si nota un’ottimizzazione delle cornici intorno al display che sono abbastanza ridotte – non paragonabili a top gamma LG, ma buone – ed i classici tasti fisici di Android retroilluminati che permettono un buon utilizzo anche al buio.

KingZone inoltre per questo device sviluppa una Flip Cover con finestra specifica con la gestione della stessa che avviene tramite un’applicazione all’interno delle impostazioni.

 

Hardware

Lo smartphone si presenta – come detto – con delle buone specifiche tecniche per un device che va a collocarsi nella fascia media del mercato e, delle caratteristiche uniche che lo contraddistinguono dalla concorrenza in questa fascia come il sensore di impronte digitali, il supporto OTG e la connessione veloce 4G/LTE.

Ma vediamo il comparto hardware completo di questo KingZone N3 Plus:

  • Display Sharp LCD IPS da 5 pollici con risoluzione HD da 1280 x 720 pixel protetto da vetro Gorilla Glass 3
  • Processore MediaTek MT6732W Quad-Core 64 bit da 1.5 GHz
  • GPU Mali 760
  • 2 GB di RAM
  • Fotocamera posteriore Sony da 13 megapixel con f/2.0
  • Fotocamera anteriore da 8 megapixel
  • 16 GB di memoria interna espandibile tramite microSD fino a 64 GB
  • Batteria da 2.800 mAh removibile
  • Dotato di connettività veloce LTE / 4G compatibile anche con le nostre reti (800 / 1800 / 2100 / 2600MHz)
  • Supporto Bluetooth 4.0 e OTG
  • Dual SIM (una normale ed una micro)
  • Altoparlanti anteriori dotati del chip Yamaha per l’ottimizzazione della qualità sonora
  • Dimensioni di 143.8 x 17.8 x 7.5 mm
  • Peso di 139 grammi

 

Batteria ed autonomia

La batteria montata su questo Kingzone N3 è da 2.800mAh, la quale garantisce un’ autonomia molto soddisfacente; quest’ultima, aiutata anche da un processore non particolarmente dispendioso dal punto di vista energetico, riesce a portarci (con uso medio – intenso) a tarda notte, grazie anche a particolari accorgimenti per il risparmio energetico attivabili nelle impostazioni.

Smartgesture come Smartwake e Fingerprint hanno un consumo elevato e quindi se attivati andranno ad intaccare maggiormente l’autonomia che difficilmente vi porterà fino a sera; personalmente con un utilizzo medio facevo tranquillamente 8 del mattimo 22 di sera con anche la sola connessione 3G / LTE accesa – senza l’utilizzo del WiFi – e con 2 ore e mezza di schermo come si può vedere dagli screen sottostanti.

 

Software e Feature

La versione Android a bordo del KingZone N3 Plus è la 4.4.4 KitKat con pochissima personalizzazione da parte della casa e questo permette di avere circa più di 1 GB libero di RAM che ne garantisce una discreta fluidità e reattività.

Una tra le funzionalità più particolari e curiose è sicuramente il lettore di impronte digitali che è posto in una posizione molto scomoda, infatti si trova sul retro del dispositivo e non ne permette un accesso veloce e sopratutto la praticità è piuttosto scomoda. Il rilievo dell’impronta avviene tramite il trascinamento del dito sul sensore ed all’inizio si incorrerà in moltissimi accessi negati per poi capire come utilizzarlo.

Personalmente dopo 1 giorno di utilizzo e due accessi non riusciti su tre l’ho disattivato.

Tramite il sensore di impronte digitali si può navigare “in giro” per le schermate oppure scrollare delle pagine facendo semplicemente degli swipe sul sensore senza toccare il display.

Ci sono inoltre le Screen Gesture che consentono di effettuare delle azioni tramite delle gesture come doppio tap sul display per risvegliarlo, swipe per bloccarlo, disegnare una lettera sullo schermo spento per avviare una determinata applicazione e molte altre già conosciute su altri device.

A completare ed arricchire l’esperienza troviamo il supporto completo per la doppia SIM gestibile tramite le applicazioni, una memoria da 16 GB espandibile tramite microSD ed il LED di notifica.

 

Fotocamera e Multimedialità

Il comparto fotocamera lo conosciamo visto che il sensore posteriore da 13 megapixel prodotto da Sony lo troviamo a bordo a quasi tutti gli smartphone con brand cinese.

La resa fotografica non è paragonabile ai top di gamma europei ed il sensore principale da 13 megapixel si comporta egregiamente; l’assenza di un’ottimizzazione sofware sicuramente non migliora lo scatto, infatti di giorno le foto appaiono “pulite e precise” mentre con luce scarsa e di notte lo scatto ha molto rumore con qualche miglioramento utilizzando HDR.

Qui di seguito potete trovare una mini-galleria fotografica di scatti fatti con questo interessante device in modo da poter giudicare voi stessi la qualità delle foto.

Ovvio che per uno smartphone low-cost come il KingZone N3 Plus non si può chiedere di più e, sicuramente, a questo prezzo è difficile trovare una resa fotografica simile.

Ottima la fotocamera anteriore da 8 megapixel che permette la realizzazione di “buoni selfie”.

Uno dei punti a favore di questo KingZone N3 Plus è sicuramente il comparto audio che è affidato al chip Yamaha che garantisce un buon livello anche grazie alla presenza di un doppio speaker frontale in stile BoomSound di HTC.

Ovvio che appena si alza il volume al massimo i bassi “distorgono” l’audio che non è più pulito ma bisogna trovare il giusto equilibrio.

Il GPS funziona davvero in modo superbo ed effettua una localizzazione immediata della propria posizione.

 

Prestazioni e AnTuTu

Il processore MediaTek MT6732 quad-core – che sicuramente non è l’ultimo arrivato sul mercato – riesce a gestire discretamente qualsiasi processo ed anche qui si spera in un aggiornamento prossimo ad Android Lollipop per sfruttare l’architettura 64 bit del SoC.

I 2 GB di RAM a bordo aiutano tutti i processi in MultiTasking e la velocità di apertura delle applicazioni è molto buona consentendo una “user experience” da buon device senza inceppamenti e/o rallentamenti.

Su AnTuTu raggiunge un punteggio di 32.096 in linea con i top di gamma della scorsa annata.

 

Prezzo

Il “piatto forte” di questo KingZone N3 Plus è sicuramente il prezzo che è veramente basso, infatti parliamo di soli 150 euro al nostro cambio ed è acquistabile tramite il noto Store GearBeast (a questo link) in sconto – utilizzando il codice coupon: KN3PGB – all’incredibile prezzo di 150,9 dollari (135 euro).

 

Conclusioni

Sicuramente KingZone con questo device ha giocato un’ottima carta visto che presenta specifiche di device di fascia media unite con un prezzo davvero low-cost. Questo device si adatta quindi a tutti coloro che cercano un buon smartphone unito a specifiche buone e funzionalità singolari.

I punti a favore sono sicuramente la RAM da 2 GB, batteria removibile e doppio speaker frontale ottimizzato con il chip Yamaha.

I punti a sfavore sono l’assenza di personalizzazione – KingZone poteva implementare un parco temi per una personalizzazione software – ed un comparto fotocamera che non presenta ottimizzazioni e quindi permette al device di fare discrete foto.