LG G4: niente supporto alla Quick Charge 2.0

La progettazione di un dispositivo che vede l’uso di processori di altri produttori, prevede l’implementazione dei chip con i circuiti ausiliari e i relativi componenti che ne possano sfruttare a pieno tutte le potenzialità. Ma non sempre è necessario o conveniente usarle tutte.

Nel caso specifico dello Snapdragon 808 di Qualcomm, ha tra le tante funzioni anche la ricarica rapida Quick Charge 2.0, un sistema di gestione della corrente di ricarica che si attiva collegando il dispositivo ad un carica-batteria compatibile con tale tecnologia.

Leggi anche | LG G4 ufficiale! Specifiche, caratteristiche uniche e prezzo

Con la presentazione del nuovo LG G4 dotato appunto del SD808, si è preso per buono che questo supporti la ricarica Quick Charge 2.0, ma non è cosi. In molti tra cui i colleghi di Android Headlines in possesso di un esemplare in prova hanno provato a ricaricarlo tramite un caricabatterie certificato Qualcomm ma hanno solo ottenuto un flusso di corrente classico. Questo logicamente ha fatto alzare un gran polverone in rete.

Il tutto è stato poi confermato da una dichiarazione di LG ad una richiesta diretta di chiarimenti da parte del sito Droid Life.

G4-quick charge

Hanno semplicemente dichiarato che LG G4 supporta la Quick Charge 1.8 solo tramite appositi pad di ricarica wireless. Logicamente parliamo di una tecnologia meno potente di quella sopportabile dal SoC e che impone l’acquisto di altri accessori autorizzati da LG.

Ma perchè LG avrebbe omesso questa funzione dal suo TOP di gamma? Di certo non è per contenere il prezzo visto che hanno svariato con la produzione di cover in pelle con procedimenti vegetali (molto costosi). E nemmeno per questioni legate alla progettazione, visto che il SoC prevede tale funzione.

Sarà per contenere anche in questo caso la temperatura del dispositivo? Il motivo più “commerciale” è forse quello più logico, la tecnologia è implementata ma attivabile solo con i loro accessori speciali.

Leggi anche | LG G4 deludente nei primi benchmark

Questa è solo un’altra delle piccolezze che stanno facendo storcere il naso a molti fan di LG e ai nuovi potenziali clienti rimasti affascinati dal design e dalla cura costruttiva del nuovo dispositivo (per non menzionare, come sempre, fotocamera e schermo superlativi), ma che a fronte della spesa esorbitante richiesta per questa classe di prodotti non sono disposti a scendere a compromessi o rinunciare a qualcosa che potrebbero tranquillamente avere.

E voi come la pensate? Potreste fare a meno di una Quick Charge 2.0 su un dispositivo da 700€ che la prevede ma non la supporta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *