WhatsApp entra nel mercato telefonico con la sua WhatsApp Sim

Da molti anni ormai si parla di un possibile ingresso di Google nel mercato super affollato dei gestori telefonici MVNO, i cosiddetti operatori virtuali come i nostrani CoopVoce o PosteMobile. Dobbiamo però constatare che il colosso di Mountain View è stato quasi battuto sul tempo da Whatsapp. Notizia di qualche ora infatti è l’ingresso nel mercato telefonico tedesco della famosa applicazione di messaggistica con una speciale offerta fatta in collaborazione con il terzo operatore di Germania E.Plus+.

Ecco perchè abbiamo detto “quasi”. A differenza di quanto apparso sui blog di alcuni nostri colleghi, Whatsapp non ha lanciato un servizio telefonico con proprio logo e rete di vendita. Il servizio ideato insieme all’operatore E.Plus+ riguarda infatti la possibilità di attivare una sim ricaricabile con accesso illimitato al servizio di messaggistica via web anche in assenza di credito residuo sulla scheda. Il costo di attivazione del servizio è pari a 10€, la tariffa base precaricata sulla sim prevede un costo di 9cent/minuto e 9cent per sms verso tutti i numeri in Germania e 24cent per ogni Mb di navigazione web, l’utilizzo di Whatsapp è invece gratuito e illimitiato anche a credito esaurito.Schermata 2014-04-08 a 14.34.37

In alternativa sarà possibile attivare l’opzione WhatsAll la quale converte le ricariche in crediti (10€ = 600 crediti) i quali potranno essere utilizzati per l’utilizzo dei servizi telefonici classici (telefonate, sms, navigazione internet). Un credito corrisponde a 1Mb di navigazione internet, oppure ad 1 minuto di chiamata oppure ad 1 sms classico. Anche in questo caso l’utilizzo di Whatsapp non andrà a erodere alcun credito e potrà essere utilizzato senza limiti di dati o anche a credito zero.

Schermata 2014-04-08 a 14.36.19Ovviamente visto lo spiccato carattere social di questa iniziativa, è prevista la possibilità di invitare gli amici a provare il servizio di WhatsApp sim E.Plus+ e guadagnare così 10€ per ogni amico che acquista la sim. Nessuna indiscrezione per quanto riguarda il tanto chiacchierato servizio di chiamate voce tramite WhatsApp e su come esso potrà integrarsi con la promessa di servizio illimitato che con cui queste sim vengono ora commercializzate. Quello che ci incuriosisce è vedere come reagirà il mercato nella speranza che anche in Italia verrà portato questo rivoluzionario modo di vendere il servizio telefonico nonostante i gestori nostrani cerchino in ogni modo di ostacolare la diffusione di internet facendo pagare i Gb di navigazione a peso d’oro