La nuova idea di Google, Android Silver!

animated_android_silver

Come è già accaduto in passato, anche stavolta vengono fuori nuove informazioni su Android grazie ad alcune immagini scattate da personaggi anonimi vicini a Google. Di recente infatti sono state recapitate delle slide contenenti informazioni di Android Police riguardo un nuovo programma che Big G starebbe valutando di mettere in atto, queste slide riguardano “Android Silver”.

Android Silver è presumibilmente il nome di questo nuovo programma che Google avrebbe intenzione di lanciare. Esso non rappresenta una nuova versione del sistema operativo mobile bensì un insieme di servizi atti ad offrire all’utente un’esperienza premium con il proprio device. Nonostante la fonte di queste informazioni sia abbastanza affidabile,c’è da considerare il fatto che Google, molte volte aggiorna, rinvia e/o modifica i suoi piani, per cui è impossibile sapere con certezza cosa ci riserverà.

Con Android Silver, Google si prefiggerebbe 6 principali obbiettivi:

  1. Semplificare la scelta : diventeranno dispositivi Android Silver i 5 migliori dispositivi Android prodotti dalle aziende più importanti
  2. Migliorare l’esperienza  dell’utente finale :  ci accerteremo che su tali dispositivi vi sia a bordo l’ultima versione di Android senza personalizzazione (o con personalizzazioni molto limitate)
  3. Ridurre il “prezzo da pagare” al passaggio ad un altro dispositivo: renderemo più facile per gli utenti passare ad un dispositivo Android Silver permettendo il trasferimento delle applicazioni, delle impostazioni, delle configurazioni e dei dati
  4. Dare tranquillità: daremo tranquillità agli utenti con dei servizi progettati esclusivamente per Android Silver
  5. Rendere semplice l’acquisto dei dispositivi: renderemo disponibili i dispositivi nei negozi degli operatori telefonici in una sezione dedicata degli store e spingeremo nelle vendite del robottino argentato
  6. E rendere desiderabili tali dispositivi: infine metteremo a punto campagne di marketing per creare hype sul robottino che identifica Android Silver e stimoleremo la domanda di Android Silver

Questi 6 punti esplicitano chiaro e tondo una cosa: Google starebbe almeno pensando di dare agli utenti Android Silver la possibilità di avere un’esperienza premium sotto tutti i punti di vista, dagli aggiornamenti software all’assistenza vera e propria. Parlando di assistenza vi sono informazioni su un nuovo servizio che Google avrebbe pensato per gli utenti possessori di un dispositivo Android Silver: un servizio attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che consiste in Hangout con personale esperto di un particolare operatore telefonico, che aiuterà l’utente a risolvere qualunque tipo di problema con il proprio device. Gli Hangout  potranno essere effettuati anche dal proprio smartphone o tablet Android.

Dovrebbe  esservi anche un ulteriore servizio, che prenderebbe il nome di “Never Lost”, con il quale si potrà utilizzare il proprio dispositivo a distanza. Con Never Lost, infatti, si avrebbe la possibilità di:

  1. cercare e tracciare il proprio dispositivo da qualsiasi posto
  2. sospendere i propri servizi
  3. rinominare, bloccare e resettare il dispositivo
  4. ricevere un telefono in prestito almeno fin quando non si sarà riusciti a rintracciare quello perso
  5. effettuare un backup di tutti i dati
  6. far riprodurre al dispositivo un suono anche quando è in modalità silenziosa
  7. ottenere informazioni sulla navigazione stradale per raggiungere il proprio dispositivo perso
  8. pensare alla durata della batteria

Dopo queste informazioni sarete riusciti a comprendere cosa dovrebbe e potrebbe essere Android Silver, ossia un programma che racchiude vari servizi messi a disposizione da parte di Google per fidelizzare al massimo i vari acquirenti.

Attualmente è impossibile sapere se questo programma sarà lanciato a livello globale oppure se, all’inizio, sarà destinato solamente ad una fetta ristretta di utenti. Sta di fatto che con Android Silver (o come si chiamerà definitivamente) probabilmente si riceveranno gli aggiornamenti ufficiali alle nuove versioni di Android appena Google le rilascerà, cosi come avviene con i dispositivi Google Play Edition. Così, oltre ad offrire un nuovo servizio (del quale non è noto il costo agli utenti finali) atto a voler fidelizzare gli acquirenti, si metterebbe anche una piccola pezza al problema della frammentazione.

In conclusione questa nuova idea di Big G sembra essere atta per garantire a tutti gli utenti che potranno permettersi di beneficiare dell’iniziativa, un’ esperienza realmente “premium” cioè esclusiva sotto tutti i punti di vista.

 

Advertisements