ZTE Blade S6: Pregi e difetti, impressioni e specifiche nella nostra Recensione [Video]

Sul palcoscenico del MWC 2015 oltre ad i vari premi per il miglior smartphone della fiera è stato decretato anche il miglior clone di iPhone 6 seguendo le linee del suo design.

Ad accappararsi la vittoria è stato il nuovo gioiellino della società emergente cinese ZTE che ha mostrato al pubblico un dispositivo davvero interessate, lo ZTE Blade S6, un device che va a posizionarsi nella fascia media del mercato con a bordo il nuovissimo processore Qualcomm Snapdragon 615 a 64 bit.

Noi di EnjoyPhone Blog.it siamo riusciti a portarci a casa un prodotto e vogliamo proporvelo nella nostra classica recensione completa mettendolo alla prova in tutti i suoi aspetti quindi, se siete interessati continuate nella lettura e nella visione della nostra video-review.

 

Video-Recensione Completa

Prime Impressioni e Materiali

Scocca, Materiali e Design in generale richiamano di molto lo stile di iPhone 6 però qui troviamo l’utilizzo della plastica in una trama che ricorda l’alluminio – sottolineiamo che però si tratta di sola plastica che è facilmente distinguibile toccando il device.

Interessante anche il vetro nella parte anteriore che tende a curvarsi facendo un effetto lieve ma con stile. Simpatica anche la dicitura sul retro stampata da ZTE sulla scocca posteriore che cita “Designed by ZTE in California – Assembled in China“.

ZTE-Blade 4 ZTE-Blade 6

Le dimensioni sono perfette infatti parliamo di un display da 5 pollici con un peso davvero contenuto che gli permette di essere facilmente maneggevole anche se la parte posteriore completamente liscia non da una sensazione di grip rendendolo leggermente scivoloso nell’utilizzo a una sola mano.

 

Specifiche Tecniche

  • Display da 5 pollici LCD IPS con risoluzione di 1280 x 720 pixel e 294 PPI
  • Processore Qualcomm Snapdragon 615 MSM8939 Octa Core 64-bit da 1.7 GHz
  • GPU Adreno 405
  • 2 GB di Memoria RAM
  • Memoria interna da 16 GB espandibile tramite microSD
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel Sony con apertura f/2.0
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Supporto DualSIM, Bluetooth 4.0 e GPS
  • NFC assente
  • Batteria da 2.400 mAh
  • Dimensioni di 144 x 70.7 x 7.7 mm e Peso di 132 grammi
  • Sistema Operativo Android Lollipop 5.0

 

ZTE-Blade 5

 

Hardware & Batteria

A bordo di questo ZTE Blade S6 abbiamo un processore Octa Core Snapdragon 615 di Qualcomm, che è al momento è una delle migliori alternative di fascia media a 64-bit, affiancati da 2 GB di RAM.

Il Display non è fullHD ma purtroppo ha una risoluzione HD che nell’utilizzo sorprende in positivo visto che riesce a riprodurre una gamma cromatica ben definita anche contro la luce del sole e senza grossi problemi.

La batteria purtroppo è il “tallone d’Achille” di questo device infatti abbiamo solo 2.400 mAh a disposizione che non riescono a garantire un’autonomia soddisfacente nel quale con un utilizzo moderato difficilmente si arriva fino a sera.

Durante il normale utilizzo e mentre si gioca o si adoperano programmi pesanti c’è un surriscaldamento anomalo nella parte posteriore del device nei pressi della fotocamera posteriore che mandano a picco la batteria con un consumo davvero anomalo, parliamo di un buon 15% in 10 minuti.

Il principale indagato è il processore che sembra non essere perfettamente performante offrendo prestazioni che deludono le aspettative, infatti se da una parte c’è Lollipop che potrebbe portare qualche lacuna sul consumo di batteria, visto che si tratta della sua prima versione, la CPU ovviamente non aiuta.

La cover posteriore non removibile non ci permette nemmeno di sostituire la batteria e quindi è consigliabile, per lunghe giornate, di portarsi appresso una Power Bank per non restare senza smartphone prima di sera.

Ovviamente si spera che ZTE con futuri aggiornamenti faccia qualche ottimizzazione su questo problema dell’autonomia che è abbastanza fastidioso.

La parte audio invece viene promossa, grazie anche al chip del processore Snapdragon dedicato all’ottimizzazione audio, sia la capsula che i microfoni lavorano bene con suoni puliti e chiari; l’altoparlante posteriore non è dei migliori ma comunque in linea con device di questa fascia mentre la resa sonora viene apprezzata inserendo le cuffie (non incluse) tramite l’ingresso jack.

 

Software & BenchMark

ZTE è uno dei pochi dispositivi nati in Cina di quest’anno che esce dalla fabbrica con la nuova release di Android, parliamo di Lollipop 5.0 e con una personalizzazione della casa notevole che ha improntato la propria interfaccia togliendo il drawner e lasciando in bella vista tutte le applicazioni riprendendo ovviamente lo stile di iPhone

Non manca di certo l’inserimento dei vari Widget e le cose tipiche dell’ambiente Android con il menù delle impostazioni e delle notifiche che richiama lo stile Android Stock.

Di suo il produttore ci ha messo qualche applicazione utile come ad esempio la Radio FM, un’app ZTE per la condivisione rapida, ZTE Mi-POP per l’utilizzo con una sola mano tramite un’icona flottante, un Task Manager avanzato e delle simpatiche gesture che permettono tramite dei movimenti di effettuare particolari azioni come ad esempio:

  • Formare un gesto a V in aria con lo smartphone per avviare o interrompere la riproduzione musicale
  • Coprire lo schermo del telefono per silenziare la chiamata
  • Scuotere il cellulare per attirare il Flash
  • Capovolgere il device per disattivare la suoneria
  • e molti altri…

Pre-installata all’interno del dispositivo troviamo la tastiera alternativa TouchPal, un pò diversa dal solito che potrebbe entusiasmare oppure no. In tal caso si può ricorrere sempre al Play Store e scaricare la Tastiera Stock di Google oppure affidarsi ad come la famosissima SwiftKey.

Ricordiamo che questo device è anche dotato di doppio slot SIM e tramite le impostazioni si avrà una gestione avanzata delle due SIM rendendone una principale per l’utilizzo della connessione dati, mentre l’altra verrà utilizzata solo per ricevere / effettuare chiamate oppure inviare / ricevere SMS.

Anche all’interno della suoneria si può differenziare anche il suono delle notifiche e di chiamata per la SIM 1 che per la SIM 2.

Nella parte bassa del dispositivo abbiamo i tre classici tasti di navigazione Android che sono retroilluminati con un LED circolare sul tasto Home – molto carino – che permette di funzionare anche come segnalatore di notifica.

ZTE-Blade 3 ZTE-Blade 2

L’usabilità di questo tasto centrale però è scadente infatti funziona solamente per tornare alla Home oppure con un tap prolungato di accedere a Google Ricerca ma sinceramente non mi sono trovato benissimo e l’avrei utilizzato anche per lo sblocco rapido del device, magari con un tap prolungato o con un doppio tap eliminando quello fisico di sblocco; qui sicuramente ZTE poteva migliorare.

La fluidità generale del telefono è buona anche dovuta ai 2 GB di RAM che riescono a garantire “tranquillità” in quasi tutti i processi; peccato che, come detto precedentemente, ci sia un surriscaldamento eccessivo da parte del processore che in molti casi causa abbassamenti di prestazioni, consumo anomalo di batteria e qualche lag fastidioso all’apertura e chiusura delle applicazioni.

ZTE Blade S6 offre 16 GB di storage di cui solo circa 7,8 GB sono liberi; interessante che il device divida in due partizioni la memoria interna dividendola per file di sistema ed altri file in modo da avere pulizia all’interno del device.

Abbiamo effettuato anche un Test BenchMark tramite il noto AnTuTu ed il device ha riportato un punteggio di 29.853 punti, assolutamente niente male per un device di fascia media.

 

Fotocamera

A bordo del ZTE Blade S6 troviamo un sensore da 13 megapixel posto nella parte posteriore ed uno da 5 megapixel in quella anteriore.

La qualità dello scatto generale è abbastanza buona soprattutto in condizioni ambientali e di luce perfette; va a “perdere qualche colpo” quando si iniziano a ricercare scatti più difficili, come macro o scatti notturni che anche se l’immagine sembra buona sul display del dispositivo una volta riportata sul PC si notano chiaramente delle imperfezioni, dettagli mancanti, rumore e definizione generale non convincente.

La camera anteriore invece si comporta discretamente e rende le prestazioni di un classico sensore da 5 megapixel.

Potete vedere la resa dello scatto in questa mini galleria sottostante:

 

Conclusioni

ZTE Blade S6 è sicuramente un ottimo prodotto a livello estetico, simile all’ iPhone 6 con delle linee morbide e curve che avvolgono tutto il terminale ed ha un ottimo look grazie a dimensioni “giuste” ed un’estetica che cattura.

Il processore Snapdragon 615 sembra un pregio invece inavvertitamente si trasforma in un vero e proprio difetto dove con un utilizzo moderato viene generato un eccessivo calore che oltre a rallentare tutti i processi ne riduce notevolmente l’autonomia.

Anche Lollipop di certo non aiuta essendo in una prima versione ovviamente non esente da bug e priva di ottimizzazioni. Ovviamente si spera che ZTE si metta al lavoro per un aggiornamento software ad una nuova versione di Android, come la 5.1, correggendo qualche difetto di usabilità.

Il prezzo online di circa 220 euro è sicuramente il punto a favore di questo terminale che unito alla buona riproduzione audio, al buon comparto fotocamera ed al design ne ripaga la spesa.

Vi consigliamo, se siete interessati al device, di effettuare l’acquisto su GearBest direttamente a questo link dove ora viene proposto a 225 €. Noi l’abbiamo comprato li perchè è un “EU Stock”, il che significa che vi arriverà a casa direttamente dal magazzino in Italia in 3 giorni lavorativi, con spedizione gratuita e senza costi di dogana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *