Nexus 6: cominciamo a ragionare

l30339-google-nexus-logo-43953

Le ultime settimane sono state monopolizzate dall’uscita del Galaxy S5 e dell’HTC One M8, ora è il momento di iniziare a ragionare sul nuovo Nexus 6. Lo smartphone commissionato nientemeno che da Google in persona.

Google e..?

Visto il successo del Nexus 4 e del Nexus 5, coadiuvato dal G Watch, non è difficile pensare che il nuovo Nexus sia prodotto, ancora una volta, da LG.

Dopo qualche incertezza al momento dell’uscita del 4 (dovuta alla “cattiva reputazione” di LG), l’azienda coreana ha stupito tutti: smartphone potenti ed economici (rispetto agli altri top di gamma) realizzati in stretto contatto con Google per offrire il massimo dell’esperienza utente “Powered by Google”.

Motorola ormai è esclusa, visto che è stata acquistata da Lenovo.

Smartphone di riferimento

  • Optimus G -> Nexus 4
  • G2 -> Nexus 5
  • G3? -> Nexus 6?

Molto probabilmente lo smartphone di riferimento per il nuovo Nexus 6 sarà il G3, a patto che quest’ultimo mantenga delle dimensioni “umane” (non potrà andare sopra i 5,5”). Ipotesi di un “ingrandimento” del G3 sono abbastanza infondate, in quanto LG ha presentato da non molto LG G Pro 2 (un phablet).

Caratteristiche tecniche

Sappiamo tutti che Google vuole stupire offrendo smartphone dalle elevatissime prestazioni. Possiamo, quindi, ipotizzare che monterà uno Snapdragon 805 con 3 GB di RAM.

Per quanto riguarda la memoria interna, probabilmente verrà eliminato il taglio da 16 GB (ormai sono diventati davvero pochi). Si dedicheranno a implementare una memoria espandibile? Oppure vogliono andare ancora più in alto e arrivare al modello da 128 GB?

Una “pecca” del Nexus 5 è sicuramente la batteria. 2300 mAh contro i 3000 del “cugino” G2. Avrà capito Google che bisogna implementare una super-batteria?

Android

Solitamente associamo l’uscita di un nuovo Nexus ad una nuova versione di Android. È da Ice Cream Sandwich (4.0) che la UI è, più o meno, la stessa. Ed è praticamente da sempre che Android viene utilizzato sempre nello stesso modo.

L’anno scorso attendavamo Android 5.0 Key Lime Pie, per poi rimanere delusi (a metà) con KitKat 4.4. KitKat che ha introdotto alcune ottimizzazioni dal punto di vista dell’interazione Hardware-Software e qualche novità dal punto di vista dell’uso (penso ai profili utente). Quest’anno vogliamo un restyling grafico e l’implementazione di funzioni “smart” (in stile Moto X) con un po’ di gestures (in stile BlackBerry Z10-Z30).

Uscita e prezzo

Ricordo che per l’ultimo Nexus 5 c’è stata veramente una campagna esasperante di “attesa forzata”: falsi rumors sulla data di presentazione, immagini “rubate” da video ufficiali… Perché non possono semplicemente dire “lo presentiamo il giorno X” senza farci scannare?

Il prezzo, probabilmente, sarà a partire dai 350€. Un aumento di prezzo farebbe perdere tutto l’appeal dei Nexus (andando verso la concorrenza, visto che si possono trovare top di gamma a 400-450€ online), Google potrebbe fare la “furbata” di venderlo a meno di 300? Chi lo sa! Aspettiamo notizie.