Da Galaxy S a Galaxy S6: I successi ed i flop di Samsung – Evoluzione serie Galaxy S

Dopo l’arrivo dell’ultimo top di gamma, la serie Galaxy S di Samsung arriva alla sesta generazione di smartphone che hanno portato al successo la casa coreana affidandosi ancora oggi al sistema operativo proprietario di Google; dalla 2.2 Froyo di Galaxy S fino ad Android 5.0 Lollipop presente a bordo del nuovo arrivato.

 

SAMSUNG GALAXY S

Correva l’anno 2010 quando il primo top di gamma della serie Galaxy venne presentato in tutto il mondo come Samsung Galaxy S (GT-I9000 per il mercato italiano). Durante il corso del tempo, il device fu riproposto in tre varianti differenti: la prima, in ordine di tempo, è il GT-I9010 Giorgio Armani con la peculiarità di avere materiali più ricercati. La seconda variante è il GT-I9003 SCL con un display super clear LCD, una batteria da 1650 mAh, Android 2.2 Froyo e 4GB di memoria interna.

L’ultima variante proposta fu il GT-I9001 plus avente a bordo Android 2.3 GingerBread ed un processore più potente da 1.5 GHz sempre single-core. Per quanto riguarda il primo trimestre del 2012, fu presentato un nuovo modello del Galaxy S che, secondo Samsung, doveva rappresentare la evoluzione di quello che è stato il primo modello denominandolo Galaxy S Advance che sostanzialmente era un rifacimento senza grosse novità hardware.

Altro modello riguardante la prima generazione della gamma S fu il GT-I9070 che integrava un comparto multimediale più avanzato di tutti i precedenti modelli ed un nuovo tipo di display che tendeva ad essere curvo, riprendendo le forme del famoso Galaxy Nexus. Le vendite della prima generazione hanno raggiunto le 10 milioni di unità in tutto il mondo al lancio (arrivando a 22 milioni nel Febbraio 2012) ed inoltre è stato eletto miglior smartphone europeo 2010/2011 dalla EISA.


 

SAMSUNG GALAXY S2

Presentato il 13 Febbraio 2011 al MWC, il successore dell’acclamato S si dimostrò subito una rivoluzione in termini hardware grazie al processore dual-core della stessa casa produttrice, un display SuperAmoled plus resistente ai graffi ed un comparto multimediale molto ben fatto.

Fu uno dei primi dispositivi a supportare la connessione MHL per i televisori dotati di porta HDMI e per PC o dispositivi dotati di porte USB “On The Go”. Per quanto riguarda il sistema operativo, il Galaxy S2 nasce con a bordo Android 2.3 per poi passare ad Ice Cream Sandwich 4.0 ed infine, a Febbraio 2013, ad Android Jelly Bean.

Da come descritto, il dispositivo è stato uno dei pochi a ricevere così tanti aggiornamenti anche se ormai il suo hardware è da considerarsi obsoleto. Il mercato ha comunque accolto molto positivamente la seconda generazione della serie tanto da arrivare ad una quota di 40 milioni di smartphone venduti nell’arco di due anni andando a battere la rivale di casa Apple con iPhone 4S. Il telefono ha inoltre ricevuto il premio come “Best Smartphone of the year 2011”.


 

SAMSUNG GALAXY S3

Messo in vendita a partire dal 29 Maggio 2012, il successore del Galaxy S2 è stato reso disponibile nel mondo in numerose varianti che differiscono per alcune delle specifiche tecniche. Nei paesi come USA Canada e Giappone, ad esempio, sono stati commercializzati altri modelli con 2GB di RAM, diversa GPU e diverso processore (inclusa la connettività LTE) che potevano ricevere il nuovo update ad Android KitKat di cui il modello internazionale con 1GB di RAM non riusciva a far girare.

Altra variante che caratterizza maggiormente la popolazione europea è il Galaxy S3 mini: smartphone di fascia medio-bassa con un processore dual-core Cortex A9 da 1 GHz, GPU Mali 400 MP e fotocamera ridotta a 5 Mpx.

Ultima variante che, ultimamente, sta riscuotendo successo è il Galaxy S3 Neo avente caratteristiche superiori alla normale versione della terza generazione della serie S da permettere così la installazione di Android KitKat. Per quanto riguarda le vendite, la terza generazione è stata quella più venduta dalla casa; Samsung dichiara infatti che dopo 5 mesi dalla commercializzazione, il Galaxy S3 aveva superato le 30 milioni di unità vendute andando a raggiungere le 50 milioni di unità nel Marzo 2013.

galaxy-s3

SAMSUNG GALAXY S4

In seguito al Samsung Unpacked 2013, viene presentata la quarta generazione della serie in molte versioni disponibili a seconda del paese di distribuzione:

  • GT-I9500: Octa-Core (Exynos 5 Octa), (Asia, Africa, Sud America)
  • GT-I9502: Quad-Core (Snapdragon 600), Dual-Sim (Duos) (Cina)
  • GT-I9505: Quad-Core (Snapdragon 600), (Europa, USA) Versione internazionale
  • GT-I9505G: Quad-Core (Snapdragon 600), (USA) Versione Google Play Edition
  • GT-I9506: Quad-Core (Snapdragon 800), LTE-Advanced (Europa)
  • GT-I9508: Quad-Core (Snapdragon 600), reti TD-SCDMA (Duos)(Cina)
  • GT-I9515: Quad-Core (Snapdragon 600), (Europa) Android 4.4.2 KitKat preinstallato (è stato dichiarato un hardware identico al modello GT-I9505), denominato Samsung Galaxy S4 Value Edition
  • SHV-E300S: Octa-Core (Exynos 5 Octa), (Corea)
  • SHV-E330S: Quad-Core (Snapdragon 800), LTE A (Corea)

La maggiore feature che porta il nuovo smartphone è la possibilità di utilizzare le Air Gesture che si basano sul movimento della mano senza interagire direttamente con lo schermo per scorrere immagini, canzoni o visualizzare siti web o e-mail; tutto grazie a speciali sensori presenti vicino alla fotocamera anteriore del dispositivo che riescono a percepire i gesti che l’utente esegue.

Altra peculiarità introdotta è il sensore a infrarossi che permette all’utente di comandare televisori, condizionatori e tutti quei dispositivi con porta infrarossi tramite l’app WatchOn; proprietaria di Samsung. Le vendite del suddetto smartphone non sono di certo soddisfacenti confrontando i risultati con le altre generazioni tanto da considerare il Galaxy S4 un flop per la casa coreana.

Il Galaxy S4 è stato riproposto anche in 3 diverse varianti:

S4 mini (GT-I9125)

Come per il predecessore, anche la quarta generazione riceve la sua varianti dalle dimensioni più compatte e dalle prestazioni meno esose del modello base. Il mini ha infatti un processore dual-core da 1.7 GHz, una RAM da 1,5 GB, una memoria interna di 8GB ed una fotocamera da 8mpx.

S4 Active (GT-I9295)

Primo device impermeabile di Samsung, si presenta con una certificazione IP67 (resistente all’acqua per 30 min) e con il retro di policarbonato zigrinato rendendolo così più resistente agli urti; assumendo insomma un modello rugged del Galaxy S4.

S4 Zoom (SM-C101)

Primo dispositivo Samsung che si presenta come ibrido tra telefono e fotocamera assumendo il nominativo di “camera-phone”, con una fotocamera da 16mpx ed uno zoom 10x (caratteristiche molto simili al Galaxy Camera).

galaxy-s4

 

SAMSUNG GALAXY S5

Annunciato al MWC 2014, il Galaxy S5 si appresta a rappresentare la quinta generazione della serie S portando con sé varie novità. La prima, se non quella più importante, è la implementazione di un sensore biometrico per le impronte digitali sul tasto home, infatti bisognerà solamente trascinare il dito sul tasto per sbloccare il device.

Restando in tema di sensori, il Galaxy S5 implementa un sensore per il battito cardiaco posto vicino la fotocamera posteriore che permette, grazie all’app S-Health, di controllare la vostra attività fisica più accuratamente fornendo anche un rilevatore di stress grazie sempre allo stesso sensore.

Implementata anche la certificazione IP67 che rende lo smartphone impermeabile all’acqua e alla polvere per 30 minuti. Per quanto riguarda i materiali, la back-cover rimane in policarbonato lavorato senza l’utilizzo di materiali più raffinati andando a causare lamentele da parte degli utenti che si aspettavano materiali più pregiati.

Altra funzione a favore è l’“Ultra Power Saving Mode” in cui lo smartphone, una volta attivata, rende disponibili solo alcune app vitali e rende lo schermo in bianco e nero andando ad aumentare notevolmente il risparmio energetico fino ad oltre 21 ore (dati Samsung). Come da tradizione, anche questa generazione riceve la sua versione mini avente un processore meno prestante ed una RAM meno capiente che però non vanno a gravare l’uso quotidiano dello smartphone che si rivela invece molto reattivo.

galaxy-s5

 

SAMSUNG GALAXY S6

Presentato pochi giorni fa’ in occasione del MWC di Barcellona, la sesta generazione della serie S si presenta al mondo con nuovi materiali decisamente più pregiati ed una diversa implementazione del sensore biometrico molto più agevole della scorsa generazione.

Dotato di caratteristiche all’avanguardia, il Galaxy S6 si presta ad essere uno dei migliori device in circolazione grazie al display da 5.1″ con risoluzione QuadHD, un processore octa-core a 64 Bit della serie Exynos ed un comparto fotografico in grado di girare video in 4K.

Lo spessore del telefono è di soli 6.8mm andando a competere con la rivale iPhone 6 anche per termini di materiali che hanno caratterizzato da sempre lo stile iPhone. Non si può dare ancora una stima sulle vendite dato che il prodotto non è ancora uscito ma le prenotazioni per questa sesta generazione fanno ben sperare.

galaxy s6 edge

Processore

S.O.: Android OS
Versione iniziale: Android 5.0 TouchWiz UI Lollipop
Processore: SAMSUNG Exynos 7420
Numero Core: 8
Potenza: 2 Ghz
Gpu: ARM Mali-T760
Ram: 3GB

Dimensioni e peso

Peso: 138.0 g
Altezza: 143.3 mm.
Larghezza: 70.5 mm.
Spessore: 6.8 mm.

Display

Doppio Display: No
Dimensione: 5.10 pollici
Risoluzione: 1440 x 2560 pixel
PPI: 577
Touchscreen: Si
Display 3D: No
Tipo Display: Super AMOLED touch a 16,7 milioni di colori

Fotocamera

Sensore Fotocamera: 16.00 Megapixel
Dimensione sensore: 1/2,6
Risoluzione Foto: 3456 x 4608 pixel
Registrazione Video: 4K a 60 fps, 1080p (fast motion), 720p (slow motion fino a 1/8)
Messa a Fuoco: automatico, selettivo
Flash e Zoom: zoom digitale Info Fotocamera:
riconoscimento volti e sorrisi, zero shutter lag, HDR, geo tagging

Dati e connettività

Usb: Si
Miniusb: Si
Bluetooth: Si 4.0 A2DP, EDR, LE, apt-X
Irda: Si
Wifi: Si 802.11 a/b/g/n/ac, MIMO2x2, DLNA, WiFi Direct, hotspot
Nfc: Si

 

Sono stati 5 anni di molteplici rivoluzioni per la casa coreana che ha saputo, ad ogni generazione, adattarsi a quelle che sono le nuove tecnologie riuscendo ad ottenere sempre una larga fetta di mercato che rende il brand uno dei più importanti e produttivi. Per voi qual è stato il miglior Galaxy S o quali avete posseduto? Fatecelo sapere nei commenti.

Vi lasciamo con una tabella riassuntiva di tutti i modelli Samsung Galaxy S confrontati per specifiche tecniche in modo che vediate il più chiaramente possibile l’evoluzione di questa serie top di gamma.

samsung _ evoluzione