La Tecnologia diventa moda: dopo gli smartwatch stanno per arrivare i Google Glass

Google Glass è il nome degli innovativi occhiali che Google in collaborazione con l’italiana Luxottica, azienda leader mondiale nel settore del design, della produzione e distribuzione di occhiali sportivi e di lusso che recentemente ha coinvolto anche i due famosi brand “Ray-Ban” ed “Oakley”, stanno producendo.

Ad inizio 2013 Google ha rilasciato un’edizione “Explorer” dei Google Glass dedicata esclusivamente agli sviluppatori. La data del loro debutto sui mercati internazionali, però, è ancora incerta anche se secondo alcuni rumors, dovrebbero essere lanciati entro quest’anno. Per quanto riguarda il prezzo, anche su questo ci sono dei dubbi ma, sempre secondo alcuni rumors, dovrebbe variare dai 300 ai 500 dollari.

Al lancio saranno disponibili in varie colorazioni: nero, bianco, arancio, grigio e celeste; potranno essere utilizzati anche da chi già porta gli occhiali da vista poiché Google sta lavorando su dei Glass con lenti graduate.  Per quel che concerne le specifiche tecniche dei Glass, secondo il documento ufficiale rilasciato da Google il 16 aprile 2013, saranno costruiti con una montatura resistente e con naselli regolabili in modo da poter essere adattati ad ogni tipo di viso.

Google-Glass

Il display sarà ad alta risoluzione, comparabile ad uno schermo ad alta definizione da 25 pollici visto da due metri di distanza; una fotocamera da 5 MP capace di catturare video a 720p; audio a connettività ossea; connettività Wi-Fi 802.11b/g e Bluetooth; 12 Gb di tipo flash sincronizzati con il Google cloud storage; una batteria che garantirà un’autonomia pari a circa un giorno di normale utilizzo, ricaricabile con cavetto Mirco USB in dotazione oppure tramite caricabatteria da parete; compatibilità con tutti i dispositivi grazie all’App “MyGlass” disponibile per Android ed iOS.

Usando i comandi vocali e/o il touchpad inserito sul lato destro, l’utente potrà svolgere diverse funzioni, tra cui: effettuare ricerche su Google, controllare i social network, utilizzare Hangout per fare videoconferenze, telefonare, visualizzare e creare nuovi SMS, usare lo strumento di traduzione, scattare fotografie e registrare video, condividere sui social network e utilizzare Google Maps per ottenere indicazioni stradali. Su questo ultimo punto, sull’utilizzo di Google Maps soprattutto durante la guida, sono sorti numerosi problemi legati alla sicurezza dell’utente.

Visualizzare le mappe mentre si guida, infatti, potrebbe causare incidenti stradali ed infatti, il Ministero dei Trasporti britannico ha già vietato l’uso dei Glass mentre si è alla guida ancora prima del loro lancio.

google-glass_4813

Un altro problema che ha sollevato numerose preoccupazioni è legato ai rischi per la privacy dovute alla tecnologia per il riconoscimento facciale ma, Google ha già smentito tutto, affermando che per poter utilizzare tale funzione è necessario interagire con gli occhiali attraverso la mano o i comandi vocali.

Non ci resta quindi nient’altro da fare che aspettare il debutto dei Google Glass per provarne le effettive capacità e le nuove innovazioni tecnologiche legate ad essi.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=4EvNxWhskf8]