Microsoft acquista l’app Sunrise Calendar per 100 milioni di dollari

Da pochi minuti il noto sito TechCrunch ha confermato che Sunrise, una delle migliori applicazioni calendario presenti sullo Store di Google e iOS nata come Start-Up, è stata acquistata da Microsoft per 100 milioni di dollari.

sunrise-msft2

La ragione dell’acquisto di casa Redmond al momento non è molto chiara anche se possiamo immaginare che Microsoft voglia ampliarsi in molte piattaforme integrando i propri servizi e creado un’ integrazione unica con Outlook sopratutto in un lancio futuro di Windows 10 permettendo così di lanciare un sistema operativo completo in tutti i suoi aspetti.

Leggi anche | Applicazioni per Android: le 15 dal miglior design e grafica accattivante

La fine di questa piccola startup, diventata grande, potrebbe essere uguale a quella di Acompli che è stata acquistata per 200 milioni di dollari da Microsoft per poi essere integrata in Outlook all’interno dell’applicazione ufficiale per Android ed iOS lanciata qualche settimana fa.

Leggi anche | Microsoft Office arriva definitivamente su Android | APK

Per chi non la conoscesse l’applicazione Calendario Sunrise fa parte di una suite di prodotti disponibili sia per dispositivi mobile che per utente desktop che permettendo di sincronizzare tutti i nostri calendari in uno unico. Infatti consente la sincronizzazione del Calendario Google, iCloud, Exchange oltre a tutti gli eventi dei noti social network come Evernote, Twitter, Linkedln, Facebook e molti altri.

Sunrise è presente sia all’interno dello Store di Android che in quello di iOS con la possibilità di scaricare la propria app web, quindi si tratta di un’applicazione a 360 gradi.

Sunrise Calendar-00

[appbox googleplay am.sunrise.android.calendar]

[appbox appstore 599114150]

Detto questo, ora l’attenzione è rivolta a Microsoft che sta investendo pesantemente nel mondo mobile con un cambiamento strategico per vendere Office sia come servizio rivolto alle imprese che agli abituali consumatori.

Non ci resta che aspettare per vedere se Microsoft sta andando nella direzione giusta. Voi come la pensate? Fatecelo sapere all’interno del box commenti qui sotto.

[fonte]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *