Analizziamo HTC One M8, riuscirà a battagliare con i migliori smartphone?

HTC ha presentato il nuovo modello della serie top gamma HTC One M8, ma potrebbe veramente dar battaglia ai rivali Samsung, Sony, LG ed Apple?

Il nuovo modello è ovviamente un miglioramento sotto tutti gli aspetti (più veloce, più raffinato, batteria più duratura) rispetto a quello dell’anno scorso.

HTC si è sempre distinta per la raffinatezza ed il design del suo top gamma in confronto alla concorrenza, Samsung in primis. Ed anche in questo nuovo dispositivio troviamo principalmente il metallo, in un nuovo stile “spazzolato” che forse non è abbastanza elegante rispetto al liscio che c’è sul modello precedente; però a detta di chi l’ha provato la sensazione al tatto è migliore.

htc-one-m8-metal

HTC quindi segue un suo particolare design cercando di trovare sempre più un giusto equilibrio tra semplicità ed eleganza e diciamo che in questo ultimo modello troviamo particolari di vera bellezza.
Il dispositivo è leggermente più alto rispetto al predecessore, ed è più spesso e pesante rispetto al Samsung Galaxy S5 e il Nexus 5.

La grandezza “maggiorata” è dovuta al display più grande, si passa da 4.7 pollici a 5 del nuovo HTC One, seguendo a ruota il trend del dispositivo grande, che però non tutti aggrada, infatti molti preferisco l’utilizzo con una sola mano che è sempre stato il discorso portato avanti da Apple.

Per quanto riguarda la risoluzione troviamo sempre il fullHD, come i principali concorrenti; quindi nessuno ha voluto osare dando all’utente una risoluzione del display verso i 2k.

Aumentando lo schermo e mantenendo la stessa risoluzione però la densità per pixel è leggermente scesa, ma il display è stato migliorato quindi i colori risultano migliori rispetto a quelli dell’anno precedente e quindi questa differenza all’occhio nemmeno si vede risultando adirittura più nitidi.

Dal lato hardware troviamo le stesse caratteristiche che ci sono state presentate dal Samsung Galaxy S5 e Xperia Z2, quindi con un processore Qualcomm Snapdragon 801.

La memoria interna si ferma a soli 16 GB con supporto alla microSD contro il modello dell’anno scorso che aveva come minimo storage 32 GB senza supporto a memoria esterna.

La differenza che dovrebbe fare il nuovo HTC riguarda la fotocamera, a bordo troviamo ancora un sensore Ultrapixel, anche se non aveva convinto molto in prestazioni il terminale dell’anno scorso; però questa volta l’arma dell’azienda è l’inserimento di una doppia fotocamera e tramite il secondo sensore abbiamo la possibilità di cambiare vistosamente la messa a fuoco prima e dopo lo scatto.

Dal lato batteria, il nuovo HTC One M8 ha aumentato la sua capacità e gestione dell’energia e questo consente di arrivare fino a sera tranquillamente.
L’interfaccia software Sense è stata migliorata con gesture e nuove personalizzazioni per l’utente.

Le mie considerazioni finali sono che il prezzo è un pò troppo alto, si attesta intorno ai 699,00 € per l’Italia e che HTC se vuole concquistare lo scettro per lo Smartphone più venduto dell’anno dovrebbe riuscire a farlo uscire nei negozi prima della concorrenza!