Avvistato un nuovo smartphone con schermo edge-to-edge: potrebbe essere lo Xiaomi Mi5?

Xiaomi ha lanciato un gran numero di dispositivi il mese scorso iniziando quest’anno con il botto. L’azienda ha infatti lanciato tre nuovi dispositivi con hardware interessante. Il Mi Note e il Mi Nota Pro sono i dispositivi più recenti dell’azienda, annunciati alla conferenza stampa del 15 gennaio. Questi due telefoni sembrano sostanzialmente identici, ma alcune caratteristiche tecniche sono significativamente diverse. Il Mi Note dispone di un display da 5,7 pollici con risoluzione di 1080p, 3GB di RAM ed è alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon 801 quad-core, mentre il Mi Note Pro monta uno schermo delle stesse dimensioni ma QuadHD, 4GB di RAM ed è alimentatp da un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 810 a 64-bit.

Ma questo non è tutto. Pare che un misterioso smartphone Xiaomi abbia ricevuto la certificazione radio, ma non sappiamo nulla di più. L’unica cosa che sappiamo è che questo portatile supporterà il GSM, TD-SCDMA e connettività TD-LTE, grazie al documento di certificazione.

Xiaomi-mysterious-device-radio-certification-feb-2015

Purtroppo, non sappiamo nulla di più sullo smartphone, ma basandoci su rumors precedenti e immagini trapelate potrebbe trattarsi dello Xiaomi Mi5. Anche su questo dispositivo potrebbe esserci un processore Qualcomm Snapdragon 810, 3 o 4 GB di RAM, un display con risoluzione 1440p, e una batteria molto capiente.  Per quanto riguarda il design, questo potrebbe essere dotato di uno schermo edge-to-edge e di un telaio robusto in metallo e tasti capacitivi.

Xiaomi non sembrava aver fretta di sondare il mercato americano per i prossimi anni. Secondo fonti interne, l’azienda ha programmato un evento per il 12 febbraio a San Francisco, California – solo 46,3 miglia di distanza da Apple.

Ma cosa ha a che fare Xiaomi con gli Stati Uniti? Beh, ci sono molte possibilità. Potrebbe riguardare l’apertura di un negozio o annunciare un nuovo dispositivo. Potrebbe riguardare una collaborazione con società statunitensi, l’apertura di un centro di ricerca e sviluppo. Potrebbe riguardare comunque tante altre cose e, se questo presunto evento è reale, lo scopriremo presto.

[via] [via] [via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *