Meizu M1 Note Mini in arrivo il 28 gennaio

In arrivo dalla casa cinese, che ha stupito tutti con l’annuncio dell’M1 Note, una versione più economica ma con caratteristiche di alto profilo. E’ il Meizu M1 Note Mini, in uscita il 28 Gennaio.

 

Il recente annuncio dell’M1 Note ha sorpreso tutti (ne abbiamo parlato qui). In pochi si aspettavano dalla casa cinese un terminale con questo profilo, con caratteristiche di altissimo livello, tanto da essere paragonabile, almeno a livello di hardware, con iPhone6 Plus. Display 5.5 pollici 1080p, processore octa-core e fotocamera 13mp con f/2.0 e doppio flash-led ad un prezzo da urlo, solo 160$ (in Cina) per la versione da 32gb.

 

meizu-m1-note-614x345

 

Stando a quanto riportano diverse testate, il 28 Gennaio con tutta probabilità verrà presentata la sua versione più economica, il Meizu M1 Note Mini. Questo terminale avrà un display da 5 pollici a 720p, processore 64bit e connettività LTE ad un prezzo che si aggirerà, sempre per quanto riguarda la Cina, attorno ai 100$. Molti analisti lo ritengono un vero e proprio attacco diretto alla rivale Xiaomi, che col  suo Redmi 2 (ne abbiamo parlato qui) ha fatto parlare parecchio di se. Il testa a testa ormai diretto tra i due produttori cinesi sta ormai portando il mercato a veder nascere prodotti sempre più prestanti e rifiniti esteticamente, a prezzi ridicoli anche nel mercato europeo.

 

Ma nel corso dell’evento del 28 gennaio è molto probabile che non venga presentato soltanto uno (o più) smartphone. Come sembra ormai essere prassi, le voci parlano anche di un sistema d’intrattenimento domestico, presumibilmente un media player o qualcosa di simile, un dispositivo wearable come uno smartwatch o una fit-band e infine, questo sembra invece più singolare, un sistema di pagamenti sulla scia di Apple Pay.

 

Se tutto verrà confermato, tra poco avremo una larga schiera di terminali di altissimo livello nella fascia tra i 100€ e i 200€. Cosa faranno i produttori più blasonati come Samsung, Lg e Motorola (per non parlare di Apple) per rispondere a politiche così aggressive? Aspettate ansiosi insieme a noi e segnatevi sul calendario questa data: 28 gennaio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *