Asus ZenFone 5: Unboxing e prime impressioni

Presentato nel secondo trimestre del 2014, l’Asus ZenFone 5 è uno smartphone Android di fascia “non bene definita”, ma dotato di caratteristiche tecniche ragguardevoli che grazie anche ad un prezzo realmente conveniente rendono questo dispositivo assolutamente eccellente sotto molteplici punti di vista, che prenderemo in considerazione nel corso della nostra video-recensione, a breve on-line.

Ho usato l’espressione “Non bene definita” per il semplice motivo che Asus ha prodotto differenti configurazioni hardware per il suo smartphone. Noi recensiremo il modello Single-SIM con 2 GB di RAM e 16 GB di ROM, ma esistono tuttavia anche altre modelli dotati di doppio slot SIM e modulo LTE oppure con 1 GB di RAM e 8 di ROM.

Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio le specifiche tecniche del nostro smartphone:

  • Display IPS HD da 5,05″ (1280 x 720) con 320 dpi
  • Dimensioni: 72.8 x 148.2 x 10.34 mm
  • 145 grammi di peso
  • 2 GB di memoria RAM (1984 mB reali*)
  • 16 GB di memoria ROM (di cui circa 11,69 GB disponibili per l’utente) espandibile tramite Mirco-SD
  • Processore Dual-Core Intel Atom Z2560 da 1,6GHz
  • Fotocamera anteriore da 2Mp
  • Fotocamera posteriore da 8Mp (3264 x 2448) in grado di registrare video FHD a 30 fps
  • Micro-SIM Dual-SIM
  • Android KK 4.4.2 (aggiornamento a Lollipop previsto per marzo 2015)
  • Batteria da 205o mAh non estraibile
  • sensore luce ambientale
  • sensore di prossimità e LED notifica

 

Unboxing

La confezione presenta un design sicuramente non lasciato al caso, sul cui lato maggiore sono presenti sette fori circolari che permettono di distinguere altrettante caratteristiche hardware del terminale. Internamente alla scatola di vendita troviamo:

  • alimentatore USB da 1,35A (niente ricarica rapida)
  • cavo USB – Micro-USB per il trasferimento di dati e la ricarica
  • cuffie Asus con microfono e tasto per rispondere alle chiamate
  • set di adattatori per i diversi padiglioni auricolari
  • manuale utente e certificato di garanzia

 

Galleria fotografica e prime impressioni

Le dimensioni dello smartphone sono a mio a parere eccessive, e non vengono giustificate dallo schermo che con ben 5″ di diagonale è di tutto rispetto. Infatti come si evince dalle foto, la spazio tra il pannello IPS e il bordo esterno risulta essere troppo marcato rendendo difficile la presa e il raggiungimento degli angoli dello schermo stesso. La back cover è caratterizzata dalla presenza dello speaker audio sul fondo, al termine della recensione vi saprò dire se questo influisce sulla qualità in uscita, mentre nella parte superiore troviamo il sensore da 8MP e il flash LED.

Da felice possessore di Nexus 5, capite come le dimensioni rappresentino per me un problema non da poco: benché lo schermo sia da 4,95″, le sue dimensioni sono nettamente inferiori. Giudicate voi stessi osservando le foto del terminale Asus e quello prodotto da LG con la “partecipazione straordinaria” dell’S5 di Samsung.

Asus_ZenFone_5_comparison_3

Tornando allo ZenFone 5, come la scocca anche la back cover, leggermente arrotondata, è stata realizzata in plastica liscia: questa soluzione potrebbe presentare qualche volta problemi di presa.

I tasti di accensione/spegnimento e il bilanciere volume, così come il bordo inferiore della cornice, presentano invece una “zigrinatura” che li rende confortevoli al tatto conferendo nel contempo allo smartphone un design unico che mi ha veramente colpito. Peccato per l’assenza della retroilluminazione nei tasti soft-touch e l’impossibilità di rimuovere la batteria: è infatti possibile staccare la back cover, accedendo così agli slot Mirco-SIM e Micro-SD ma non la batteria. E’ poi presente un LED multicolor per le notifiche.

Cosa ne pensate? Riuscirà lo ZenFone a dimostrarsi all’altezza della situazione? Sarà più veloce il Nexus 5 o il terminale di Asus? Un vero scontro tra Intel e Snapdragon. Tutto questo e molto altro nella recensione che non tarderà ad arrivare!