Mal di schiena? Può essere per colpa dello smartphone

Il successo dei social media ha portato ad una epidemia di cattiva postura da smartphone.

postura da smartphone

Gli esseri umani sono stati progettati per stare in piedi e guardare in avanti, ma con l’avvento degli smartphone troppi di noi spendono le giornate con la testa “china” per un semplice motivo, stiamo guardando il nostro smartphone. La gente passa una media di 2/4 ore al giorno con il collo piegato in un’angolazione innaturale. Questo si tramuta in 700/1.400 ore all’anno. La testa di adulto medio pesa da 4 a 5kg quando è in posizione verticale o neutra. Tuttavia a causa di quella fastidiosa legge della fisica, chiamata forza di attrazione gravitazionale, più si piega il collo in avanti più la testa diventa pesante.

Secondo la ricerca del Dr. Kenneth Hansraj, Primario di chirurgia presso la Spine Surgery and Rehabilitation Medicine di New York, che sarà pubblicata su Surgical Technology International parla chiaro, piegare la testa ad un angolo di 60 gradi carichiamo un peso di 27 kg sulla colonna vertebrale cervicale, la parte della spina dorsale immediatamente sopra le spalle. Un carico più pesante di quello esercitato in media in 7 anni. “Il peso sostenuto dalla colonna vertebrale aumenta notevolmente durante la flessione della testa in avanti in misura diversa”, si legge nella ricerca “La perdita della curva naturale della colonna vertebrale cervicale porta ad un aumento incrementale di sollecitazioni sulla colonna cervicale. Queste sollecitazioni possono portare ad usura precoce, allo strappo, la degenerazione e, eventualmente, interventi chirurgici.”

Quindi utilizzando il nostro smartphone con un’inclinazione della testa di soli 15 gradi eserciterà 12 Kg di pressione sulla colonna vertebrale, un collo con un’inclinazione di 30 gradi potrebbe arrivare a 18 kg di pressione, una inclinazione di 45 gradi, invece, può raggiungere una pressione di 22 kg.

Non è un segreto che la corretta postura è quella che ci vuole per la schiena. Secondo i ricercatori, una buona postura è definita quando le orecchie sono in linea con le spalle e le scapole sono retratte. I ricercatori definiscono una cattiva postura quando la testa è in una posizione inclinata in avanti e le spalle cadono in avanti in una posizione arrotondata.

Altri studi hanno provato che una buona postura aumenta il testosterone, la serotonina nel corpo e riduce anche i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Una cattiva postura invece è stata anche collegata al mal di schiena, problemi neurologici, aumento di peso, depressione, stipsi, bruciore di stomaco, emicrania, problemi respiratori e malattie cardiache.

Questo è il motivo per cui Hansraj ha detto che è importante essere consapevoli della nostra postura da smartphone. Anche se è quasi impossibile evitare le tecnologie che causano questi problemi, gli individui dovrebbero fare uno sforzo per guardare i loro telefoni in modo che la spina dorsale rimanga neutrale.