Corning Gorilla Glass 4 per una protezione senza rivali

Se siete possessori di un terminale Android di fascia medio, medio-alta e alta molto probabilmente avrete già sentito parlare del Corning Gorilla Glass.

Si tratta della soluzione ideata da Corning, una compagnia americana, per risolvere il difficile problema degli schermi in vetro sugli smartphone. Molti utenti, infatti, sono alla ricerca di un device con uno schermo non solo in grado di mostrare i colori nella loro reale gamma cromatica ma anche in grado di resistere ai graffi e alle cadute del caso.

Corning ha così iniziato a produrre la serie Gorilla Glass che grazie all’impiego di un materiale specificamente progettato per essere sottile, leggero e soprattutto resistente, è in grado di proteggere lo schermo sottostante dagli agenti esterni tra cui chiavi e oggetti appuntiti che potrebbero entrare in contatto con lo smartphone se gettato non attentamente nella borsa o in tasca.

Il pannello ideato dall’azienda americana è a prova di graffi, benché molte aziende tendano a presentare il prodotto come resistente alle cadute e completamente infrangibile, anche il Gorilla Glass hai suoi limiti e ve lo dice un utente che li ha sperimentati di persona.

Posseggo infatti un Nexus 5 che malauguratamente è entrato in contatto con una pietruzza, la pressione di pochi chilogrammi e la mia disattenzione hanno contribuito ad infrangere il vetro, che ricordo essere un pannello Gorilla Glass 3.

Corning-Gorilla-Glass

In seguito alle migliaia di esperienze simili alla mia, sembra che Corning voglia trovare una soluzione a questo difetto affrontandola con l’ultimo modello del Gorilla Glass, vale a dire il Corning Gorilla Glass 4. L’azienda sostiene che il nuovo pannello in vetro temprato sarà in grado di resistere ad una caduta da un metro di altezza nell’80% dei casi. Questo dato pur facendo emergere che il vetro non sia effettivamente infrangibile salverà comunque moltissimi utenti dal dover spendere centinaia di euro per cambiare lo schermo.

Corning sostiene anche che il suo pannello sarà due volte più resistente rispetto alla concorrenza:

“provides at least two times improved damage resistance over competitive aluminosilicate glass, as measured by retained strength after damage events, resulting in improved mechanical durability of the glass to in-field damage events, such as drops.”

Alcuni campioni di questa versione temprata del Gorilla Glass sono stati inviati per ricevere eventuali feedback. Quindi il lancio commerciale, salvo eventuali problemi riscontrati, non dovrebbe essere molto lontano. Probabilmente vedremo smartphone Android e non, montare questo nuovo modello di schermo già  al CES 2015 di Barcellona che si terrà tra pochi mesi.

Credete che la mancanza di un’agguerrita concorrenza in questo settore porti ad un’evoluzione più lenta della tecnologia rispetto ad altri prodotti? Fateci sapere la vostra opinione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *