Ecco a voi il Nokia 3310 con WP e l’Ericsson T28 con Android

Il Nokia 3310 e l’Ericsson T28. Un’era geologica fa rappresentavano l’apice della tecnologia mobile e venivano considerati le icone del mercato della telefonia. Oggi però cosa rimane di quei grossi, tozzi, pesanti, poco smart e monocromatici cellulari ? Probabilmente solo il ricordo della loro resistenza e della proverbiale durata della loro batteria. Un vero peccato considerando quale enorme balzo tecnologico hanno rappresentato per le generazioni di 15 anni fa, probabilmente sarebbe il caso di far parlare nuovamente di loro con qualche escamotage in grado di dargli un’aria più tecnologica e meno vetusta. A questo deve aver pensato il designer tedesco Martin Hajek poco prima di mettersi al lavoro per portare, su quei due telefoni così antiquati, le più moderne interfacce per smartphone oggi presenti.

Leggi anche: Storia della telefonia: i primi cellulari con display a colori

Prima che andiate a scippare un vecchio Ericsson ad uno dei vostri parenti con la speranza di poterci installare un qualche tipo di interfaccia più moderna una piccola precisazione: il lavoro di Mr Martin Hajek è stato solamente un esercizio di stile. Niente porting, niente funzioni aggiuntive e niente interfaccia moderna (ma va?), si è trattato di un “semplice” render con il quale il designer ha voluto mostrare come si sarebbero presentate le interfacce dei nuovi smartphone su quei telefoni cellulari così datati.

E quindi ecco a voi il risultato finale: un Nokia 3310 con WindowsPhone e fotocamera PureView da 41 megapixel ed un Ericsson T28 con Android KitKat e display (parzialmente) curvo.

Che ne pensate ? Certamente un bel lavoro ad opera del designer. Siamo sicuri che se fossero stati reali probabilmente non avrebbero neppure avuto tutti i problemi di autonomia che attualmente affliggono il 99,99% degli smartphone in commercio.

Fonte