Android L 5.0: con un tap prolungato sulla notifica si potrà entrare nelle impostazioni della notifica

Non c’è niente di più fastidioso quando un’applicazione genera in modo automatico molte notifiche nell’arco della giornata; fortunatamente Google con l’ultima release di Android ha introdotto una nuova funzione dando la possibilità di disattivare completamente le notifiche offrendo ulteriori impostazioni e sopratutto scorciatoie utili.

Grazie ad uno sviluppatore Francese, Cyril Mottier, tramite il suo profilo Google+ ha evidenziato una nuova opzione nel dettaglio che sarà possibile implementare all’interno delle proprie applicazioni Android 5.0 Lollipop.

Con un semplice tap prolungato sopra la notifica si avrà un accesso diretto alle impostazioni delle notifiche dell’applicazione stessa.

Questa nuova opzione è stata aggiunta per gli sviluppatori a livello di API, che avranno la possibilità di aggiungere, come si può vedere dall’immagine, di inserire un collegamento rapido alla pagina delle impostazioni delle notifiche.

Altri miglioramenti al sistema di notifica consentono allo sviluppatore e all’utente di controllare con precisione come le notifiche verranno gestite a seconda della priorità.

Inoltre ci sarà anche la possibilità di inserimento di una nuova icona a forma di I che presumibilmente sarà un collegamento rapido alla pagina di informazioni dell’applicazione.

 

 

 

 

Questa opzione al momento non è impostata come predefinita ma bisogna inserirla, in modo molto semplice, durante lo sviluppo dell’applicazione con l’inserimento solo di un paio di stringhe di codice.

Lo sviluppatore Francese all’interno del suo post da una spiegazione abbastanza precisa su come implementare questa nuova funzionalità tramite INTENT_CATEGORY_NOTIFICATION_PREFFERENCES; si possono trovare le varie “specifiche” e API disponibili su questa funzionalità all’interno delle pagine rivolte agli sviluppatori Android a questo link.

Questo miglioramento è un altro passo avanti da parte di Google avvicinando ancora una volta gli sviluppatori all’interno di Android in modo da dare maggiore interazione all’utente e migliore esperienza d’uso.

[fonte Google+]