Moto X: Motorola arriva in Italia con un top gamma, specifiche

Nonostante sia passato quasi un anno dalla sua uscita in America, parliamo dell’estate del 2013, ecco che anche nel Bel Paese è previsto per il mese di marzo l’arrivo di un altro interessante top di gamma : MOTOROLA MOTO X.

Motorola-Moto-X

Per la realizzazione di questo device, Motorola si è valsa della preziosissima collaborazione di Google, e questo se da una parte significa aver collaborato con un colosso numero 1 al mondo e quindi aver ridato slancio all’azienda alata anche in Europa, d’altra parte significa che il software di questo smartphone sarà sempre sotto l’occhio vigile di Google per quanto riguarda gli ultimi aggiornamenti. Tutto ciò quindi fa sorgere nei consumatori la domanda : ” Vale la pena comprare uno smartphone uscito quasi un anno fa ? “. Considerando la scheda tecnica e le caratteristiche di questo device che andrò ad elencare qui di seguito trarrete voi le conclusioni.

Il cuore pulsante di questo smartphone è uno Snapdragon S4  Pro MSM8960 dual core da 1.7 GHz con adreno 320. Nel caso di questo particolare processore, ci troviamo di fronte una personalizzazione attualmente unica nel mondo degli smartphone che Motorola ha denominato X8 Mobile Computing System. Questo processore è quindi formato da due Qualcomm S4 Pro e due single core interamente dedicati all’interazione vocale e al riconoscimento del linguaggio, quindi ad un’ottimizzazione hardware-software quasi perfetta e a risparmi energetici significativi.

La RAM è di 2 GB, 16 GB di memoria interna non espandibili, il display è di tipo AMOLED in HD 1080×720 pixel. Le fotocamere sono rispettivamente da 10 mpx quella posteriore e 2 mpx quella anteriore.

Questo smartphone risulta perfettamente assemblato in tutti i suoi dettagli, e nonostante vengano impiegati materiali plastici risulta gradevole al tatto, armonico e dalle forme delineate, facilmente utilizzabile con una sola mano visto che stiamo parlando di un pannello da 4.7 pollici, a mio parere una dimensione non troppo ingombrante e che permette un’esperienza d’uso piacevole. Il touch screen risulta reattivo ad ogni tocco, e il sistema operativo Android 4.4.2 KitKat fa letteralmente ” volare ” questo device anche grazie al perfetto equilibrio con il processore del quale vi parlavo prima.

Per quanto riguarda la parte audio sia in capsula che in vivavoce o durante l’ascolto di un brano musicale, MOTO X si comporta davvero bene, ma in una cosa in particolare questo smartphone lascia davvero senza parole : la ricezione del segnale ( 2G/3G/4G ), risulta sempre molto potente e la qualità delle telefonate di conseguenza è fenomenale. Anche il segnale GPS è perfetto e velocissimo nella ricerca dei satelliti.

La batteria è una 2200 mha , che consente di arrivare a fine giornata senza problemi, allineandosi con la durata standard degli altri smartphone attualmente in commercio, anche se considerando che il display in quanto a risoluzione non è il massimo e che quindi dovrebbe consumare meno energia rispetto ad un full HD, mi sarei aspettato qualcosina in più.

Il software, come già accennavo prima  è fluido e non presenta indecisioni o rallentamenti, e nel suo utilizzo quotidiano risulta praticamente identico a Nexus 5, considerando che Motorola non ha personalizzato l’interfaccia abbiamo quindi di fronte un’esperienza Google allo stato puro.

Una delle particolarità di questo smartphone è la sua totale interazione utilizzando la voce. Quando ci arriva una telefonata, lo smartphone ci dice il nome di chi ci sta chiamando. In auto, per esempio, possiamo interagire con MOTO X anche a display spento pronunciando solamente la parola ” OK GOOGLE “. Possiamo quindi consultare il meteo, scrivere sms o fare ricerche su internet senza nemmeno sfiorare il telefono ma solo utilizzando la voce.

La fotocamera, nonostante la mancanza del flash, dati i suoi 10 mpx si comporta abbastanza bene e da la possibilità di girare video a 1080p.

Motorola ritorna in Italia con questo MOTO X per 399 euro. Considerate le caratteristiche software e hardware questo device è sicuramente da annoverare sotto la voce ” top di gamma ” e se non siete clienti fidelizzati delle ” solite blasonate ” allora questo è lo smartphone che fa per voi. Ottimo assemblaggio, strapotenza in ricezione e fluidità sono un ottimo biglietto da visita per l’attuale concorrenza. Forse l’unica vera grande pecca di questo device è il fatto di non poter espandere la memoria, e visto che in Italia verrà commercializzato nell’unico taglio da 16 GB, per molti potrebbe rappresentare una grossa limitazione. Se si considera poi che il prezzo di MOTO X è di 399 euro  e che quello di Nexus è di 349 euro con la stessa capienza, allora forse in tempi di crisi un occhio al portafoglio lo si da sempre.

Advertisements

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *