Moto Droid Turbo: un dispositivo eccezionale

Moto Droid Turbo: un dispositivo veramente superlativo (se verrà confermato)!

Motorola non ha ancora smesso di stupirci con il Moto x ed il Moto 360, che un nuovo dispositivo ha fatto la sua comparsa sul web: infatti il sito Motofimware.com ha diffuso una guida dettagliata riguardo l’avvio rapido avente come protagonista il nuovissimo Moto Droid Turbo (ne avevamo già parlato qui), sulla quale è possibile trovare tutte le caratteristiche e le specifiche tecniche.

Moto Droid Turbo 2

Il Moto Droid Turbo a quanto pare avrà uno schermo da 5.2” Ultra HD (QHD), adatto alle esigenze di molti clienti che lamentavano la pericolosa tendenza ad aumentare le dimensioni del display da parte dei produttori; senza contare che potrà avvalersi di tasti di navigazione capacitivi, gli speaker frontali, una fotocamera da ben 21MP con relativo doppio flash della Motorola e l’ingrediente segreto per rendere il Moto Droid Turbo uno smartphone imperdibile, ovvero l’unione di Moto Actions, Display, Connect, Migration e Voice, oltre che all’app Zap Droid.

Moto Droid Turbo

La guida purtroppo non mostra la parte posteriore del Moto Droid Turbo, ma a quanto pare è stata confermata la cover che si era vista in un’immagine del mese scorso; da quel poco che si riesce a capire, la parte posteriore avrebbe una configurazione flash differente dal nuovo Moto X – piuttosto che una ad anello, i due flash sarebbero posizionati su entrambi i lati della fotocamera senza alcuna disposizione circolare ad anello visibile, un poco più distanti rispetto al Moto X. il logo sarebbe posto proprio sotto i due flash.

Il Moto Droid turbo presenta poi un’insolita caratteristica: il vano Micro-SIM si troverebbe sotto il bilanciere del volume, ed occorrerebbe sollevarlo con l’unghia per accedervi. Oltre a ciò, troviamo la ricarica wireless (Qi) e la compatibilità completa con il Moto Turbo Charger (non sapete che cos’è? Correte subito QUI ad informarvi! Può ricaricare un telefono in pochi minuti!) e la sua tecnologia Qualcomm’s Quick Charge 2.0; non sono state fornite specifiche riguardo alla capacità della batteria, ma è menzionata in quanto una “batteria a lunga durata dura a morire”, per cui ci aspettiamo delle prestazioni da locomotiva a vapore del 1875: inarrestabile.

Moto Droid Turbo 3

A proposito di Qualcomm: a quanto pare il Moto Droid Turbo monterebbe un processore CPU Qualcomm Snapdragon 805 e 3GB di RAM, insieme ad un’antenna NFC che consentirebbe allo smartphone di eseguire pagamenti attraverso il telefono stesso ed un’antenna 4G LTE per il download e la navigazione internet ad alta velocità.

Per chi fosse interessato, la guida potete trovarla all’indirizzo elencato qui sotto; è composta da 74 pagine ed è completamente in inglese,e la stiamo ancora passando a pettine alla ricerca di qualche altra notizia interessante. Nel caso, rimanete sintonizzati! Onestamente si tratterebbe, qualora anche solo la metà delle specifiche venissero confermate, di un dispositivo coi fiocchi: ma uno smartphone come il Moto Droid Turbo, lo comprereste?

Cliccate QUI per leggere la guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *