HTC Eye, non solo un selfie-phone

HTC Eye, la risposta di HTC ai fan del selfie, oppure un rimaneggiamento all’ultimo momento?

Il mercato dei selfie si sta facendo sempre più competitivo: dal selfie-phone di Microsoft (cliccate QUA e QUA se avete voglia di scoprirne di più), al primordiale Oppo N-1 (lo smartphone con la fotocamera girevole e con conseguente flash per i selfie), ogni casa produttrice ha ormai sfornato, o ha già messo in produzione, uno smartphone completamente dedicato a questa moda che si sta rivelando sempre più virale.

Poteva HTC rimanere indietro rispetto ai concorrenti? Certamente no, soprattutto se si vogliono risollevare le sorti di una ditta che un anno fa già navigava in cattive acque, nonostante le superlative vendite dell’HTC One. Per questo, oltre ad uno smartwatch, HTC ha cominciato a pensare di produrre un selfie-phone, chiamato dalle fonti HTC Eye, oppure HTC One (M8 Eye). Il telefono si discosterebbe, a livello progettuale, dalla tanto attesa action-camera della casa taiwanese, la HTC ReCamera.

HTC EYE

L’HTC Eye infatti non sarebbe altro che un HTC M8 dal comparto fotografico potenziato, e secondo alcune indiscrezioni il cambiamento coinvolgerebbe proprio la duo-camera da 4MP con tecnologia Ultrapixel, che verrebbe sostituita da una duo-camera da 13MP. Che HTC non abbia retto la pressione della cattiva stampa, scettica sui risultati deludenti di un nuovo modo di vedere le fotocamere per smartphone? Comunque, in generale l’HTC Eye non sarà altro che un HTC M8 con una fotocamera migliore ed uno schermo più grande, forse sui 5.2”.

L’8 settembre la società dovrebbe indire una conferenza stampa in cui verrà presentata la nuova action-camera e, magari anche l’HTC Eye.