MWC 2014: bilancio conclusivo

Fatto abbastanza “a caldo” (il MWC è finito oggi, 27 Febbraio).

Le grandi case non si sono lasciate scappare un palcoscenico come quello catalano per presentare o annunciare i propri prodotti facendo incuriosire milioni di appassionati. Tanti gli stand delle case “minori” che provano a guadagnare una fetta di mercato grazie soprattutto ad un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Il MWC è stato anche l’occasione per premiare i prodotti/produttori migliori del 2013:

Categoria App

  • App di Intrattenimento: Device 6k: un thriller-game per iOS. “Game design innovativo con una sintesi fantastica che usa bene le caratteristiche fisiche di un dispositivo mobile” è il parere della giuria.
  • App di Navigazione: Citymapper: aggregatore di info riguardanti trasporti pubblici, meteo e viabilità, disponibile per Android e iOS (Londra, Parigi, NY e Berlino sono le uniche città supportate). “L’app di viaggio per ogni percorso, tempo e costo. Saremmo persi senza di lei.” è il parere della giuria.
  • App più Innovativa: CamMe: un’app per fare selfie (aprendo e chiudendo la mano l’app riconosce il gesto ed effettua lo scatto), disponibile per iOS. “Un’app che cambia per sempre il modo in cui scattiamo foto. Usando intelligentemente i gesti della mano, questa app cool e ingegnosa è destinata a segnare una nuova era nell’epoca dei Selfie!” è il parere della giuria.

 

Categoria Device

  • Miglior Smartphone: HTC One. Assieme ad iPhone 5S è l’unico top di gamma non ancora “rinnovato” ufficialmente in questo 2014 (considerando che Nexus 5 e G2 sono usciti a fine 2013). Design elegante in alluminio (secondo solo ad iPhone), prestazioni eccellenti (secondo solo a Nexus 5 e a G2, usciti 6 mesi dopo), fotocamera innovativa (anche se molti hanno storto il naso), audio imbattibile (doppie casse stereo e l’equalizzazione Beats Audio) e, soprattutto, un’esperienza utente ottimale grazie alla Sense 5 e a BlinkFeed (l’aggregatore di notizie sempre attivo).
  • Miglior Smartphone Low Cost: Nokia Lumia 520. Il prezzo va dai 100 ai 130€ e sono soldi molto ben spesi. Nokia e Microsoft sono riusciti a dare un’esperienza ottimale dal punto di vista software (grazie alla perfetta ottimizzazione di Windows Phone 8) in uno smartphone carente dal punto di vista hardware (un terminale Android con quelle caratteristiche sarebbe da buttare).
  • Miglior Feature Phone: Nokia 105. Vi ricordate l’epoca dei 3310? Telefoni che telefonavano,  mandavano messaggi (oltre all’immortale Snake) e nient’altro, garantivano un’autonomia di giorni ed erano indistruttibili. Oggi con 20€ compri un 3310 fatto nel 2013, ovvero un telefono che fa il telefono (chiama e manda messaggi) con un design “attuale” e robusto (e, chicca da non tralasciare, anche Nokia 105 ha Snake!).
  • Miglior Tablet: iPad Air. Apple ha introdotto il concetto attuale di smartphone e di tablet. Nel primo campo la concorrenza è ormai molto agguerrita mentre nel secondo, soprattutto grazie al fatto che Android e WP sono molto acerbi per quanto riguarda le “tavolette”, Apple rimane il must-have per chi vuole il vero tablet. Quest’anno è arrivato il nuovo modello da Cupertino che ha stupito per le sue dimensioni molto “smart”: 20% più sottile, 28% più leggero, 24% meno voluminoso e due volte più potente (tutto rispetto all’iPad precedente).

 

Miglior Produttore del 2013: LG

La casa coreana, dopo anni di esperienze Android non proprio felici (basti pensare alla gamma Optimus, che non ha quasi mai beneficiato di aggiornamenti) e tentativi (mal riusciti) di innovazione (Optimus 2x e Optimus 3D), si è risollevata in grande stile. Grazie agli accordi con Google per la produzione di Nexus 4 e Nexus 5 (e Nexus 6?), LG si è risollevata tantissimo, lasciando sul mercato la gamma L (adatta per tutte le tasche) e, soprattutto, la serie G. Innovativo è il G2, grazie alla politica dei tasti del volume posizionati accanto alla fotocamera e, soprattutto, alla funzione KnockOn (o “toc toc”) che risveglia il dispositivo dallo standby con un doppio tap sul display.

 

 

Dopo questa prima tranche relativa alle applicazioni è giunto il momento di parlare dei dispositivi. Tanti gli stand e tante le presentazioni, che vi elenchiamo, divisi per “appetibilità”. Ogni casa avrà dei collegamenti relativi ai nostri articoli con un piccolo “riassunto”.:

Samsung

Galaxy S5, Galaxy Gear2 e Gear2 Neo, Gear Fit, Galaxy Pro, TouchWiz

Fiore all’occhiello della casa sudcoreana è sicuramente il Galaxy S5, presentato lunedì sera con l’evento Unpacked. Il dispositivo è stato rinnovato per quanto riguarda la back cover, la fotocamera e il processore. Novità è il rilevatore del battito cardiaco posto sotto la fotocamera posteriore. Assieme all’S5 sono stati presentati i nuovi smartwatch: Galaxy Gear2, Galaxy Gear Neo e Galaxy Gear Fit, che fanno sorridere gli appassionati di fitness (a patto che posseggano un dispositivo Samsung abbastanza recente). Galaxy Pro è il nuovo tablet con Windows 8.1, molto portatile e molto versatile, adatto per chi vuole prestazioni nel massimo della mobilità. Nel Galaxy S5 è, inoltre, inclusa la nuova TouchWiz (l’interfaccia grafica proprietaria di Samsung).

 

Sony

Xperia Z2, Xperia Z2 Tablet, Xperia M2, SmartEyeglasses

Dal Giappone ecco Xperia Z2: il nuovo top di gamma che darà del filo da torcere alla concorrenza, grazie soprattutto ai materiali e alla certificazione per la resistenza all’acqua e alla polvere, oltre che al processore Snapdragon 801 e ai 3 GB di RAM (per ora è il più prestante in circolazione). Z2 Tablet è la controparte “ingigantita” di Z2, ottimo tablet con un ottimo display. M2 è lo smartphone di fascia “media”. SmartEyeglasses è la versione Sony dei Google Glass, più adatta per lo sport.

 

HTC

Desire 601 e 816, Fotocamera del One2

Da Taiwan ci si aspettava l’One2 (o M8), invece la presentazione slitterà il 22 Marzo. Però possiamo già essere contenti dalla presentazione della doppia fotocamera che consentirà foto di qualità notevole nonostante si possa storcere il naso per il numero “basso” di MP. Senza l’One2, il popolo ha avuto un minimo di “contentino” con i due nuovi Desire, per la fascia media e per la fascia medio-alta.

 

LG

G2 Mini, GPro, F70 e F90

Di LG si sapeva quasi tutto grazie agli annunci ufficiali rilasciati poco prima del congresso. Poche le vere novità in quanto LG vuole adottare una politica mirata al soddisfacimento di tutte le classi di utenti (e, di conseguenza, di tutti i portafogli). G2 Mini vuole essere il fratello “minore” di quel G2 che ha fatto tanto discutere riguardo ad alcune scelte costruttive (il bilanciere del volume posto posteriormente). GPro è la versione “maxi” di G2, con caratteristiche tecniche all’avanguardia e le dimensioni da vero phablet. F70 e F90 sono due smartphone di fascia media con LTE.

 

Nokia

Nokia X, Nokia X+, Nokia XL

Dalla Finlandia arriva il robottino verde. Doveva essere un unico terminale con cuore Android, in realtà ne sono stati presentati 3, in ordine crescente per quanto riguarda potenza e grandezza del display. Il prezzo (89-99-109€) è sicuramente un cavallo di battaglia, nonostante l’hardware non proprio al top siamo (quasi) sicuri che il sistema fornito saprà soddisfare l’utente, grazie soprattutto all’esperienza maturata con Windows Phone.

 

Huawei

Ascend G6, Ascend P7 Mini, MediaPad X1 e M1, Talkband B1

Dalla Cina arrivano due smartphone (abbastanza simili) di fascia media e due tablet, uno assolutamente per uso multimediale (8”, display Full HD, doppio speaker stereo) e l’altro (un quasi-phablet: 7” con pochissima cornice) come secondo telefono (con batteria da 5000mAh). Presenta inoltre Talkband B1, un braccialetto che farà da aggregatore di notifiche e da compagno per il fitness.

 

Altri

Lenovo YotaTablet 10 HD+, Lenovo Gamma S, Alcatel OneTouch Pixi 7, Alcatel OneTouch Gamma Pop, Alcatel OneTouch Pop Fit, Alcatel Idol 2 e Idol 2 mini, Yotaphone, Blackphone, ZTE Grand Memo II LTE, Wiko Wax, HP x360 laptop, HP Slate 6-7 VoiceTab, Motorola Smartwatch.

Tablet, Smartphone, Laptop… tanti stand relativi a case “minori” che hanno incuriosito molte persone, in particolare il ritorno di Lenovo nel mercato europeo, la ribalta di Alcatel, YotaPhone (il primo smartphone con doppio display) e Blackphone (lo smartphone orientato alla privacy), ZTE, Wiko e il ritorno di HP con due tablet e un laptop. Tanta carne al fuoco per disorientare la massa dai “soliti noti” con qualche novità molto interessante. Menzione speciale per Motorola: 2013 abbastanza burrascoso “nei piani alti” con l’acquisizione prima da Google e poi da Lenovo. Con Google stava lavorando ad uno smartwatch, presentato a Barcellona con il marchio Motorola (ormai è confermato che il Google Watch sarà prodotto da LG).

 

Processori

Intel Atom 64-bit a 22nm, Qualcomm Snapdragon 801, 615, 610, MediaTek MT6732 e MT6630

Una menzione particolare riguardante i processori. Intel e Qualcomm puntano ai dispositivi “top” per offrire prestazioni sempre più elevate e tecnologie costruttive sempre più ridotte, ma attenzione a MediaTek, che presenta SoC octa-core e orientate alla minimizzazione dei consumi.

 

 

Qualche breve conclusione (PERSONALE) riguardante questo MWC e, più in generale, su come sarà questo 2014.

Seguendo molti blog che hanno effettivamente presenziato alla fiera e cogliendo anche le loro opinioni, in aggiunta a cosa è stato effettivamente presentato, posso dire che non sono rimasto stupito dai prodotti presentati. Qualche innovazione (doppia fotocamera per HTC, rilevatore di battito cardiaco per Samsung…) ma niente che mi faccia dire “Wow”. Per colmare questo gap innovativo le società hanno deciso che questo sarà l’anno del fitness, con smartwatch e bracciali vari (non essendo appassionato di fitness, la cosa non mi interessa molto). Se non siete appassionati di fitness preparatevi a dei semplici “aggiornamenti” delle gamme precedenti. Forse nella sezione tablet ci sarà un’evoluzione, grazie a Windows 8.1 che sta prendendo sempre più piede e a una maturazione “su grande schermo” da parte di Android (con iOS ancora il top per quanto riguarda questo punto, sempre secondo me).

Siamo solo a Febbraio (Marzo, per arrotondare) e l’anno è ancora lungo. Ci aspettiamo sempre qualche sorpresa (la coppia Motorola/Lenovo, il nuovo Nexus, il nuovo iPhone…) ma prepariamoci a dei semplici “aggiornamenti” senza troppi “effetti Wow”.

Advertisements