ASUS Transformer Pad (TF103C): la recensione [Foto e Video]

Siete in cerca di un tablet da 10 pollici che riesca ad unire buone prestazioni e prezzo d’acquisto umano ? Allora l’ASUS Transformer Pad (TF103C) probabilmente è quello che fa per voi, scopriamo assieme il perché con questa nostra recensione.

Hardware e costruzione

  • Display IPS da 10.1 pollici con risoluzione 1280×800 pixel (143 ppi). Il display, abbastanza luminoso, garantisce una fedele riproduzione della gamma cromatica – grazie anche alla possibilità di modificare il bilanciamento del bianco e la saturazione – ed un ampio angolo di visuale, riuscendo così a mantenere una buona fedeltà dei colori anche alle angolazioni più critiche. Unica pecca del pannello è probabilmente la risoluzione. È vero, i 143 ppi garantiscono una definizione sufficiente – considerando la distanza dagli occhi alla quale abitualmente si adopera questo tipo di tablet – ma, nonostante tutto, l’occhio non si dovrà poi sforzare così tanto per iniziare a scorgere i contorni frastagliati delle singole immagini riprodotte sul display.
asus transformer pad
Dettaglio display: i pixel sono chiaramente distinguibili
asus transformer pad
Splendid: applicazione attraverso la quale modificare punto di bianco e saturazione dei colori
  • Processore 64 bit Intel Atom Z3745 quad-core a 1.33 GHz – il clock può arrivare sino a 1.86 GHz in base al carico di lavoro. La CPU riesce a far girare il sistema abbastanza bene, poco frequentemente si assiste ad impuntamenti o a lag della UI. Nonostante tutto, se messo sotto stress attraverso giochi 3D o il dual-windows, non è immune a cali di performance e al surriscaldamento – percepibile nella parte alta del dispositivo, vicino alla fotocamera frontale.
intel atom
Dettaglio processore
  • Memoria RAM di 1GB. Probabilmente sottodimensionata. Non di rado infatti, alla chiusura di un’applicazione, si assiste al ricaricamento della schermata principale. Diverse difficoltà si riscontrano anche nella gestione simultanea di più applicazioni, abbastanza spesso – alla riapertura di un programma – il sistema è costretto a ricaricare per intero un’app dopo che la stessa è stata chiusa dal task-manager per far spazio ad altri processi.
  • 16Gb di memoria utente espandibile tramite MicroSD (massimo 64GB). Oltre alla memoria fisica della quale è equipaggiato il tablet si può disporre di ulteriori 16GB di cloud che ASUS mette a nostra disposizione dopo l’acquisto del dispositivo – 11 di questi 16 GB sono gratuiti solamente per i primi 12 mesi.
asus cloud
Servizio di cloud storing offerto da ASUS
  •  WiFI 802.11 a/b/g/n. Il tablet non è equipaggiato di modulo 3G.
  • Bluetooth 4.0.
  • Supporto Miracast.
  • Bussola.
  • GPS & Glonass.
  • Fotocamera anteriore da 0.3 MPX e posteriore da 2 MPX. La fotocamera posteriore, nonostante sia dotata di un software di scatto piuttosto ricco, a causa dei pochi megapixel, dell’assenza dell’autofocus e del flash led, non consente scatti di buona qualità.
sample asus transformer pad
Sample fotografico della fotocamera posteriore (2MPX)
  • Altoparlanti stereo. Gli speaker, posti ai lati del dispositivo, sono potenti e dall’audio corposo – si riesce a percepire addirittura un accenno di bassi. Il loro posizionamento è ben studiato, tenere il tablet con entrambe le mani o poggiarlo su superfici assorbenti difficilmente pregiudicherà la riproduzione e il volume dell’audio.
asus transformer pad
Speaker lato sinistro
  • Batteria da 5070 mAh. ASUS dichiara che con la batteria integrata nel tablet è possibile coprire 9 ore e mezza di utilizzo. In linea di principio i dati forniti sono veritieri; se si utilizza il tablet senza grosse pretese, limitandosi alla navigazione web, alla riproduzione di musica e alla visualizzazione di immagini allora sarà possibile raggiungere le ore di autonomia dichiarate. Discorso diverso invece se iniziamo a visualizzare video (magari in streaming) o se utilizziamo il tablet come piattaforma di gioco, in quel caso la batteria perderà (troppo) rapidamente la sua carica residua – giocando ad Asphalt 8 Airborne ho notato un calo di circa il 50% ogni 50/60 minuti di gioco. Il vero problema della batteria però non è la durata, sono i tempi di ricarica esageratamente lunghi. Per poter effettuare una carica completa dobbiamo attendere quasi 5 ore, segno evidente che i 1350 mAh di output del caricabatterie fornito in dotazione non sono assolutamente sufficienti se paragonati ai milliampere della batteria del tablet. Altro neo del comparto batteria sta nella sua calibrazione, durante le ricariche complete il tablet non ha mai raggiunto il 100% di carica, si è sempre fermato tra l’85% e il 94% (durante un test la percentuale di carica della batteria si è fermata all’85% nonostante le 7 ore di corrente concessele). NB: durante le ricariche il tablet non è stato utilizzato in alcun modo.
  • Dimensioni di 25.7cm x 17.8cm x 9.9mm e peso di 550 grammi (tastiera esclusa). Il tablet – anche grazie ai materiali plastici di buona qualità dei quali è costituito – si impugna bene, le dimensioni non sono poi così eccessive ed il peso risulta ben distribuito su tutta l’area del tablet. Unica cosa sulla quale si potrebbe obiettare è la cornice del display – 2cm di bordi sono effettivamente tanti – e l’aspetto complessivo del tablet, forse troppo anonimo e di poco impatto visivo.
vista frontale
Vista frontale
vista posteriore
vista posteriore
vista dal basso
Vista dal basso

Software

Il lato software del dispositivo è affidato alla Zen UI di ASUS: (troppo) semplice interfaccia utente, basata su Android KitKat 4.4.2, praticamente spoglia di qualsivoglia tipo di settaggi per la personalizzazione della home screen e dell’app drawer all’interno della quale potremo unicamente ridimensionare i widget e modificare la disposizione delle icone all’interno di una griglia di 8×5 (griglia tropo poco fitta che sparpaglia per il grande display poche applicazioni e pochi widget). A livello di funzionalità la Zen UI non apporta grosse novità rispetto ad Android stock, ciò nonostante è da sottolineare come sia possibile, attraverso la vista “Dual App“, visualizzare sul display due applicazioni contemporaneamente, a tutto vantaggio della produttività. All’interno del tablet, ASUS, inserisce diverse applicazioni, alcune interessanti (Spendid – per modificare la resa cromatica del display – e Risparmio energetico – per modificare applicazione per applicazione il comportamento del processore -) altre meno (Story – book fotografico che raccoglie determinate foto senza tuttavia aggiungere valore al tutto -, Chat di Omlet – chat che, come gran parte delle sue omologhe all’interno del Play Store, può vantare un portafoglio clienti di circa 35/40 persone nel mondo – e Specchio – altro non è che una scorciatoia per attivare la fotocamera anteriore -). Nonostante una scarna personalizzazione ed un sistema che, nel complesso, risulta essere sufficientemente reattivo, non particolarmente pesante o esoso di risorse, di tanto in tanto è possibile registrare qualche piccolo bug capace di mettere momentaneamente in crisi il sistema, niente che non si possa sistemare con un buon aggiornamento firmware comunque.

zen ui
App installate da ASUS e schermata principale con griglia 8×5
zen ui
App drawer

 

zen ui
Dual App
zen ui
Menu impostazioni

Prezzo e disponibilità

Il tablet, all’interno del sito ufficiale eshop.asus.com, nella sua configurazione solo WiFi e 16GB di memoria, viene offerto al pubblico ad un prezzo di 229,00€ (tastiera esclusa), tuttavia, affidandosi a store alternativi come Amazon sarà possibile aggiudicarselo per una quarantina di euro in meno ( Cliccando QUI verrete rimandati alla pagina d’acquisto del tablet all’interno dello store di Amazon).

PRO

  • Ampio display
  • Altoparlanti stereo molto potenti
  • Funzioni software che migliorano la produttività del tablet
  • Processore sufficientemente potente
  • Prezzo competitivo

CONTRO

  • Batteria poco performante
  • Tempi di ricarica spropositatamente lunghi
  • Memoria RAM sottodimensionata
  • Risoluzione del display bassa
  • Fotocamera insufficiente
  • Software non immune da bug
  • Il launcher di serie non permette alcun tipo di personalizzazione

In caso abbiate ancora qualche dubbio sull’acquisto di questo tablet ecco la nostra video prova attraverso la quale – si spera – riusciremo a dissipare eventuali domande sul device di casa ASUS, buona visione !