Desire 820: dall’IFA il selfie phone di HTC

Nonostante la presentazione abbastanza stringata di HTC, oggi abbiamo avuto il piacere di assistere all’IFA di Berlino alla presentazione del nuovissimo Desire 820, un dispositivo che presenta tutte le caratteristiche per diventare un ottimo device di fascia medio-alta.

Desire 820 presentazione

Partiamo subito con la tecnica costruttiva: HTC annuncia di aver puntato sulla semplicità e la praticità, sperimentando la nuova tecnologia d’innesto denominata “Double Shot”, che permette di creare una scocca dalle caratteristiche ergonomiche uniche; a sentire HTC, il Desire 820 sarà in grado di sopportare le fatiche di tutti i giorni. Inoltre la gamma cromatica riuscirà a soddisfare le esigenze estetiche di ognuno di noi. Staremo a vedere. Il Desire 820 peserà 155 gr. e sarà sottile ben 7.74 mm, a cui bisogna però affiancare un display da ben 5.5”, forse un po’ difficoltoso da portare in tasca (ricordiamo che il One Max, il phablet di casa HTC, possedeva uno schermo da 5.9”).

Desire 820 tecnica costruttiva

Passiamo poi alle caratteristiche tecniche: per la gioia di molti, il Desire 820 monterà il nuovissimo processore Qualcomm Snapdragon 816 da 64 bit Octa-core, che permetterà una gestione più funzionale della batteria, un aumento delle prestazioni grafiche e di rendimento delle immagini, e il supporto completo al multi-tasking e ad Android L; gli verranno affiancati 2GB di RAM e la Sense 6 con Blinkfeed: ci aspettiamo dunque uno smartphone dalle ottime prestazioni, e che non faccia sfigurare l’ultima novità di Qualcomm. Visto che però l’ottimizzazione del sistema operativo è da sempre una delle migliori qualità di HTC, non dubitiamo che il risultato raggiunto dal Desire 820 ci sorprenderà. Al tutto aggiungiamo i classici 16GB di memoria, probabilmente espandibile.

Desire 820 snapdragon

Sotto l’aspetto del comparto multimediale, il Desire 820 attacca di testa la concorrenza (e specialmente il selfie phone di Microsoft che dovrebbe uscire a breve): la fotocamera frontale infatti sarà da ben 8 MP, mentre quella posteriore da 13 MP; niente tecnologia Ultrapixel, insomma, che a quanto pare rimane appannaggio esclusivo della serie One. Il Desire 820 sarà inoltre il primo dispositivo su cui verrà installata di sistema la nuova app Photo Booth, che permetterà di creare unici (e simpatici) collage di foto.

Desire 820

Ultimo ma non meno importante, HTC ha annunciato l’esistenza di una serie di cover Dot View (in vari colori) anche per il Desire 820, facendoci intuire che probabilmente diventerà una garanzia per tutti i dispositivi (almeno di fascia medio-alta) a venire.

Desire 820 dot

Anche se non abbiamo ancora specifiche per l’Italia, il Desire 820 sarà disponibile a partire da settembre.