Samsung Gear 2 e Gear 2 Neo, presentati ufficialmente al MWC

È ufficiale. Samsung ha appena presentato la sua nuova generazione di smartwatch: Samsung Gear 2 e Gear 2 Neo. L’annuncio a poche ore di distanza dall’inizio del Mobile World Congress 2014.

La prima cosa che salta nell’occhio, è l’assenza del marchio Galaxy nel nome dei due nuovi dispositivi. Il motivo? L’abbandono di Android. Dopo mesi d’indiscrezioni dunque, ecco che viene confermata la presenza del nuovo Tizen, sistema operativo dell’azienda sudcoreana.

leggi anche: Tizen sostituirà Android nel prossimo Galaxy Gear 2

La novità principale è la batteria. Il nuovo OS garantirà un’autonomia di 2 o 3 giorni, quasi il doppio rispetto la versione precedente.  A differenza da quanto annunciato inizialmente però, il design è stato reso più sottile e leggero. Ma sostanzialmente i due prodotti richiamano molto la prima versione. Tra le novità anche la presenza di un tasto home centrale nella parte bassa, e la fotocamera, precedentemente sul cinturino, ora posizionata nel corpo del prodotto.

Gear 2

Ma vediamo le caratteristiche dei due nuovi smartwatch di casa Samsung:

  • Display da 1,63 pollici (320×320),
  • Processore da 1 GHz,
  • Sistema operativo Tizen,
  • RAM 512MB,
  • Memoria interna 4GB,
  • Certificazione IP67 (resistenza alla polvere e all’acqua),
  • Sensore di frequenza cardiaca,
  • Porta a infrarossi,
  • Batteria da 300 mAh.

L’unica differenza che sussiste tra le due versioni è che il Gear 2 Neo non è dotato di una fotocamera da 2 megapixel con autofocus capace di registrare video a 720p (HD). Più leggero (13mg) e più sottile della versione top gamma.

Gear 2 Neo

Anche se basati su Tizen, potranno interfacciarsi con molti terminali della gamma Galaxy ed eseguire diverse applicazioni. Funzionano anche come lettore Mp3, se associati a un auricolare o altoparlante Bluetooth.

Il prezzo non è stato ancora svelato, ma di certo sarà più basso rispetto al modello di prima generazione che non ha ottenuto buoni risultati. Il lancio è previsto per il mese di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *