Project Tango: il nuovo esperimento annunciato da Google

Project Tango

 In questi ultimi giorni Google ha annunciato il suo nuovo esperimento, Project Tango,  che grazie  a dei sensori 3D permetterà agli smartphone di  mappare il mondo circostante e di avere una percezione dello spazio e del moto simile a quella umana.

Con questo nuovo progetto, Google offrirà a migliaia di sviluppatori seriali la possibilità di creare ed inventare una nuova concezione di smartphone. Occorrerà avere molta fantasia per cercare di sfruttare il più possibile questa innovazione e implementarla in diverse funzioni, come per esempio:

  • Guide indoor, per pilotare un utente nella direzione desiderata;
  • Sistemi di assistenza per i non vedenti;
  • Nuove tipologie di gaming;
  • Sistemi di analisi  degli ambienti per progetti di interni, misurazioni e altro ancora;
  • Applicazioni per individuare un prodotto in un supermercato;
  • Servizi e guide per musei e altri vari luoghi di interesse storico/artistico.

 

tango-phones

 

Lo smartphone che vedete qui sopra, è il dispositivo sul quale si sta sperimentando il Project Tango.  L’ATAP ha prodotto un prototipo capace di racchiudere  robotica e visione artificiale. Il dispositivo ha come Sistema Operativo Android, un display da 5″ in grado di effettuare un altissimo numero di rilevazioni 3D al secondo combinando il tutto con i dati di inclinazione e orientamento individuati dai sensori interni.

 

tangoj

Lo smartphone avrà una fotocamera principale da 4 Mp, sensori di movimento e il lettore di profondità in grado di esplorare l’ambiente. All’interno troviamo il cuore dell’elaborazione dei dati, fondamentale per la restituzione di un risultato immediato all’utente. Il software è strutturato in modo da rispondere ai comandi basati sul progetto. Le API saranno la struttura sulla quale gli sviluppatori potranno costruire le proprie idee.

A poche ore dall’annuncio del nuovo esperimento Project Tango che Google ha lanciato per rivoluzionare il concetto di smartphone, alcuni sviluppatori hanno effettuato i primi esperimenti pubblici. Lo staff della Webzine TechCrunch ha realizzato un video dimostrativo di come Project Tango potrebbe ricostruire una stanza.

Come possiamo notare da questo video,  lo smartphone con la fotocamera da 4 Mp, riesce a catturare molti dettagli e mantenere una qualità dei colori naturale.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=9_GD7kUbogk?rel=0]