Abilitiamo le impostazioni segrete nascoste all’interno dei nostri Motorola Moto X e Moto G

Siete i felici possessori del Motorola Moto X o del Moto G ? Avete installato un launcher alternativo come Nova o Apex ? Perfetto. Sappiate che, sfruttando una falla di sicurezza trovata nelle nuove release software, è possibile accedere ad una serie di impostazioni – precedentemente irraggiungibile – denominata “Qualcomm settings” all’interno della quale poter andare a modificare diversi parametri, tra i quali: accensione del display durante la ricarica, disabilitazione dei sensori, impostazione di soglie dati, disabilitazione dello storage dei dati tramite USB e persino settare l’invio automatico di un sms dopo un determinato numero di squilli effettuati dal telefono all’arrivo di una chiamata in entrata.

2

31

In caso vogliate provare queste impostazioni ecco i passaggi da seguire per poterle raggiungere:

1) Utilizzando uno dei launcher alternativi prima citati tenete premuto su una porzione vuota della home page sino a che non appare la classica finestra d’impostazioni del launcher.

2) Cliccate sulla voce “Scorciatoie” e, successivamente, su quella “Attività“.

4

5

3) Scorrete l’elenco di attività a vostra disposizione sino a trovare quella denominata “com.qualcomm.qualcommsettings” e, una volta individuata, selezionatela.

6

4) Verificare che sulla home page del launcher sia apparsa la scorciatoia desiderata. Da questo momento in poi, attraverso la scorciatoia stessa, potrete accedere ai Qualcomm settings ogni qual volta lo desidererete.

Ora che potete comodamente raggiungere queste impostazioni ricordate, da grandi poteri derivano grandi responsabilità. Se infatti da un lato può risultare utile modificare certi parametri, dall’altro, mettere mano a determinate voci – delle quali magari ignoriamo anche il significato – può risultare rischioso per il telefono, fate ben attenzione dunque a quello che andate a modificare.