WhatsApp: arriva la condivisione multipla dei contatti con tante altre novità

Il team di sviluppo della nota applicazione di messaggistica WhatsApp continua a lavorare duro al fine di migliorare i servizi e l’esperienza d’uso dei propri utenti. È stato infatti rilasciato da poche ore un aggiornamento che introduce la possibilità di inviare più contatti contemporaneamente all’interno di una chat, mentre per il futuro sono previste altre novità interessanti.

WhatsApp: condivisione multipla dei contatti e pagamenti p2p in arrivo

WhatsApp fino ad oggi offriva diverse funzionalità, ma tra queste ne mancava una ritenuta per molti “standard”, cioè la possibilità di poter condividere più contatti contemporaneamente all’interno di una chat. La nota app di messaggistica quindi è corsa ai ripari ed ha introdotto, con l’aggiornamento rilasciato nelle ultime ore, la mancata funzione.

Grazie a questa novità, sarà possibile quindi condividere all’interno di una conversazione più di un contatto per volta, scegliendo inoltre anche le relative informazioni da passare, come ad esempio numero di telefono, email, indirizzo ed altro.

La nuova funzionalità è disponibile per il momento nella versione Beta 2.17.123 ma verrà a breve rilasciata su Google Play Store anche nella versione stabile per Android.

Inoltre, ci sono ulteriori novità in arrivo. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, l’applicazione starebbe elaborando un sistema di pagamento interno che consiste di inviare piccole somme di denaro direttamente tramite le chat, grazie ad una serie di istituti bancari aderenti all’iniziativa. La funzione è ancora un progetto e potrebbe partire dall’India, dove sarebbero già in corso le varie trattative burocratiche.

Fonte: AndroidPolice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

samsung galaxy s8

Samsung Galaxy S8, addio al cassetto delle App: sarà possibile inserire tutte le icone sulla schermata iniziale

samsung galaxy

Samsung Galaxy S4 e Note 2 tornano in vita, grazie ad un nuovo ed improvviso aggiornamento software