Blackberry, è finita un’epoca: quota di mercato pari a zero

Il nome Blackberry suona sicuramente familiare a chi ha qualche annetto in più sulle spalle. Sembra ieri, ma dal lancio del primo iPhone sono già passati dieci anni, tra quei giorni e il presente c’è in mezzo una rivoluzione tecnologica senza pari, che ci rende difficile ricordare come vivevamo prima che gli smartphone diventassero compagni di vita per ognuno di noi. Eppure c’è stato un tempo in cui iOS e Android neppure esistevano.

Esistevano però gli smartphone, erano già piuttosto diffusi a dire la verità, sebbene non con numeri paragonabili a quelli odierni. I primi ad affermarsi su scala mondiale furono proprio quelli marchiati Blackberry, in grado di offrire soluzioni di navigazione in mobilità, il tutto con l’ausilio di una comoda tastiera fisica. Erano device pensati principalmente per l’utenza business, ma ottennero un buon successo anche presso il pubblico generalista. Poi però un giorno tutto cambiò, tanto che oggi ci troviamo a celebrare una sorta di funerale tecnologico.

Addio Blackberry e anche Windows Phone se la passa male

L’evoluzione è necessaria per non estinguersi, questa lezione ci viene dalla natura ma anche le aziende dovrebbero farne tesoro. Blackberry però ha scelto la continuità, ostinandosi a produrre dispositivi con tastiera fisica mentre tutto il mondo ormai si era orientato verso il touch. Una scelta pagata a caro prezzo.

Blackberry crisi
iOs e Android hanno cancellato Blackberry.

A volte otto anni sono una vita, nel 2009 uno smartphone su cinque riportava il marchio Blackberry, saldo in mano il 20% del mercato, all’epoca pareva che niente potesse scalfire il successo di questa azienda. iPhone però aveva già iniziato a fare la voce grossa e in quel periodo anche Google è entrato in gioco con il suo nuovo sistema operativo, Android.

LEGGI ANCHE BlackBerry Hub per Android migliora la vita degli utenti

Ripensando a quei tempi, è impietosa l’analisi dei dati attuali. Stando a quanto riporta la società d’analisi Gartner, nell’ultimo trimestre del 2016 sono stati venduti circa 200 mila dispositivi con sistema operativo Blackberry. Per chiarirci le idee, il totale degli smartphone venduti nel periodo preso in esame supera i 431 milioni di unità.

LEGGI ANCHE BlackBerry, i prossimi smartphone saranno prodotti da TCL

Quota di mercato dello 0,0, irrilevanza totale, calo dello 0,2 rispetto allo… 0,2 % dell’anno precedente. Un tonfo clamoroso. A dettare legge è ovviamente Android, montato su un grande numero di macchine, 81,7% per il robottino, segue iOS con quasi il 18% del mercato, comunque un ottimo risultato considerato che Apple non propone molti modelli.

LEGGI ANCHE BlackBerry Mercury: un prototipo si mostra al CES 2017

Malissimo anche Windows Phone, progetto che l’azienda ha ormai accantonato, uno 0,3 % che non fa presagire nulla di buono. Tornando a BlackBerry, lo 0,0% sembra lasciare poche speranze ma il brand ci riproverà, proponendo novità al Mobile World Congress che si terrà a Barcellona a fine mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

apple

Apple batte tutti i suoi concorrenti nell’ultimo trimestre 2016

Pinterest Lens

Pinterest Lens: lo Shazam per gli oggetti nel mondo reale